• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-ATALANTA

Pazzini-gol dell'ex fa risorgere l'Hellas. Dramè ingenuo


Verona ©Getty Images
Giorgio Valentino Rossi

03/02/2016 23:09

ECCO LE PAGELLE DI VERONA-ATALANTA

 

VERONA

Gollini 6,5 – Nulla può sul gol di Conti che lo traffigge in scivolata da distanza ravvicinata. Bravo al 64’ a neutralizzare una bella conclusione di Diamanti prima e di Gomez poi.

Pisano 5,5 – Occupa la sua fascia di competenza con ordine. Fermare Gomez non è semplice per nessuno, soffre la sua velocità.

Moras 6 – Fa il suo compito senza tanti fronzoli.

Helander 5,5 – Oggi se la deve vedere contro avversari di livello ma se la cava bene con mestiere. Distratto però sul gol del vantaggio di Conti.

Albertazzi 5 – Si vede poco. Resta inchiodato dietro visto la pericolosità degli avversari e non riesce a spingere sulla sua corsia. Dal 68 ‘ Gilberto 6 – Dà freschezza e vivacità. Buono spunto al 71’ quando salta De Roon e mette in mezzo un traversone interessante che Ionita manda a lato.

Ionita 6 – Giocatore di quantità e sostanza, lotta su ogni pallone e non disdegna qualche sortita offensiva. Al 71’ colpisce debolmente di testa da distanza ravvicinata sprecando una chiara occasione da gol. Dal 78’ Gomez s.v.

Marrone 6 - Il giovane scuola Juventus, lotta in mezzo al campo come fosse un veterano. Bravo sia in fase di interdizione che in quella di costruzione del gioco.

Wszolek 6,5 – Solito motore di centrocampo, si distigue al minuto 83, quando imbecca Pazzini con un assist al bacio per la prima vittoria degli scaligeri in campionato.

Siligardi 6,5 – Segna il gol dell’1-1 dopo una percussione solitaria in area, andando al tiro che manda la palla alle spalle di sportello. Sostituito però nell’intervallo. 46’ Emanuelson 6 - Garantisce una buona spinta offensiva, come richiesto da mister Delneri.

Toni 6,5 – Si prende sulle spalle la sua squadra, non avrà più il guizzo dei bei tempi, ma la sua presenza in campo si fa sentire e non poco. Nel primo tempo segna un gran gol di testa con uno stacco degno del suo nome, ma l’urlo di gioia gli viene strozzato in gola dal fischio dell’arbitro Di Bello per presunto fallo di Pazzini su di un avversario. La salvezza è una chimera, solo i suoi gol potrebbero tener accesa la speranza.

Pazzini 7 – Tanto cuore, tanta voglia ma non riesce ad incidere sulla gara. Spesso nervoso. Suo il fallo in area su Masiello che porta all’annullamento del gran gol di Toni. Per forza di cose è l’uomo gara, perché regala il primo successo stagionale al Verona con una freddezza da campione.

All. Del Neri 6,5 – Il Verona non vinceva da agosto in Coppa Italia. La salvezza è un’utopia, ma la sua squadra dimostra carattere e spirito di gruppo.

 

ATALANTA

Sportiello 6 – Non può nulla sul gol di Siligardi che lo ha trafitto da distanza ravvicinata. Fortunato in occasione del gol annullato a Toni, che lo aveva superato con un colpo di testa alla sua maniera. Ottimo intervento su Marrone al 52’ che salva il risultato.

Toloi 5,5 - Non riesce a contenere le folate dei padroni di casa.

Masiello 6 - Il migliore di un pacchetto arretrato in evidente difficoltà. Ci mette una pezza in almeno un paio di circostanze.

Cherubin 5,5 - Wszolek è un cliente scomodo e lui se ne accorge soprattutto nella seconda frazione di gioco.

Dramè 4,5 – Non spinge come suo solito sulla fascia sinistra, ma pur sempre utile ed efficace grazie alla sua duttilità. Ammonito al 20’ per eccesso di foga, si ripete ingenuamente al 54’ e viene espulso per doppia ammonizione lasciando in dieci i compagni e scatenando l’ira di Edy Reja.

Migliaccio 6 – E’ il veterano della linea mediana bergamasca. L’allenatore gli affida le chiavi del centrocampo e lui lo gestisce in maniera continua.

De Roon 6 – Ordinato e intelligente, capace sia di coprire che creare ripartenze. Tecnica e fisico da far invidia.

Conti 6,5 – Quinta presenza in A e primo gol per il giovanissimo centrocampista della Dea. Reja ormai lo considera un titolare, gli mette vicino un uomo d’esperienza come Migliaccio, e lui dimostra tutto il suo valore ripagando cosi la fiducia del mister. Deve crescere e fare esperienza, cala nella ripresa. Dal 68’ Raimondi 5,5 - Si mette in evidenza più nei cinque minuti finali, che nel resto della gara.

Diamanti 6,5 – Riparte da Bergamo per dimostrare che è ancora un calciatore di livello. La tecnica è sempre la stessa, la determinazione e il carattere fanno il resto.

Gomez 6 – Del trio offensivo bergamasco è il meno incisivo nel primo tempo ma si rifà nella ripresa. Non mancano però impegno e sacrificio al servizio dei compagni. Dal 87 Brivio s.v.

Borriello 6 – Buona la prima. Si rimette in gioco dopo la breve parentesi al Carpi, lotta e cerca spesso la via del gol. Ottimo acquisto per Edy Reja. Dall'81' Pinilla s.v.

All. Reja 5,5 – Tre pareggi e tre sconfitte nelle ultime cinque gare, involuzione tecnica e tattica per la sua Atalanta, nonostante la classifica lascia fare sogni tranquilli ma il campionato è ancora molto lungo.

 

Arbitro: Di Bello 6 - Al 14’ annulla un gol di Toni per presunto fallo di Pazzini su Masiello in area. Proteste e molti dubbi. Distribuisce equamente i cartellini. Giusti entrambi i gialli che portano all’espulsione di Dramè.

 

TABELLINO

 

VERONA-ATALANTA 2-1

VERONA (4-4-2): Gollini; Pisano, Moras, Helander, Albertazzi (dal 68’ Gilberto); Ionita (dal 78’ Gomez), Marrone, Wszolek, Siligardi (dal 46’ Emanuelson); Toni, Pazzini. A disp.: Coppola, Samir, Bianchetti, Romulo, Furman, Greco, Jankovic, Fares. All.: Del Neri.

ATALANTA (4-3-2-1): Sportiello; Masiello, Toloi, Cherubin, Dramè; Migliaccio, De Roon, Conti (dal 68’ Raimondi); Diamanti, Gomez (dall'87’ Brivio); Borriello (dall'81' Pinilla). A disp.: Bassi, Cigarini, Raimondi, Freuler, Radunovic, Djimsiti, D'Alessandro, Kurtic, Gakpè, Monachello. All.: Reja.

Arbitro: Sig. Di Bello di Brindisi.

Marcatori: 30’ Conti (A), 42’ Siligardi (V), 83’ Pazzini (V)

Ammoniti: 15’ Albertazzi (V), 20’ Dramè (A), 43’ De Roon (A), 46’ Ionita (V), 83’ Migliaccio (A), 90’ Pinilla (A)

Espulsi: 54’ Dramè (A)

 




Commenta con Facebook