• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > LA MOVIOLA DI CM.IT: Doppio fallo su El Shaarawy, Ranocchia da rigore su Glik

LA MOVIOLA DI CM.IT: Doppio fallo su El Shaarawy, Ranocchia da rigore su Glik

Calvarese nega un penalty ai giallorossi, Guida grazia l'ex difensore dell'Inter


Ranocchia ©Getty Images
Emiliano Forte

04/02/2016 08:00

MOVIOLA, EL SHAARAWY RANOCCHIA/ MILANO – Non sono mancati gli episodi da moviola sui campi della Serie A nel corso del turno infrasettimanale, con gli arbitri che in alcuni casi hanno preso decisioni quantomeno discutibili. Nella gara di martedì che ha visto il Sassuolo ospitare la Roma, Calvarese ha lasciato correre su un doppio intervento prima di  Vrsaljko poi di Acerbi su El Shaarawy che probabilmente meritava la massima punizione. Qualche sbavatura di troppo anche in Frosinone-Bologna, dove Gervasoni grazia Rossettini autore del fallo da rigore che ha deciso la gara in favore dei padroni di casa. In Juventus-Genoa è molto fiscale Russo che non perdona a Zaza l'eccesso di foga con la quale si avventa su Izzo e lo espelle. Guida in Sampdoria-Torino non interviene su un contatto più che dubbio tra Ranocchia e Glik in area blucerchiata. Abbattista convalida la rete di Zapata in Empoli-Udinese, ma l'azione sembra viziata da un fallo.


 

SASSUOLO-ROMA 0-2, arbitro Calvarese 5 – Da segnalare almeno un paio di sviste piuttosto evidenti da parte del direttore di gara e dei suoi collaboratori, a partire dal rigore non concesso ad El Shaarawy nel corso del 14esimo minuto sul risultato di 1-0 per la Roma. Nell'azione incriminata il neo acquisto giallorosso subisce un primo intervento da parte di Vrsaljko che andava sanzionato per poi subire un secondo fallo ad opera di Acerbi che lo stende. Per Calvarese non ci sono gli estremi per indicare il dischetto del rigore ma le immagini gli danno torto. E' il minuto 65 quando Calvarese interrompe un'azione pericolosa del Sassuolo con protagonista Sansone per un fuorigioco inesistente. Giusto concedere il rigore al Sassuolo per l'intervento di Nainggolan su Pellegrini nel finale, così come sono corretti i due cartellini gialli mostrati al centrocampista giallorosso.

 

FROSINONE-BOLOGNA 1-0, arbitro Gervasoni 5 – Gestione tutt'altro che impeccabile da parte del fischietto della sezione di Mantova, protagonista in negativo negli episodi chiave del match. Superata l'ora di gioco arriva il secondo giallo all'indirizzo di Oikonomou per un fallo di mano prontamente sanzionato; pochi istanti prima, però, lo stesso fallo commesso da Brighi non ha portato alla medesima decisione da parte di Gervasoni. Giusto assegnare il rigore al Frosinone dopo 75 minuti di gioco per il fallo di Rossettini su Sammarco, ma a quel punto il difensore del Bologna meritava il rosso invece l'arbitro lo grazia estraendo il giallo.

 

PALERMO-MILAN 0-2, arbitro Mazzoleni 6,5 Corretta la decisione di sanzionare con un calcio di rigore il mani di Goldaniga in area rosanero dopo 32 minuti di gioco.

 

INTER-CHIEVO 1-0, arbitro Valeri 6,5Buona direzione in un match tirato e combattuto come dimostra il numero dei cartellini gialli al 90esimo. Valeri è apparso sempre sicuro e deciso anche nel valutare i contatti in area sui quali i giocatori hanno accennato delle proteste. Un esempio in tal senso il contatto Spolli-Palacio sul quale giustamente l'arbitro ha sorvolato. In pieno recupero i veronesi reclamano un rigore, ma Juan Jesus colpisce il pallone col petto e non con la mano.

 

JUVENTUS-GENOA 1-0, arbitro Russo 5,5Gara spigolosa e ricca di falli con Russo che non sempre adotta lo stesso metro di giudizio risultando in alcune fasi intransigente mentre in altre più permissivo e tollerante. Nel primo tempo manca un'ammonizione all'indirizzo di Morata che entra duramente sulle gambe di Munoz in scivolata. Da rivedere l'espulsione di Zaza che interviene in tackle su Izzo prendendo sia l'avversario che il pallone: c'è fin troppa foga nel gesto dell'attaccante bianconero così come forse è troppo severa la sanzione di Russo.

 

EMPOLI-UDINESE 1-1, arbitro Abbattista 5,5Nell'azione che porta al vantaggio friulano l'autore del gol Zapata commette fallo su Laurini ma il direttore di gara non vede e lascia proseguire. Giusto sanzionare il fallo di Adnan su Zielinski con il penalty poi fallito da Saponara nel corso della ripresa.

 

LAZIO-NAPOLI 0-2, arbitro Irrati 6,5Scattano da posizione regolare Higuain e Callejon nell'azione che porta in vantaggio i partenopei. Più difficile da valutare la posizione dello stesso Callejon quando al 26esimo scatta sul filo del fuorigioco e batte Marchetti con un pallonetto. Nel corso del minuto 65 la Lazio protesta per un intervento in area di David Lopez su Lulic ma le immagini danno ragione ad Irrati che lascia correre.

 

FIORENTINA-CARPI 2-1, arbitro Cervellera 5,5Match privo di episodi contestati con l'arbitro che dal canto suo non è parso sempre deciso e convincente nelle sue scelte.

 

SAMPDORIA-TORINO 2-2, arbitro Guida 5,5E' il minuto 42 quando Ranocchia in piena area strattona Glik con Guida che non interviene; il penalty per i granata ci stava.

 

VERONA-ATALANTA 2-1, arbitro Di Bello 6Toni va in gol al 14esimo ma il direttore di gara annulla per un fallo di Pazzini su Masiello; una decisione che non convince del tutto quella presa da Di Bello. Giusti entrambi i gialli mostrati all'atalantino Dramè.




Commenta con Facebook