• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ALESSANDRIA-MILAN

PAGELLE E TABELLINO DI ALESSANDRIA-MILAN

Romagnoli è insuperabile, Honda prezioso e si vede il miglior De Sciglio della stagione. Vannucchi attento, Bocalon ha la grinta giusta


De Sciglio ©Getty Images
Stefano Carnevali

26/01/2016 22:57

Ecco le pagelle e il tabellino di ALESSANDRIA-MILAN:

 

ALESSANDRIA

Vannucchi 6,5 – Dalle sue parti il Milan arriva spesso, ma lui non è eccessivamente sollecitato. La parata più complicata è, di piede, su un tiro ravvicinato ma centrale di Poli. Bravo in un paio di uscite nella ripresa. Grande parata (con aiuto del palo) su Niang, nel finale. 

Sosa 6 – Adattato alla fascia non viene eccessivamente attaccato da un Boateng troppo fuori dal gioco per tutto il primo tempo. Dopo qualche minuto  di sofferenza si ritrova. 

Morero 5 – Dopo un primo tempo attento e ben gestito, fa davvero molto male in occasione del rigore concesso al Milan, quando rifila un colpo ingenuo ad Antonelli: da un difensore così esperto non ce lo si aspetterebbe.

Sirri 5,5 – Incerto in fase di impostazione, fa decisamente meglio in marcatura, anche se favorito dalla staticità delle punte avversarie. Con il passare dei minuti, però, mostra i propri limiti. Soprattutto dinamici. 

Sabato 5 – Sempre in difficoltà contro il tandem De Sciglio - Honda: è dalla sua parte che l'Alessandria soffre sempre. Con un po' di fortuna evita il 2-0 di Honda in avvio di ripresa. Secondo tempo meno difficoltoso.

Loviso 6,5 – Tatticamente fondamentale, l'ex Bologna si piazza a protezione della retroguardia e non concede mai un appoggio facile ai creativi rossoneri. Dal 60' Mezavilla  6- Cerca di dare maggior qualità. Tocchi preziosi, ma minor intensità. 

Marras 6,5 – Prudente, si preoccupa soprattutto di infastidire Antonelli durante le ripartenze. Nella ripresa è maggiormente propositivo. Dall'81' Boniperti SV -.

Nicco 6 – Copre molto bene la propria 'zolla'. Molto positivo soprattutto nello sporcare le linee di passaggio degli avversari. Nel secondo tempo cresce molto per qualità, soprattutto quando gioca tra le linee.

Branca 6 – Attento in copertura e dotato di buone geometrie, disputa una buona gara reggendo il confronto con la mediana avversaria. Nella ripresa cala un po' nella corsa. 

Fischnaller 6,5 – Patisce la spinta di De Sciglio e non riesce nemmeno a rendersi pericoloso in fase d'attacco. Nella ripresa molto meglio: gli riescono più  'tagli' e, in questo modo, crea le migliori occasioni per i suoi.

Marconi 5,5 – Fa tanto movimento e, pur non avendo molte occasioni per mettersi in mostra, qualche grattacapo al Milan lo crea. Si spegne presto, però. Dal 60' Bocalon 6,5- Sembra subito più cattivo del compagno che rileva. In pochi minuti riesce a concludere più volte verso Abbiati.

All. Gregucci 6,5 – Dopo qualche minuto di pressione alta, i 'grigi' si schierano a protezione di Vannucchi senza provare a giocare la palla. Non ci sono grandi 'guizzi' offensivi, ma colpiscono ordine e geometrie. Dopo qualche brivido in più, nella seconda parte della ripresa, anche l'Alessandria costruisce qualche buona occasione. 

 

MILAN

Abbiati 5,5 -  Poco impegnato, non dà comunque la sensazione di essere in gran serata. Approssimativo anche con i piedi, sembra imballato e fuori forma.

De Sciglio 6,5 – Avvio molto attivo e di personalità. Sbaglia qualche tocco di troppo, ma è in costante sovrapposizione e la sua spinta non si esaurisce mai. Cala un po' nel secondo tempo, ma questa resta una delle sue migliori uscite stagionali. 

Zapata 5,5 – Dalle sue parti c'è il solo Marconi a cui concede inspiegabilmente sempre troppo spazio. Soffre anche - e di più - Bocalon. Come gli succede spesso non ha la dovuta concentrazione. 

Romagnoli 7 - Sempre sicuro e preciso. In alcune occasioni deve ricorrere alle maniere forti, ma nel complesso è in controllo. E' sempre lui a disinnescare con autorità gli attacchi avversari più pericolosi. 

Antonelli 6,5 – Meno positivo del previsto, cresce con il passare dei minuti. Al 43' è abile a procurarsi il rigore che sblocca la gara. Non spinge molto, nel secondo tempo, ma controlla bene. 

