• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-SASSUOLO

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-SASSUOLO

Denis saluta i suoi tifosi con il gol del pareggio. Berardi, fuori ruolo, si fa trovare al posto giusto


German Denis © Getty Images
Rocco Crea

30/01/2016 20:07

ECCO LE PAGELLE DI ATALANTA-SASSUOLO:

 

ATALANTA

Sportiello 6 – Sempre attento nell’ordinario lavoro di amministrazione, non può nulla sul gol di Berardi.

Toloi 6 – Si fa male subito, in occasione della rete annullata al Sassuolo. Resiste come può sino al 22’ ma poi è costretto ad alzare bandiera bianca. Dal 22’ Diamanti 6 – Entra e contribuisce a rendere più imprevedibile la manovra dell’Atalanta. Offre un saggio di tecnica sopraffina fatta di buoni appoggi ed eccellenti stop. Necessita di giocare di più per recuperare una condizione fisica ottimale.

Masiello 6 – Rude se serve, ma anche molto concreto e senza fronzoli. Gioca al centro del terzetto difensivo schierato da Reja e si fa valere su quasi tutti i palloni.

Cherubin 5,5 – Risulta decisiva la deviazione sul pallone messo in mezzo da Vrsaljko e finito, a causa del suo tocco, sui piedi dell’accorrente Berardi in occasione del vantaggio neroverde.

Dramè 4,5 – Il gol di Berardi ce l’ha sulla coscienza. Grave, difatti, l’errore di posizione sul lancio di Magnanelli che pesca Vrsaljko, a causa della sua cattiva lettura di gioco. L’episodio lo condiziona anche nel prosieguo della gara, poiché latiteranno le sue sortite offensive.

Cigarini 6,5 – Rassicurato dall’ottimo schermo difensivo costituito da De Roon, gioca di prima e tenta di velocizzare la manovra dei suoi. Buone alcune soluzioni smarcanti per i compagni, va vicino al gol quando conclude in porta su ottimo servizio di Denis, ma Consigli blocca.

De Roon 6 – Corre molto e recupera una buona quantità di palloni. Aiuta spesso il giovane Conti raddoppiando su Berardi. In fase d’impostazione, oggi, la maggior parte del lavoro è svolta da Cigarini.

Kurtic 6,5 – Buona la sua prova. Con un delizioso filtrante mette nelle condizioni Denis di calciare pericolosamente al 15’. Determinante nel gioco senza palla, effettua un inserimento che coglie di sorpresa i due centrali del Sassuolo, costringendo Consigli a causare il calcio di rigore.

Conti 6,5 – Un po’ timido in fase di spinta, anche perché Berardi non è cliente semplice da contenere. Anzi, proprio in fase difensiva viene spesso aiutato da De Roon ma lui non rischia mai nulla ed anzi, limita molto bene il numero 25 del Sassuolo. Gara giocata con buona personalità.

Gomez 6 – La sua gara è fatta di fiammate. Certamente non il miglior Gomez della stagione ma, quando si accende, il Papu sa sempre rendersi vivace.  Si nasconde un po’ troppo però, ed i palloni giocabili diventano pochi anche per lui.

Denis 6,5 – La gara d’addio non poteva che portare la sua firma sul tabellino dei marcatori. Lotta su tutti i palloni, specialmente nel corso del primo tempo, e per due volte prova a concludere a rete prima di segnare su respinta di Consigli in virtù del rigore concesso per atterramento di Kurtic. Esce fra gli applausi del suo pubblico, in un momento generale di commozione. Dall’82’ Borriello s.v.

All. Reja 6 – Passa al 4-3-3 quando perde Toloi causa infortunio. Tuttavia Diamanti gli regala maggiori spunti per rendere pericolosa la manovra. La sua Atalanta comunque non esprime il bel gioco ammirato nella prima parte di stagione.

 

SASSUOLO

Consigli 6,5 – Respinge in tuffo basso una conclusione velenosa di Denis al quarto d’ora di gioco, poi atterra Kurtic in area causando il calcio di rigore in favore dell’Atalanta. Bravo ad intuire il tiro di Denis, l’argentino però non lo perdona sul successivo tap-in.

Vrsaljko 6,5 – Ingaggia un bel duello con Dramè sull’out di destra. Raccoglie bene il suggerimento di Magnanelli, mettendo in mezzo il pallone che giunge a Berardi per la rete del vantaggio. Sempre temibile quando avanza sulla fascia palla al piede.

