• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > Lazio-Napoli, ESCLUSIVO Denizli: "Cori razzisti inaccettabili. Per il Galatasaray sarà una lotta du

Lazio-Napoli, ESCLUSIVO Denizli: "Cori razzisti inaccettabili. Per il Galatasaray sarà una lotta dura"

Il tecnico dei turchi ha assistito al match tra capitolini e partenopei


Mustafa Denizli (Calciomercato.it)
ESCLUSIVO
Andrea Corti (@cortionline)

04/02/2016 10:30

LAZIO NAPOLI ESCLUSIVO DENIZLI / ROMA - In tribuna per il match di ieri sera tra Lazio e Napoli c'era anche uno spettatore interessato: all'Olimpico' era infatti presente Mustafa Denizli, allenatore del Galatasaray che nelle prossime settimane affronterà i capitolini in Europa League. Al termine del match Denizli ha parlato in esclusiva a Calciomercato.it: "Dopo il sorteggio abbiamo visto 8-9 partite della Lazio - ha esordito Denizli ai nostri microfoni - e ogni partita ci sono stati diversi cambiamenti. La Lazio è una delle squadre più importanti in Italia. La sconfitta con il Napoli non significa nulla rispetto alla partita che giocheremo con loro. Il nostro obiettivo è passare il turno, anche se non sarà facilissimo. Faremo il nostro meglio, sarà una lotta dura. Adesso è difficile dare percentuali, ma l'obiettivo è vincere considerando che giocheremo in casa all'andata: cercheremo di ottenere dei vantaggi. Sono felice di allenare il Galatasaray. La nostra arma è quella di giocare più offensivi contro la Lazio cercando di minimizzare le nostre difficoltà difensive. Dobbiamo segnare il prima possibile, altrimenti il passaggio del turno non sarà facile".

RAZZISMO - Poi Denizli ha commentato i cori razzisti di parte della tifoseria laziale: "Un atteggiamento di questo genere della tifoseria è inaccettabile. Nonostante i provvedimenti di Uefa e Fifa purtroppo è difficile controllare questi comportamenti di alcuni tifosi, che si ripetono. L'arbitro è stato tempestivo nel fermare la partita, è stata una cosa giusta e sono d'accordo. Fortunatamente i cori non sono continuati".




Commenta con Facebook