• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BARCELLONA-ATLETICO MADRID

PAGELLE E TABELLINO DI BARCELLONA-ATLETICO MADRID

Filipe Luis disastroso, Suarez inarrestabile. Carrasco l'ultimo a mollare per i 'colchoneros'


Luis Suarez © Getty Images
Vincenzo Matino (Twitter: @vincenzomatino)

30/01/2016 17:51

ECCO LE PAGELLE DI BARCELLONA-ATLETICO MADRID 

 

BARCELLONA

Bravo 7 - Pronti, partenza e via: al secondo minuto l'estremo difensore blaugrana si supera, smanacciando in angolo un gran sinistro di Saul. È il primo regista della squadra e dimostra un'insistita sicurezza nel gestire palla, anche sotto il pressing forsennato di Griezmann e compagni. Nella ripresa proprio sull'attaccante francese, compie una parata miracolosa di piede evitando il pareggio. 

Alves 5,5 - Sbanda insieme ai compagni di reparto in occasione del gol di Koke. Non sempre reattivo nelle diagonali difensive, si sgancia bene nelle folate offensive, soprattutto quando a cercarlo è Messi. Dall' 82' Roberto s.v.

Piqué 6 - Partita ordinata del gigante difensivo del Barcellona. Sbaglia poco o nulla in chiusura, preferendo affidare ai piedi più saggi dei centrocampisti l'impostazione della manovra. 

Mascherano 5,5 - Più di una volta viene preso di infilata dai velocisti dell'Atletico, soprattutto nella prima frazione di gioco. Prova a mettere il fisico contro Griezmann, che riesce però nell'uno contro uno a bruciarlo in velocità. 

J.Alba 6,5 - Eccezionale l'assist che serve a Messi per l'1-1: sgroppata sulla fascia sinistra, finta di cross con relativo difensore avversario giù per terra e rasoterra semplice per il Pallone d'Oro che non sbaglia. Bravo in fase di non possesso, dove grazie alla sua velocità riesce a mettere una pezza quando sbaglia Mascherano in chiusura. 

Rakitic 6 - Arriva in ritardo sul gol di Koke, non riuscendo a rimediare al buco difensivo lasciato dai suoi compagni. Cresce con il passare dei minuti, mettendo in campo tanta grinta qualità. Dal 66' Arda 6 - Mette da parte l'emozione da ex e sfiora anche il gol. 

Busquets 6 - È come sempre il metronomo dei catalani, indispensabile nella costruzione della manovra. Tantissimi i palloni recuperati e poi serviti in modo pulito ai propri attaccanti. Una sicurezza.

Iniesta 6 - 'Don Andrés' parte a ritmi bassi, troppo bassi per l'arrembaggio iniziale dell'Atletico. Quando però i madrileni iniziano a calare il ritmo del loro pressing forsennato, il canterano inizia la solita melina con i compagni di reparto, senza però incidere negli ultimi 20 metri. 

Messi 7,5 - Un primo tempo da incorniciare per il Pallone d'oro 2015. Ci mette un po' per carburare, visto l'eccessivo agonismo con cui Godin e filipe Luis lo marcano. Al 30' però rimette il Barcellona in pista firmando l'1-1. Qualche minuto dopo serve un geniale assist a Suarez, che lanciato nello spazio non sbaglia e firma il 2-1.

Suarez 7,5 - Si sono persi gli aggettivi per descrivere questo straordinario attaccante. Godin lo limita per gran parte del primo tempo, ma al 38' approfitta dello spazio lasciatogli da Gimenez e scatta come un falco verso l'area di rigore, dove Oblak non può fare molto per evitare la rete. Per lui 30 gol in 31 partite. Nella ripresa la sua mobilità costringe al secondo fallo da ammonizione Godin. 

Neymar 6 - Marcato con metodi d'altri tempi dai difensori avversari, il brasiliano non riesce ad accendersi completamente. Diverte con una serie di giocate, ma non riesce a incidere come suo solito. In una giornata no è comunque lui a mettere in moto l'azione dell'1-1

All. Luis Enrique 6,5 - Conscio degli spropositati mezzi tecnici e della forza mentale dei suoi calciatori, fa sfuriare l'Atletico nella prima mezz'ora per poi colpire con un doppio schiaffo in dieci minuti. Bravo a guidare i suoi nei rari momenti di difficoltà del match. 

 

 

ATLETICO MADRID 

Oblak 6 - Praticamente impossibile opporsi in occasione delle reti avversarie. Vede svanire nel nulla la possibilità di raggiungere il record di imbattibilità, ma contro questo  Barcellona sarebbe stato un miracolo mantenere la porta inviolata. 

Filipe 4 - Entra in campo con una ferocia inaudita e si distingue subito per una serie di "marcature" sempre ai limiti del fallo, soprattutto su Messi. Viene espulso a pochi minuti dal termine del primo tempo, proprio per un fallaccio senza senso sul numero 10 avversario. 

