• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-JUVENTUS

Morata è rinato. Cacciatore disastroso, Inglese l’unico da seguire


Chievo-Juventus © Getty Images
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

31/01/2016 14:24

ECCO LE PAGELLE DI CHIEVO-JUVENTUS

 

CHIEVO

Bizzarri 6 – Può poco o nulla sui due tap-in di Morata e sulla rete di Alex Sandro. Arrivato al gol di Pogba, si arrabbia con la difesa, ma ormai è troppo tardi.

Cacciatore 4,5 – Lichtsteiner mette a ferro e fuoco l’out di destra e lui ci capisce davvero poco. Nell’azione del gol di Morata si fa sorprendere da uno spunto dello svizzero, che lo supera in velocità e mette al centro per l’accorrente spagnolo. A fine primo tempo è ancora protagonista in negativo nel raddoppio bianconero non marcando adeguatamente l’ex Real Madrid. Pessima la sua gara.

Frey 4,5 – La sua marcatura su Morata è quanto mai libertina. Nell’occasione del gol dello spagnolo si fa sorprendere da quest’ultimo alle spalle. Anche sul 2-0 della Juventus ci mette lo zampino in negativo non riuscendo a tamponare Khedira.

Dainelli 5 – Nell’occasione del 3-0 bianconero di fa sorprendere da Lichtsteiner alle spalle. Poco dopo viene messo a sedere da Pogba che realizza il 4-0. Anche lui, come tutta la difesa veronese è tutto tranne che impeccabile.

Sardo 5 – Va in grande difficoltà nel tenere Dybala, che gli sguscia continuamente alle spalle. Prestazione deludente per lui.

Castro 5,5 – In fase propositiva tocca davvero pochi palloni. In quella di contenimento, invece, va in difficoltà nell’accorciare su Khedira e non aiuta Cacciatore nel tenere Lichtsteiner.

Radovanovic 6 – Poco dopo l’inizio del match rischia il rosso con un fallaccio spacca-gamba su Dybala. Non riesce a fare filtro a centrocampo, gara non perfetta la sua. Dal 61’ Pinzi 5,5 – Non riesce a fare legna a centrocampo. Con lui le cose non cambiano, la Juve ormai ha preso il largo.

Rigoni 6 – Quando può si spinge in avanti, in appoggio agli attaccanti clivensi. Strappa la sufficienza con una gara diligente, priva di sbavature.

Birsa 5,5 – Dovrebbe essere l’uomo di qualità del Chievo, dovrebbe innescare i due attaccanti clivensi con i suoi assist. Ma non fa niente di tutto ciò e offre al pubblico del ‘Bentegodi’ una prova decisamente opaca. Dal 68’ Pellissier 5,5 – Non riesce a farsi vedere mai. Questo Chievo ha bisogno di un sostituto di Paloschi, è palese.

M’Poku 5,5 - Si impappina quando si trova con la palla tra i piedi.  Non riesce mai a dialogare con Inglese e viene annichilito da Barzagli. Dal 73’ Gobbi s.v.

Inglese 6 – Fa a sportellate con la difesa juventina e si rende protagonista di qualche buona sponda per i compagni.

All. Maran 5 – Il Chievo sembra voler imporre il proprio gioco e non voler fare barricate, poi al 6’ arriva la rete di Morata e i clivensi si sciolgono sotto una pioggia bianconera. Davvero blanda la resistenza gialloblù. I ragazzi di Maran sono apparsi inconsistenti, quasi vittima sacrificale per il cannibale Juventus.

 

JUVENTUS

Buffon 6 – Non tocca palla e ci si ricorda di lui solo per l’annuncio dello speaker ad inizio gara. Spettatore non pagante.

Barzagli 6,5 – Giganteggia in difesa risolvendo parecchie situazioni intricate. Fa sempre la cosa giusta e quando si ritrova la palla tra i piedi non la butta mai.

Bonucci 6 – Esce spesso dai blocchi per lanciare in profondità gli attaccanti. Tiene bene Inglese nel complesso, buona la sua prestazione.

Caceres 6 – Tocca pochi palloni, da quel lato il Chievo si fa vedere davvero poco, è comunque sempre attento e non sfigura in quella posizione.

