• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, rifiutati 30 milioni per Icardi. Ora è al bivio: titolare o addio

Calciomercato Inter, rifiutati 30 milioni per Icardi. Ora è al bivio: titolare o addio

L'argentino, partito dalla panchina nei big match con Roma, Milan ed in Coppa Italia con la Juve e Napoli, vuole spazio e la Champions per restare


Mauro Icardi ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

02/02/2016 07:35

CALCIOMERCATO INTER ICARDI CHAMPIONS / MILANO - Alla fine si sono rivelate solo voci, nulla di concreto. Il nome di Mauro Icardi, improvvisamente, si sarebbe potuto trasformare in quello che avrebbe infiammato l'ultimo giorno della sessione invernale di calciomercato. Era stato dato come possibile partente dell'ultima ora di fronte ad un'offerta importante, superiore ai 25 milioni di euro. Ma nessuna conferma, nessun addio. Almeno per ora.

L'Inter si tiene stretta il suo capitano e capocannoniere, almeno fino all'estate quando gli scenari potranno decisamente cambiare. Ora l'argentino è praticamente incedibile, come confermano i 30 milioni di euro provenienti dalla Premier League, probabilmente dal Manchester City, che secondo 'La Gazzetta dello Sport' sarebbero stati rifiutati dalla dirigenza nerazzurra appena una settimana fa. Ma a fine stagione? Si vedrà. In mezzo ci sono altri quattro mesi in cui tutto può cambiare. Perché 'Maurito' è felice e sta bene a Milano, ma le esclusioni dal primo minuto nei big match contro Roma, Napoli Juventus in Coppa Italia e l'ultima nel derby col Milan di certo non lo hanno fatto saltare di gioia. Icardi vuole giocare e, soprattutto, vuole disputare la prossima Champions League, vero e proprio nodo fondamentale della questione. Senza quella, l'addio sarebbe molto più di una semplice ipotesi.

Qualcosa è cambiato, soprattutto nel rapporto con l'allenatore Roberto Mancini che, giusto sei mesi fa, aveva chiesto esplicitamente al presidente Erick Thohir di togliere Mauro Icardi dal calciomercato Inter, vero ed unico punto fisso del suo progetto tattico. Ed invece? Invece l'incompatibilità dimostrata in campo con Stevan Jovetic e le continue richieste da parte del tecnico di lavorare di più per la squadra sembrano aver fatto scattare qualcosa. Agli occhi di Mancini non è più quello dell'estate. Incedibile sì a gennaio, ma di sicuro non intoccabile. Bastone e carota, da quel "avrei segnato pure io a 50 anni" a "a fine stagione farà i suoi 20 gol". Serve una scossa, serve la scossa di Icardi.




Commenta con Facebook