• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Chievo-Juventus, Marotta: "Non è una corsa a due col Napoli. Su Allegri e Saponara..."

Chievo-Juventus, Marotta: "Non è una corsa a due col Napoli. Su Allegri e Saponara..."

L'amministratore delegato bianconero discute di campionato e mercato


Beppe Marotta ©Getty Images
Luca Incoronato

31/01/2016 12:00

CHIEVO JUVENTUS MAROTTA SERIE A / VERONA - A breve la Juventus scenderà in campo contro il Chievo, provando a conquistare la dodicesima vittoria conecutiva, che varrebbe il primato in classifica, in attesa del match del Napoli. Ecco le parole dell'amministratore delegato bianconero Marotta: "Non credo sia una corsa a due col Napoli. - ha dichiarat a 'Premium Sport' - Inter, Roma e Fiorentina sono accreditate come noi per il titolo. E' un campionato ancora lungo, dunque c'è tempo e ci sono punti a sufficienza per competere".

FUTURO ALLEGRI - "Allegri ha tutte le credenziali per allenare la Juventus ancora per tanti anni. Ritengo non sia giusto avere un allenatore in scadenza. E' normale che al momento opportuno discuteremo della situazione. La Juventus non intende ripartire con un allenatore in scadenza, che si chiami Allegri o meno. Al momento però non è una preoccupazione. Quello contrattuale è soltanto un aspetto formale, che non presenta problemi".

MERCATO - "I risultati dicono che anche senza un giocatore tra le linee la Juventus abbia vinto e ottenuto risultati. Gli allenatori come Allegri sono però in grado di valorizzare i giocatori che la società gli mette a disposizione. Ciò che conta però è la squadra, dove il giocatore è parte del gruppo. Saponara è un ottimo giocatore, ma va considerato anche il fattore della maturazione di un giocatore giovane. Lo dimostra l'esperienza al Milan, e quella di Dybala nei primi mesi alla Juventus".

MANDZUKIC - "Non azzardo ipotesi sui tempi di recupero, ma siamo fiduciosi".

 

 




Commenta con Facebook