• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Inter, Bertolacci: "Il derby è una 'battaglia', ma non salva una stagione"

Milan-Inter, Bertolacci: "Il derby è una 'battaglia', ma non salva una stagione"

Il centrocampista rossonero ha parlato in vista del derby di Milano


Andrea Bertolacci ©Getty Images

30/01/2016 09:44

DERBY MILAN INTER INTERVISTA A ANDREA BERTOLACCI SU TUTTOSPORT / MILANO - L'edizione odierna di 'Tuttosport' propone una lunga intervista al centrocampista del Milan Andrea Bertolacci (arrivato in estate a titolo definitivo dalla Roma), di cui Calciomercato.it vi riporta i passaggi salienti sulle ultime news Milan in vista del derby contro l'Inter in programma domenica sera a 'San Siro', sul rapporto con la tifoseria, sul futuro dell'allenatore Sinisa Mihajlovic e su un retroscena di calciomercato che lo lega ai 'cugini' dell'Inter

IL DERBY - "Non è un derby piccolo, piccolo. Si affrontano due squadre molto forti. Noi, se non avessimo lasciato per strada 6-7 punti, avremmo tutta un'altra classifica. Il derby è una partita importante. Ed uno scontro diretto. E' una 'battaglia' all'interno di una città e ci teniamo a far bene, ma non salva una stagione. Prima del derby io cerco di mantenere le solite abitudini perché se ti carichi troppo prima della partita rischi di arrivarci scarico".

PROBLEMI E RIMEDI - "Ci manca un po' di continuità, serve un segnale. Ci manca quell'incoscienza che ti permette di fare la giocata. Se hai paura di non fare risultato, non hai spensieratezza. Dobbiamo prendere consapevolezza di essere una squadra forte. Dispiace giocare in uno stadio mezzo vuoto, ma vogliamo riportare l'entusiasmo tra i tifosi".

OBIETTIVO EUROPA LEAGUE SECONDO BARBARA BERLUSCONI - "E' un dato di fatto, anche se eravamo partiti con ben altri obiettivi".

MIHAJLOVIC - "Sarebbe ipocrita dire che certe voci non ci colpiscano, ma abbiamo dimostrato di essere un gruppo unito e di stare con l'allenatore. Un tecnico ha bisogno di tempo per dare la sua mentalità alla squadra. A me ha dato più rabbia, fame e determinazione".

INTER - "Sì, l'Inter mi ha cercato in passato. Ma era difficile, il mio cartellino era tra Roma e Genoa".

 

S.D.

 




Commenta con Facebook