• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Capello: "Juve-Napoli decisiva. Fatturato? Non si diventa ricchi e vincenti per caso"

Serie A, Capello: "Juve-Napoli decisiva. Fatturato? Non si diventa ricchi e vincenti per caso"

L'ex ct della Russia: "Felice per Higuain, ha lavorato sodo per migliorarsi"


Paulo Dybala ©Getty Images
Marco Di Federico

05/02/2016 08:20

SERIE A SCUDETTO JUVENTUS NAPOLI CAPELLO / ROMA - Fino ad un mese fa si parlava dell'attuale Serie A come del campionato più incerto d'Europa, visto che almeno in cinque erano le pretendenti al titolo. Alla chiusura del calciomercato invernale, le news Serie A sono totalmente differenti: tifosi ed addetti ai lavori sono concordi che sarà un testa a testa solo tra il Napoli, attualmente primo, e la Juventus, distante due punti e reduce da tredici vittorie consecutive. Il miglior attacco contro la migliore difesa, un mix esplosivo tra le due squadre comunque più equilibrate del torneo. Della volata Scudetto ha parlato ai microfoni della 'Gazzetta dello Sport' Fabio Capello, uno che di titoli nazionali se ne intende visto che ne ha vinto undici tra Italia e Spagna in tutta la sua carriera da giocatore ed allenatore.

SCUDETTO - "La Juve è competitiva in tutti reparti. Il Napoli riesce a sviluppare meglio il gioco in verticale. - le sue parole - Secondo me il titolo si assegnerà in volata, anche se lo scontro diretto del 13 febbraio potrebbe lasciare il segno. Il fatturato della Juventus? Parlare di questo significa sminuire il lavoro della dirigenza della Juventus. I risultati di oggi sono frutto di un'oculata programmazione. Non si diventa ricchi e vincenti per caso".

HIGUAIN - "Lui il miglior centravanti d’Europa? E dove mettiamo allora Lewandowski, Ibrahimovic o Suarez? È sempre antipatico fare classifiche. Conosco bene Higuain perché lo portammo a Madrid io, Franco Baldini e Mijatovic, sono contento che sia arrivato a questi livelli perché ha lavorato sodo per migliorarsi".

BARZAGLI - "Si tratta del miglior difensore del nostro campionato, è l'unico ancora capace di affrontare gli avversari nell'uno contro uno. È accostabile ai grandi difensori di un tempo".

LE ALTRE - "Pensavo ad un maggior equilibrio. La Fiorentina è calata, l'Inter ha avuto un crollo, la Roma ha cambiato allenatore. Ora è solo Napoli-Juventus".




Commenta con Facebook