• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Carpi, Mancini: "Guarin a disposizione. Nessuna squadra ci è superiore. Su Lavezzi..."

Inter-Carpi, Mancini: "Guarin a disposizione. Nessuna squadra ci è superiore. Su Lavezzi..."

Le parole del tecnico nerazzurro in conferenza stampa


Roberto Mancini ©Getty Images
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

23/01/2016 14:00

SERIE A INTER CARPI CONFERENZA MANCINI / MILANO - Dopo la vittoria in Coppa Italia ai danni del Napoli, l'Inter di Mancini tornerà in campo domani alle ore 15.00 contro il Carpi. Ecco le parole del tecnico in conferenza stampa sulle ultime news Inter, raccolte da Calciomercato.it: "Mi sembra siamo migliorati rispetto alle prime partite dopo la sosta. - ha dichiarato a 'Inter Channel' - Siamo in una buona condizione".

FORMAZIONE - "Tutte le partite che affronteremo saranno importanti. Saranno impegnati tutti i giocatori. Ora ovviamente la testa è al Carpi".

SARRI - "E' stato fatto un comunicato e credo la questione sia chiusa".

GUARIN - "E' andato in tribuna perché pensieroso. Si è allenato bene e l'ho visto meglio. Credo sarà a disposizione. Ho un debole per lui, ma non so come andrà a finire. Gli auguro il meglio, se dovesse decidere di andar via. Se Guarin dovesse restare, darà il massimo per aiutare l'Inter a tornare in testa. E' un giocatore fisicamente straordinario e importante per la nostra squadra. Se dovesse andar via, sarà per sua volontà".

JOVETIC-ICARDI - "L'importante è che l'Inter riesca a vincere. Alla fine troveranno l'intesa giusta".

CARPI - "Dobbiamo tornare a vincere. Servirà massima concentrazione fin dall'inizio, com'è stato a Napoli".

CONSAPEVOLEZZE - "Noi abbiamo fatto un passaggio a vuoto tra Lazio e Sassuolo, che non ci voleva. Abbiamo pagato degli errori. Avremmo potuto avere dei punti in più, con merito. Ora dobbiamo recuperare, ma abbiamo consapevolezza dei nostri mezzi, perché in uno scontro diretto non c'è mai stata una squadra superiore".

EQUILIBRIO - "Nelle partite occorre saper anche difendere. Io spero di trovare equilibrio anche con molti attaccanti in campo".

SACRIFICIO ALLA ETO'O - "Noi non abbiamo Eto'o, ma c'è un giocatore come Ljajic che sta facendo molto bene la fase difensiva, pur non essenso una sua caratteristica. Alla fine il sacrificio è qualcosa che fanno tutti".

ADDIO - "Sono vicino a Herrera, e vorrei provare a prenderlo. Al momento dunque non penso di andare via dall'Inter. Non c'è assolutamente nulla. In questo momento dobbiamo pensare all'attualità".

TOURE' - "E' inutile parlare di qualcosa attualmente impossibile. In futuro può accadere di tutto, ma ora è un giocatore del City".

NAZIONALE - "Nessuno si è avvicinato a me per la Nazionale. Non c'è assolutamente nulla di vero in quanto detto".

MELO - "Sta abbastanza bene. Psicologicamente non ha problemi (ride ndr). Gli errori si possono commettere, ma è disponibile al 100%".

MIRANDA - "Nelle prossime sei partite è possibile ne salterà una. Magari per squalifica, non so".

LAVEZZI - "Abbiamo provato una volta all'Inter e poi al City a prenderlo, poi andò al Psg. E' un giocatore vero e valido. Basta guardarlo in campo. Può dare una mano a una squadra giovane come la nostra nel prossimo campionato. Ora non credo possa venire, essendo sotto contratto".

RANOCCHIA - "Se andrà alla Sampdoria come sembra, dovremo cercare una soluzione valida. In alternativa potremo sfruttare D'Ambrosio. Ho sentito di Rolando, ma non credo sia possibile, anche perché dovremmo prendere un giocatore in prestito gratuito".

MIGLIORAMENTI - "Solo sei mesi fa abbiamo cambiato tanti calciatori. Una squadra migliora in campo, giocando. E' una squadra molto giovane, che può crescere anche al di fuori del mercato. Poi se dovessimo trovare qualcuno vedremo. Saremo contenti di prendere Messi, ma la vedo difficile (ride ndr)".




Commenta con Facebook