• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Eder si presenta: "Un'opportunità enorme. Il derby? A disposizione"

Inter, Eder si presenta: "Un'opportunità enorme. Il derby? A disposizione"

L'attaccante ha rilasciato le prime parole da giocatore nerazzurro


Eder con la maglia nerazzurra © Calciomercato.it
Dall'inviato Andrea Della Sala / Andrea Corti

29/01/2016 17:30

DIRETTA INTER PRESENTAZIONE EDER / MILANO - Giornata importante per l'Inter: il club nerazzurro ha infatti ufficializzato l'arrivo dalla Sampdoria dell'attaccante italo-brasiliano Eder. Il giocatore è stato poi presentato alla stampa: Calciomercato.it ha seguito l'evento in tempo reale con un suo inviato.

Queste le parole di Eder: "Arrivare all'Inter a 29 anni significa che c'è stato tanto sacrificio, è un'opportunità enorme. Ringrazio tutta la società, il presidente Thohir, il direttore sportivo Ausilio, il mister Mancini"

BIG - "Se sono stato sottovalutato dalle big? No, prima non avevo la stessa testa. A 22-23 anni avevo fatto 50 gol in Serie B. Quando ho avuto l'opportunità di arrivare alla Sampdoria c'è stato il mio cambio di mentalità. Sono stato più serio e più professionale".

CONTE - "Non l'ho sentito. Nel calciomercato di agosto c'era già stato l'interesse dell'Inter, sono contento di essere qui".

DERBY - Le news Inter dell'ultima settiimana sono ovviamente caratterizzate dall'attesa per il match col Milan: "So quanto è bello il derby di Milano. Ho sempre lavorato e giocato, sto bene fisicamente, sono a disposizione".

ATTACCANTI - "In una grande squadra ci devono essere tanti giocatori di livello, poi chi gioca gioca. La mia posizione? Ho giocato ovunque in attacco, deciderà il mister".

PRESSIONE - "Non sento pressione. L'importante per me è che arrivi la vittoria della squadra. La scelta l'ho fatta da solo con la mia famiglia".

SAMPDORIA - "Mi lascio bene con la Samp, esco a testa alta perché ho dato sempre il massimo. Ho vissuto 4 nni e mezzo veramente bello, ringrazio tutti, da Ferrero ai tifosi".

NUMERO - "A me è sempre piaciuto il 7 o il 17. Ma il primo giorno che sono arrivato alla Samp ho visto un cartello con il numero 23 per andare a Genova: l'ho scelto e mi ha portato bene".

SCUDETTO - "L'Inter ha dimostrato che poteva vincere lo scudetto anche senza di me. Sono venuto qui per dare una mano, quando ci sarà bisogno sarò pronto per dare mio contributo".

Poi Eder ha parlato a 'Inter Channel': "Sono felice di essere arrivato in una società così importante. Scambio sempre un gol per una prestazione importante. Prometto sempre di dare il mio massimo. Al derby non conta chi segna, l'importante è buttarla dentro. Alla Samp ho giocato tanti derby, l'importante in queste partite è vincere. Sono molto orgoglioso di indossare una maglia così importante a 29 anni. Il numero 23? Ho chiesto a Ranocchia se potevo prenderlo e mi ha detto di sì. I brasiliani all'Inter? Uno su tutti è stato Ronaldo, che è stato il mio idolo. La responsabilità c'è, il minimo che posso fare è dare il 100% in campo. L'allenamento di oggi è andato bene".




Commenta con Facebook