Honda 6,5 – All'inizio sbaglia davvero troppi tocchi e non supporta le buone iniziative di De Sciglio. Con il passare dei minuti, però, fa crescere la qualità delle giocate e diventa il miglior suggeritore del Milan. Al piccolo trotto, ma alcuni tocchi sono deliziosi. Al 50' pecca di sufficienza e si mangia il 2-0. Nella ripresa cala. 

Poli 6 – E' il vertice basso della mediana. Filtro così così, buon dinamismo e qualche errore di troppo nel possesso palla. Palla gol sprecata al 35'. Cresce nel secondo tempo, soprattutto quando gioca vicino a Montolivo. 

Mauri 5 – Dovrebbe dare il cambio di ritmo e supportare i compagni dell'attacco. A conti fatti, però, gioca eccessivamente 'schiacciato' su Poli e non trova mai il modo di inventare qualcosa. Poco in partita, troppo timido. Dal 63' Montolivo 6 - Approccio 'così così' alla partita. Patisce l'aumentato pressing dell'Alessandria e sbaglia qualche tocco di troppo. E' però, da subito, un riferimento importante. 

Boateng 5 – Parte con intraprendenza, tagliando dalla sinistra al centro e giocando così spessissimo alle spalle delle punte. Sparisce rapidamente dai radar della gara, non riuscendo ad adattarsi al posizionamento sulla fascia. Poco efficace anche nella ripresa: sembra in ritardo di condizione e perde anche dei palloni pericolsi. Dall'85' Kucka SV -.

Balotelli 5,5 – Al 3' ha una grande occasione, ma 'cicca' la palla in modo inguardabile. Si abbassa spesso per creare gioco. Altro erroraccio al 15', quando manca nuovamente la palla su un buon suggerimento di De Sciglio. Al 28' ha un'altra opportunità, ma calcia con straordinaria debolezza verso Vannucchi. Al 39' altro errore grave: solo davanti al portiere cerca un improbabile pallonetto e la mette a lato. Svogliato e poco mobile, non fa certo una buona impressione. Dal dischetto non fallisce e, nella ripresa, sembra più motivato e diventa più efficace. Dal 71' Niang 6,5  - Si presenta con un controllo errato su un assist al bacio di Honda. Poi, sfruttando la sua velocità, costruisce un buon numero di occasioni. Colpisce un palo clamoroso. 

Luiz Adriano 5 – Riproposto titolare dopo la quasi cessione in Cina, sembra molto poco motivato. Trascorre tanti minuti fermo in posizione centrale, rendendosi inservibile per i compagni. Anche se più 'vivo' nella ripresa, non effettua mai la scelta giusta. A livello mentale sembra aver un po' 'staccato'. 

All. Mihajlovic 6 – Il Milan, come naturale, gestisce a lungo il pallone. L'approccio alla partita, però, non è molto positivo: in particolare è l'attacco, con la sua staticità, a non funzionare. Nel complesso troppe novità e una concentrazione a livelli bassi. Partita controllata senza acuti e con troppe occasioni sprecate. Ripresa più brillante, ma comunque fitta di errori in fase di finalizzazione.  Con il passare dei minuti, poi, il Milan concede qualche palla di troppo all'avversario.

 

Arbitro: Irrati 7– Nel primo tempo il Milan protesta in un paio di circostanze: prima Honda va giù nei pressi dell'area avversaria, poi è Adriano a cadere all'interno dei 16 metri. Irrati lascia correre e non ci sono grossi dubbi. Il rigore per il Milan è abbastanza netto, anche se Antonelli è 'abile' nel trovare il contatto con Morero. Proteste di Fischnaller al 62': il pallone calciato dall'ala dell'Alessandria, però, impatta sul braccio di Zapata che è schiacciato sul petto: giusto non fischiare. Corretto anche annullare il gol di Poli per la posizione irregolare di Niang che era proprio davanti a Vannucchi. 

 

TABELLINO

ALESSANDRIA-MILAN 0-1

ALESSANDRIA (4-1-4-1): Vannucchi; Sosa, Morero, Sirri, Sabato; Loviso (60' Mezavilla); Marras (83' Boniperti), Nicco, Branca, Fischnaller; Marconi (60' Bocalon). All. Gregucci. A DISP: Terigi, Nordi, Sperotto, Picone, Vitofrancesco, Cittadino, Iocolano.

MILAN (4-4-2): Abbiati; De Sciglio, Zapata, Romagnoli Antonelli; Honda, Poli, Mauri (63' Montolivo), Boateng (85' Kucka); Balotelli (71' Niang), L. Adriano. All. Mihajlovic. A DISP: Bertolacci, Bacca, de Jong, Calabria, Abate, Simic, Donnarumma, Nocerino, Livieri.

Arbitro: Irrati

Marcatori: 43' su rig. Balotelli (M)

Ammoniti: 42' Morero, 50' Sabato, 86' Sosa (A)

Espulsi:

Note:  




Commenta con Facebook