Godin 6 - Splendido il duello che ingaggia con il compagno di nazionale, Luis Suarez. Da solo riesce a reggere l'urto dei tre attaccanti avversari, ma è costretto a capitolare quando le maglie difensive si allargano. Viene espulso nel secondo tempo per doppio giallo, ma la sua prestazione resta da applausi. 

Gimenez 5,5 - Gravissimo l'errore in occasione del 2-1 del Barcellona: lascia un corridoio libero a Suarez, che lo brucia in velocità e insacca l'incolpevole Oblak. Il 21enne dimostra di possedere mezzi tecnici e fisici impressionanti, ma alcuni blackout ne pregiudicano il rendimento in campo. 

Juanfran 6,5 - Ottima la prestazione di uno dei luogotenenti di Simeone. Si sovrappone continuamente sulla fascia, provando ad arrivare sul fondo. In fase passiva riesce ad arginare Neymar grazie al suo agonismo, che a differenza di Filipe Luis è quasi sempre corretto. 

Carrasco 6,5 - Si muove bene tra le linee, mostrando tutte le sue qualità tecniche. Le sue giocate non riescono però a impensierire più di tanto la retroguardia avversaria, che è costretto spesso ad affrontare praticamente da solo. 

Augusto 5,5 - Parte bene nel primo tempo, dove si prodiga in un pressing offensivo straordinario. Con il passare dei minuti i palleggiatori avversari lo imbrigliano facendolo di fatto correre a vuoto, fino ad esaurimento energie. Nella ripresa un brutto infortunio lo costringe ad abbandonare il campo. Dal 75' Thomas s.v.

Gabi 5,5 - La sua partita dura solo 45 minuti a causa dell'espulsione di Filipe Luis che fa cadere su di lui la scelta della sostituzione successiva. Non riesce a prendere in mano il centrocampo dei 'colchoneros', troppo impegnato a correre dietro i palleggiatori avversari per creare qualche spunto interessante. Dal 45' Gamez 5 - Un abisso tecnico lo separa dagli altri calciatori in campo.

Saul 5,5 - È lui a impegnare per primo Bravo con un gran sinistro a giro dopo due minuti. Scompare progressivamente dal campo, dove non è in grado di impostare un giropalla degno di questo nome. 

Koke 7 - Bravissimo a sfruttare la prima palla gol del match: su cross di Saul il centrocampista approfita del velo di Griezmann e fulmina Bravo. Corre fino a quando i polmoni glielo consentono, trasformandosi in una presenza costante alle spalle dei portatori di palla avversari, sempre braccati sulla trequarti. 

Griezmann 5,5 - La sua partita è macchiata dal gol divorato nel secondo tempo, quando a botta sicura il francese calcia sul piede di Bravo, autore di un vero e proprio miracolo. Prova a inventare qualcosa, ma non riesce quasi mai ad intendersi con Carrasco, l'unico con le sue stesse qualità offensive. Dal 67' Savic 6 - Gli attaccanti avversari gli rendono il lavoro più semplice abbassando leggermente il ritmo delle proprie giocate. 

All. Simeone 6,5 - Applausi per Simeone, che nonostante l'inferiorità numerica rimediata nel primo tempo, regala al Camp Nou un secondo tempo da ricordare. Imposta bene il match, con un grande pressing nella prima frazione di gioco, ma dopo la doppia espulsione il suo castello si sgretola e non può far altro che limitare i danni, senza però mai rinunciare a giocare. 

 

Arbitro: Mallenco 6,5 - Nonostante i due rossi sbandierati in partita, la sua è una prestazione giusta e inattaccabile. Non perde mai di mano la gara, permettendo un gioco maschio ma sempre nei limiti della correttezza. 

 

TABELLINO

BARCELLONA-ATLETICO MADRID 2-1

Barcellona (4-3-3): Bravo; Alves (dall'82' Roberto), Mascherano, Pique, Alba; Iniesta, Busquets, Rakitic (dal 66' Arda); Messi, Suarez, Neymar. A disp: Sergi Roberto, Munir, Vidal, Vermaelen, Arda, Ter Stegen, Mathieu. All.: Luis Enrique

Atletico Madrid (4-5-1): Oblak; Filipe, Godin, Gimenez, Juanfran; Carrasco, Augusto (dal 75' Thomas), Gabi (dal 45' Gamez), Saul, Koke; Griezmann (dal 67' Savic). A disp: Gamez, Oliver, Jackson, Vietto, Moya, Savic, Thomas. All.: Simeone

Arbitro: Mallenco

Marcatori: 10' Koke (A), 30' Messi (B), 38' Suarez (B)

Ammoniti: Godin (A), Gabi (A), Juanfran (A), Godin (A)

Espulsi: Filipe (A), Godin (A)




Commenta con Facebook