• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Milan, Vangioni: un jolly per la fascia sinistra

TATTICA DEL MERCATO - Milan, Vangioni: un jolly per la fascia sinistra

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul laterale del River Plate


Leonel Vangioni ©Getty Images
Michele Furlan (@MicheleFurlan1)

27/01/2016 16:44

TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO MILAN RIVER PLATE VANGIONI MIHAJLOVIC GALLIANI / ROMA - Giorni molto caldi per il calciomercato Milan. Il club rossonero solitamente è molto attivo negli ultimi giorni di negoziazioni con Adriano Galliani che è da sempre abituato a stupire tutti con colpi last minute. Il Milan è alla ricerca di rinforzi che possano permettere un salto di qualità per centrare un piazzamento europeo. Uno dei nomi più caldi del calciomercato Milan è quello di Leonel Vangioni del River Plate, in scadenza di contratto ma che potrebbe arrivare in Italia già a gennaio. Vangioni-Milan a gennaio: si decide entro domani, come riportato in esclusiva da Calciomercato.it. L'accordo tra Vangioni ed il Milan per giugno c'è già. Conosciamo meglio il giocatore attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI LEONEL VANGIONI, OBIETTIVO DEL MILAN PER CENTROCAMPO E DIFESA

Leonel Jesus Vangioni nasce a Villa Constituciòn, in Argentina, il 5 maggio 1987. Comincia la propria carriera giovanile al Riberas del Paranà e nel 2006 si trasferisce al Newell's Old Boys con cui debutta subito con la prima squadra. Nel giro di un paio di stagioni diventa titolare anche se a volte risente dei tanti cambi di guida tecnica sulla panchina. Senza aver vinto trofei, Vangioni lascia il Newell's nel 2012 dopo aver collezionato 167 presenze. Lo acquista il River Plate con cui esordisce nel Torneo Final del febbraio 2013 sotto la gestione di Ramon Diaz. Con l'arrivo di Marcelo Gallardo in panchina, Vangioni solleva il primo trofeo della carriera ai 'Millionarios': la Copa Libertadores del 2015 vinta, da titolare, contro i messicani del Tigres.

Leonel Vangioni può vantare 15 presenze con l'Argentina under 20. Ha debuttato anche con la selezione maggiore, nel 2009 sotto la guida di Diego Armando Maradona. Può contare 4 gettoni di presenza.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI LEONEL VANGIONI

Alto 1,77 per 73 kg, fisico normolineo, sinistro naturale. Vangioni è un giocatore nel pieno della propria maturità e che garantisce una duttilità tattica importante. Nasce come esterno alto di sinistra ma Ramon Diaz, tecnico del River Plate, lo sposta qualche metro più indietro impiegandolo come terzino. Al momento Vangioni giostra in questa posizione ma è un vero proprio jolly di fascia e anche di difesa, visto che può essere schierato nel centro-sinistra di una retroguardia a tre. Nonostante giochi arretrato si tratta di un vero fluidificante: grande passo e buone capacità fisiche gli permettono di coprire l'intero out. Si inserisce con facilità tagliando per vie centrali oppure andando sul fondo per mettere palloni in mezzo. Abile nel dribbling, ha un tiro secco anche se è più bravo a servire assist piuttosto che a realizzare. Duttile ed ordinato tatticamente, può vantare buona esperienza internazionale. A volte pecca di concentrazione dalla metà campo in giù. 


LEONEL VANGIONI E' UN GIOCATORE ADATTO AL MILAN?

Il suo nome non è certo quello capace di infiammare i cuori dei tifosi del Milan ma Vangioni può essere un rinforzo intelligente a costo moderato, se andrà in porto la trattativa già a gennaio. Sinisa Mihajlovic si troverebbe a disposizione un elemento duttile e che ben si incastra col 4-4-2  che sta utilizzando. Sia come terzino sinistro (dando respiro a Luca Antonelli) che come esterno alto. In quel ruolo in questo momento sta giocando Bonaventura che, però, potrebbe essere spostato sulla corsia opposta permettendo al tecnico serbo di avere una coppia di laterali alti di tutto rispetto e cono soluzioni diverse, visto anche il rendimento non eccezionale di Keisuke Honda. Da valutare, naturalmente, l'impatto con un calcio differente da quello argentino (Vangioni non ha mai giocato all'estero) anche se l'aver vestito la maglia del River Plate in occasioni importanti (Copa Libertadores, Mondiale per Club) è sicuramente sinonimo di carattere e 'spalle larghe'.

 




Commenta con Facebook