Lichtsteiner 7 – Morde quella fascia con ferocia. Pronti via, fa a fette Cacciatore e appoggia la palla sui piedi di Morata che mette in rete per il gol dell’1-0. Diventa determinante nell’azione del 3-0 con l’assist per Pogba. Partita perfetta per lui. Dall’81’ Padoin s.v.

Khedira 6,5 – Tampona il Chievo da quel lato e quando può si concede proficue licenze offensive. Confeziona l’assist perfetto per il 2-0 di Morata. Dal 45’ Sturaro 6 – Entra e non sfigura, svolge il compitino strappando il sei pieno.

Marchisio 6 – Orchestra la manovra bianconera con eleganza e precisione. Non tenta mai la giocata ad effetto, ma bada al sodo non sfigurando mai. Dal 69’ Hernanes 6 – Per lui un buono spezzone di gara. Riparte da qui la sua stagione.

Pogba 7,5 – Mostra tutto il suo strapotere tecnico e fisico a centrocampo. Prova diverse volte la conclusione dalla distanza, anche se con scarso successo.  Nella ripresa offre l’assist al bacio per il gol del 3-0 di Alex Sandro. Poco dopo mette a sedere Dainelli e realizza la rete del 4-0, semplicemente incredibile.

Alex Sandro 7 – Parte un po’ contratto e compie qualche errore di troppo in fase di rifinitura. Cresce con lo scorrere del tempo e anche lui offre il suo contributo alla causa bianconera. Nel secondo tempo con una bomba dall’interno dell’area mette il suo sigillo per il gol del 3-0. Poco dopo va vicino alla doppietta colpendo la traversa. Anche lui sembra ormai perfettamente calato nella realtà juventina.

Morata 7,5 – I difensori del Chievo gli offrono una discreta libertà e lui la sfrutta alla grande. Poco dopo il fischio d’inizio sorprende la retroguardia clivense alle spalle e appoggia in porta la palla del vantaggio bianconero sbloccandosi finalmente dopo tanti mesi di astinenza. Sul crepuscolo del primo tempo con un’azione fotocopia firma la sua personale doppietta. Quattro gol in due partite tra campionato e Coppa Italia, è ufficiale, lo spagnolo è rinato.

Dybala 7 – Dialoga bene con Pogba e spesso si abbassa per trovare aria dall’asfissiante marcatura clivense. Compie giochi di prestigio a metà campo e si guadagna diverse punizioni. Non trova il gol, ma ci metto lo zampino in quasi tutte le azioni da rete dei bianconeri.

All. Allegri 7 – La Juventus mette subito le cose in chiaro e si porta sul 2-0 già a fine primo tempo. I bianconeri costruiscono e sprecano tanto, ma non rischiano praticamente nulla da parte del Chievo. I ragazzi di Allegri sembrano una macchina perfetta e agguantano il record di vittorie consecutive di Conte. 

Arbitro Doveri 5,5 – Gestisce bene la gara ammonendo il giusto. Sul primo gol di Morata, lo spagnolo sembra in leggerissimo fuorigioco, ma è davvero difficile giudicare, sembra questione di millimetri. Al 28’, invece, Dybala cade sotto gli occhi del fischietto capitolino, che lascia proseguire, se simulazione c’è, manca il giallo per l’argentino.

 

TABELLINO

CHIEVO-JUVENTUS 0-4

Chievo (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Frey, Dainelli, Sardo; Castro, Radovanovic(dal 61’ Pinzi), Rigoni; Birsa(dal 68’ Pellissier); M’Poku(dal 73’ Gobbi), Inglese. A disp.: Depaoli, Spolli, Bressan, Seculin, Damian, Costa. All. Maran.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Lichtsteiner(dall’81’ Padoin), Khedira(dal 45’ Sturaro), Marchisio(dal 69’ Hernanes), Pogba, Alex Sandro; Morata, Dybala. A disp.: Favilli, Rubinho, Zaza, Pereyra, Cuadrado, Neto, Chiellini, Rugani. All. Allegri.

Arbitro: Daniele Doveri di Roma

Marcatori: 6’ Morata (J), 40’ Morata (J), 61’ Alex Sandro (J), 67’ Pogba (J)

Ammoniti: 9’ Radovanovic (C), 20’ Alex Sandro (J), 54’ Sardo (C), 84’ Hernanes (J), 85’ Pinzi (C)

Espulsi:




Commenta con Facebook