• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-INTER

Honda e' determinante, Kucka domina fisicamente. Che fiammate Niang! Icardi affonda i nerazzurri, Santon scelta errata


Festa Milan ©Getty Images
Stefano Carnevali

31/01/2016 22:51

Ecco le pagelle di MILAN-INTER:

 

MILAN

Donnarumma 6 – Poche parate, ma tanto lavoro. E' efficace, ma non sempre preciso, come in occasione della sua uscita spericolata a fine primo tempo. Da brividi con i piedi, in avvio di ripresa: rimedia di pugno. Poco dopo è bravo su un'altra uscita complicata e fuori area. 

Abate 6 – Buon primo tempo: liquida Ljajic e riesce anche a spingere con buona continuità.

Alex 6,5 - Nettamente il migliore della difesa rossonera: grande sapienza tattica e chiusure molto delicate. Bravissimo in occasione del gol, quando ci mette tutta la sua forza. Davvero ingenuo in occasione del 'tocchetto' che porta al rigore per l'Inter.

Romagnoli 6,5 – Primo tempo faticoso: dalla sua parte l'Inter spinge tanto e bene. Stavolta è lui a ringraziare più volte Alex. Cresce con il passare dei minuti. Secondo tempo in controllo. 

Antonelli 6 - Primo tempo non semplice: deve faticare molto in fase difensiva e in avanti sbaglia un po' troppo. Però riesce a 'tenere botta' un po' in tutte le circostanze.

Honda 7 – Buon primo tempo, in cui ha costantemente la meglio su Juan Jesus. Pregiato l'assit per il gol di Alex. Continuità ed efficacia anche nella ripresa: una delle migliori uscite in rossonero. Utile persino in ripiegamento. Dall'89' Boateng s.v.

Kucka 7 – Preferito a Bertolacci per dare più equilibrio e, soprattutto, per fisicità. Per tutto il primo tempo è il più ispirato: recupera palla ed è efficace anche in percussione offensiva.

Montolivo 6 – Patisce la pressione avversaria e perde qualche pallone di troppo. Tiene bene la posizione, però, e garantisce ordine alla manovra. Secondo tempo maggiormente in controllo, anche se pecca ancora di precisione. 

Bonaventura 6 – Non parte bene: tocca molti palloni, ma li gioca con grande imprecisione. Anche in una serata non positiva, però, tiene sempre in apprensione Santon. Quando trova la prima giocata, fa fuori Santon e arriva l'assit per Niang. 

Niang 7 – Gira a vuoto e sbaglia un numero fastidioso di tocchi. Disordinato e confusionario. Fa un po' meglio nella ripresa: è più coinvolto e, per quanto commetta comunque un numero esorbitante di errori, un po' più utile. Bello l'assist per il gol di Bacca. Con doppio, tocco, ma è puntuale per il 3-0. Dal 79' Balotelli 6 - Giusto il tempo per far fare il 'consueto' miracolo ad Handanovic e perchè no, rimediare un'ammonizione.

Bacca 7 - Si infrange sempre sulla difesa avversaria, però lotta con impegno e, in qualche modo, crea costantemente grattacapi alla difesa avversaria. Si prende tutte le rivincite, anche su Miranda, con il gran gol del 2-0. Dall' 85' Bertolacci s.v.

All. Mihajlovic 7 – Solito 4-4-2, con Kucka al posto di Bertolacci. Dopo un avvio promettente, la squadra si fa soverchiare dalla fisicità dell'Inter. Con il passare dei minuti, però, le cose migliorano: l'Inter è ingabbiata e i rischi diminuiscono. A dimostrazione di una squadra con zavorre mentali, cambia tutto con i singoli episodi: dopo il rigore fallito dall'Inter, il Milan si ritrova e dilaga. Se c'è tenuta mentale, il Milan può crescere. 

 

INTER

Handanovic 6 – Pochi interventi e nessuna colpa sul gol di Alex. Poche colpe anche sul gol di Bacca, si supera prima del 3-0 di Niang e anche, nel finale, su Balotelli. 

Santon 4,5 – Rispolverato dopo parecchio tempo è subito in difficoltà: fatica anche con un Bonaventura non ispirato e viene sovrastato da Alex in occasione del gol. Appena Bonaventura trova la giocata, lui si fa travolgere e arriva il 3-0.

Miranda 5,5 – Buon primo tempo: ferma con autorità Bacca e non lo soffre nemmeno in velocità. Miracoloso al 35' su Honda. Tiene in piedi la baracca in più di un'occasione, ma affonda anche lui sul gol di Bacca. 

Murillo 5 – Troppo irruente: tanti falli, cercando sempre l'anticipo. Rischia l'ammonizione tante volte, ma la scampa sempre. Crolla nella ripresa. 

