• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Palermo-Milan, Mihajlovic: "Prova di maturità. Ho camminato sempre a testa alta"

Palermo-Milan, Mihajlovic: "Prova di maturità. Ho camminato sempre a testa alta"

Il tecnico rossonero risponde ai giornalisti alla vigilia del turno infrasettimanale


Sinisa Mihajlovic © Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

02/02/2016 14:30

PALERMO MILAN CONFERENZA MIHAJLOVIC / MILANO - Messo da parte la vittoria nel derby, che ha occupato le news Milan a lungo, è tempo di rituffarsi sul campo: domani sera i rossoneri sono attesi dalla trasferta di Palermo nella quale vogliono dare segnali di continuità per aumentare le speranze Champions. Alla vigilia della sfida in terra siciliana, Sinisa Mihajlovic parla in conferenza stampa: Calciomercato.it vi offre in diretta le dichiarazioni dell'allenatore serbo. 

A Milan Channel' Mihajlovic afferma: "Per Menez vediamo: è da tanto tempo che non gioca e ha bisogno di ritrovare la condizione. Quando sarà pronto, lo metteremo in campo".

SQUADRA - "Serve lo stesso atteggiamento del derby in tutte le partite: se ci riusciamo, possiamo lottare per qualcosa di importante. Quando si vince la stanchezza si sente di meno, ma qualche cambio lo farò. E' una partita importante per trovare continuità". 

DERBY - "E' stata una bella soddisfazione vincere contro l'Inter, spero che questa vittoria abbia l'effetto di una bottiglia stappata. Ora aspettiamo Palermo per vedere se nella bottiglia c'era champagne, spumante o gazzosa. Ho sempre avuto fiducia in questi ragazzi". 

Inizia la conferenza

PROVA MATURITA'  - "Con il derby ci siamo tolti una bella soddisfazione, ora contro il Palermo ci aspetta una prova maturità. Dobbiamo avere la stessa testa e le stesse gambe. Se non dovessimo vincere domani sera, nessuno parlerebbe più del derby. I risultati con Roma, Fiorentina e Inter ci hanno dato consapevolezza, ora dobbiamo dare tutto. Abbiamo le qualità per recuperare posizioni in classifica". 

PALERMO - "Affronteremo una buona squadra, soprattutto da centrocampo in su ma dipende tutto da noi". 

FIDUCIA - "I risultati di certo aiutano, soprattutto se vinci con squadre che stanno davanti a te in classifica. Siamo migliorati tanto". 

SQUADRA CHIUSE- "E' più difficile, lo dicono i risultati anche se le prestazioni dicono altro. Con il Verona ci hanno annullato due gol, con il Bologna abbiamo avuto tante occasioni. Abbiamo creato ma siamo stati poco cinici". 

MOMENTI DIFFICILI - "Ci sono stati, anche per colpa della stampa. Non ha mai temuto l'esonero, inutile fasciarti la testa prima di romperla. Sono stato sempre sereno, ho camminato a testa alta: sai che sono cose che possono succedere ma vai avanti con serenità". 

CHAMPIONS - "Serve equilibrio: al momento, lo dice anche la classifica, siamo da Europa League. Stiamo lavorando per migliorare ma serve tempo: non si può cambiare tutto in una partita e questo deve essere tenuto a mente anche domani se le cose dovessero andare male". 

MANCINI - "Ci siamo parlati, dopo tanti anni insieme non ci possono essere problemi tra di noi. Dispiace per quanto accaduto, l'Inter è in difficoltà ma Mancini è un grande allenatore e troverà una soluzione". 

MIGLIORAMENTI - "I margini per crescere ci sono: secondo me abbiamo fatto meglio con la Fiorentina che con l'Inter. Per crescere serve più fiducia, ora possiamo giocare con la testa libera e nel secondo tempo del derby si è visto". 




Commenta con Facebook