Antei 5,5 – Qualche responsabilità sull’inserimento di Kurtic che causa il rigore realizzato da Denis. Non legge la giocata del centrocampista orobico, quindi anticipa addirittura l’uscita di Consigli franandogli addosso.

Acerbi 6,5 – Ingaggia un duello tutto fisico con Denis, ma regge bene. Gara condotta con sicurezza e personalità, provvede a chiudere tutti gli spazi e risulta sempre pulito nei contrasti. Non sbaglia nulla.

Longhi 5,5 – Gara giocata esclusivamente in difesa. Non avanza mai, e Berardi ne risente pure delle mancate sovrapposizioni.

Biondini 6 – Solita gara fatta di tanta corsa e sacrificio. Aiuta capitan Magnanelli in fase di non possesso, chiudendo tutti gli spazi. Talvolta accompagna le azioni offensive dei compagni ma, com’è anche comprensibile, non sempre riesce ad essere preciso.

Magnanelli 7 – Da’ il là all’azione del vantaggio aprendo per Vrsaljko sull’out di destra. E’ ovunque, e risulta decisivo nelle chiusure in mezzo al campo ma anche a ridosso dell’area di rigore neroverde.

Duncan 6 – Gara sufficiente del centrocampista che sostituisce l’infortunato Missiroli. Nel primo tempo sbaglia troppi passaggi, nel secondo offre un prezioso contributo anche in fase di appoggio.

Berardi 6,5 – Costretto a giocare a sinistra, in quella che solitamente è la posizione di Sansone, le sue giocate danno a vedere sin dai primi minuti la sua sofferenza tattica. Tuttavia il senso del gol lo porta a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto, quando si tratta di calciare a rete il pallone del momentaneo vantaggio. Risulta un po’ troppo impreciso dai calci da fermo. Dal 90’ Politano s.v.

Falcinelli 6,5 – Buona la sua prova. E’ il migliore dei tre attaccanti a disposizione di Di Francesco in realtà, ma gli manca la pericolosità sotto porta. Abile nella difesa del pallone, praticamente i bergamaschi non riescono mai a strappargliela dai piedi. Sacrifica il suo apporto in zona gol per il bene della squadra. Dal 72’ Trotta s.v.

Defrel 5 – Si vede poco e combina meno nel primo tempo. Troppi palloni persi e giocati male. Nel secondo, invece, prova a rendersi protagonista di qualche buona ripartenza ma non riesce ad andare oltre questo. Dal 72’ Sansone s.v.

All. Di Francesco 6 – Non il miglior Sassuolo della stagione, tuttavia buon punto portato a casa dall’Atleti Azzurri d’Italia. Incomprensibile la scelta di far giocare Berardi a sinistra, anche se certamente viziata dalla scelta di dare anche a Defrel una maglia da titolare.

 

Arbitro: Gavillucci 5 – Molti dubbi sulla rete annullata al Sassuolo. Dramè tiene in gioco Berardi al momento della conclusione di quest’ultimo. Molte proteste degli ospiti sul rigore concesso all’Atalanta: la decisione è al limite ma il contatto fra Consigli e Kurtic sembra esserci.

 

TABELLINO

ATALANTA-SASSUOLO 1-1

Atalanta (3-5-2): Sportiello; Toloi (dal 22’ Diamanti), Masiello, Cherubin; Dramè; Cigarini, De Roon, Kurtic (dal 72’ Migliaccio), Conti; Denis (dall’82’ Borriello), Gomez. A disposizione: Brivio, Gakpe, Estigarribia, Raimondi, D’Alessandro, Monachello, Freuler, Bassi. All. Reja.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Antei, Acerbi, Longhi; Biondini, Magnanelli, Duncan; Berardi (dal 90’ Politano), Falcinelli (dal 72’ Sansone), Defrel (dal 72’Trotta). A disposizione: Broh, Pomini, Pegolo, Pellegrini, Gazzola, Cannavaro. All. Di Franscesco.

Marcatori: 27’ Berardi (S), 31’ Denis (rig.) (A)

Arbitro: Claudio Gavillucci (Sez. di Latina)

Ammoniti: 24’ Conti (A), 30’ Consigli (S), 32’ Berardi (S), 65’ Defrel (S), 68’ Diamanti (A), 70’ Longhi (S)

Espulsi:




Commenta con Facebook