Juan Jesus 5 – Sempre in difficoltà contro Honda, anche dal punto di vista della corsa. Dalla sua parte, nella ripresa, il Milan sfonda con eccessiva facilità. 

Medel 5,5 – Recupera tantissimi palloni e non fa mai mancare la pressione sul portatore di palla avversario. Meno bene anche lui nella ripresa. 

Brozovic 5 – Poca qualità per tutto il primo tempo. Non riesce mai a gestire il gioco e si fa prendere in mezzo troppo di frequente. Serataccia. 

Perisic 5 – Alti e bassi: ha qualche guizzo pericoloso, ma trascorre anche lunghi minuti sonnecchioso e inefficace. Nella ripresa trova pochissime palle giocabili e le gestisce male. Dal 77' Melo s.v.

Eder 5,5 – Parte subito titolare e molto propositivo: con la sua velocità mette sempre in apprensione la retroguardia del Milan. In avvio, però, si mangia un gol clamoroso di testa. Scompare nella ripresa. 

Ljajic 4,5 – Annullato da Abate per tutto il primo tempo, cerca miglior fortuna sulla fascia opposta: va meglio, ma dura pochissimo. Molto male anche nella ripresa. Dall'87' Telles s.v.

Jovetic 5,5 – Centravanti di movimento. Fatica a entrare nel gioco, anche se alcuni tocchi sono geniali. Con il passare dei minuti aumentano i passaggi a vuoto.  Dal 64' Icardi 4,5 - Sfiduciato. Entra e si procura in modo rocambolesco il rigore del pareggio. Lo calcia sul palo e poi scompare. 

All. Mancini 4,5 – 'Silura' Icardi, lancia Eder, rispolvera Santon e propone un modulo molto molto offensivo. Le cose, però, non funzionano: l'attacco leggero è presto disinnescato e Santon incappa in una serataccia. La squadra sbanda clamorosamente e, dopo gli episodi sfavorevoli, ha un evidente crollo psicologico. Lui non aiuta proprio per niente. 

 

Arbitro: Damato 4,5 – Manca un fuorigioco contro l'Inter al 6'. Giusto fischiare contro Eder al 7': gomito largo della punta su Antonelli, prima che il terzino lo agganci. Molti dubbi, invece, per l'impatto di Miranda su Kucka al limite dell'area nerazzurra. Giusto il fuorigioco di Niang al 16'. Manca il giallo a Santon al 25': fallo molto duro su Bonaventura, subito dopo un altro intervento irregolare. Poco dopo perdona anche Eder. Al 30' applica un vantaggio per il Milan che, però, non si concretizza. Giusto il giallo per Jovetic, così come può aver senso non ammonire Niang poco dopo: il fallo di mano del montenegrino è difensivo e blocca la ripartenza di Honda. Quello di Niang è un controllo mancato. Giusto non dare il rigore al 5' della ripresa: Donnarumma, dopo l'errore con i piedi, è bravo a colpire il pallone di pugno su Eder. Però, avendo Donnarumma giocato per primo il pallone con a mano, dopo il tocco di piede errato, sarebbe dovuto essere calcio di punizione a due. 12' della ripresa: vanno giù prima Bacca, poi Montolivo: Damato lascia correre, l'Inter riparte e arriva l'ammonizione per Alex. 15' ripresa: Murillo abbatte Niang: Damato non ravvisa nulla, poi 'rimedia' con un fallo laterale in favore dell'Inter, che però non c'era. Manca il giallo a J. Jesus che, al 17', abbatte Honda per cercare di fermare il contropiede del Milan. Un minuto dopo non viene nemmeno ravvisato un controllo di mano di Niang piuttosto evidente. Il rigore a favore dell'Inter è 'generoso' ma corretto: Alex a quel punto forse meriterebbe il secondo giallo. Tanta confusione.

 

TABELLINO

MILAN-INTER 3-0

MILAN (4-4-2): Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Honda (89' Boateng), Kucka, Montolivo, Bonaventura; Niang (79' Balotelli), Bacca (85' Bertolacci). All. Mihajlovic. A DISP: Poli, De Sciglio, Abbiati, Calabria, Simic, Menez, Mauri, Zapata, Livieri.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Santon, Miranda, Murillo, J. Jesus; Medel, Brozovic; Perisic (77' Melo), Eder, Ljajic (87' Telles); Jovetic (64' Icardi). All: Mancini. A DISP: D'Ambrosio, Gnoukouri, Carrizo, Nagatomo, Kondogbia, Berni, Palacio, Manaj.

Arbitro: Damato

Marcatori: 58' Alex, 73' Bacca, 77' Niang (M)

Ammoniti: 46' Jovetic (I); 58' Alex, 65' Kucka, 80' Balotelli (M)

Espulsi: 50' Mancini (Allenatore Inter)

Note: al 70' Icardi (I) calcia un rigore sul palo




Commenta con Facebook