• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Milan-Inter, Mancini: "Icardi? Era una battuta. Eder non cambierà tutto. Sul mercato..."

Milan-Inter, Mancini: "Icardi? Era una battuta. Eder non cambierà tutto. Sul mercato..."

Le parole del tecnico nerazzurro in conferenza stampa


Roberto Mancini © Getty Images

30/01/2016 15:00

MILAN INTER CONFERENZA STAMPA MANCINI / MILANO - Domani sera è in programma alle ore 20.45 il derby di Milano, che vedrà scendere in campo Milan e Inter. Ha commentato la sfida e le ultime news Inter il tecnico nerazzurro Mancini. Calciomercato.it vi aggiorna in tempo reale su tutte le sue dichiarazioni: "Eder ci consente d'avere un attaccante diverso dagli altri. Non si deve però pensare che il suo arrivo cambi tutto. Ovviamente avrà bisogno di ambientarsi, ma ha delle qualità importanti".

FLESSIONE - "Gennaio è un mese particolare, ma credo sia così per tutti. Speriamo di uscire in fretta da questo momento di flessione. Siamo rimasti primi fino al 6 gennaio, e dovremo restare tranquilli per tornare in alto. Non è successo nulla di grave. Contro il Sassuolo ad esempio non meritavamo di perdere. Va detto però che abbiamo fatto talmente bene prima, che ora siamo ancora nelle prime posizioni. L'obiettivo stagionale era questo. Anche Napoli e Juventus hanno avuto dei momenti di difficoltà, solo che a loro è accaduto all'inizio dell'anno".

ICARDI - "La mia era una battuta. Non credo ci sia stato qualcosa di offensivo in quanto detto. Un giocatore poi sa quando gioca bene o meno".

DERBY - "E' una gara importante, ma non decisiva. E' chiaro che vincerlo potrebbe ridare tranquillità e consapevolezza alla squadra, nonostante le settimane difficili. E' questo il vantaggio del derby. Alla fine però saranno sempre tre punti. L'obiettivo resta quello di vincere per accorciare la classifica. Va detto che, al momento, il Milan sta meglio di noi".

MERCATO - "Non ho chiesto nulla. Abbiamo comprato Eder perché è stato venduto Guarin. Gli altri sono andati via in prestito. Al momento non possiamo far nulla".

OBIETTIVI - "Sono fiducioso, ma mi dispiace aver buttato punti in gare dove avremmo meritato di più. Resto fiducioso per il futuro. Ora non si pensa a chi è alle nostre spalle. Puntiamo a recuperare punti su chi è davanti".

THOHIR - "Ho letto di problemi tra me e lui, ma non è assolutamente vero. Sa bene che ci vorrà un po' di tempo per il progetto. Non è italiano, non si agita per ogni sconfitta".

EDER - "E' in grado di giocare in tutti i ruoli, anche come prima punta. Credo possa essere d'aiuto a Jovetic, Icardi e Palacio. Sarà molto utile per noi. Valuteremo tra oggi e domani le sue condizioni dopo i viaggi. Chiedergli anche di difendere mi sembra troppo. Lo vedo perfetto in un 4-3-3, anche se il suo ruolo dovrebbe essere quello di punta o seconda punta".

BANEGA - "Banega è un giocatore del Siviglia. Mi piace e a fine anno sarà svincolato".

CASO SARRI - "Le coreografie dei tifosi del Napoli sono state bellissime. Tra 20 anni le riguarderò ridendo".

NAGATOMO - "La sua migliore qualità è che puoi sempre fare affidamento su di lui".

GUARIN  - "Lo apprezzo molto come giocatore e uomo. Ha segnato nell'ultimo derby e spero faccia bene anche in Cina. Gli faccio il mio in bocca al lupo".




Commenta con Facebook