• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Roma, Allegri: "Cinque squadre per lo scudetto. Chelsea? Sto bene qui". E su Caceres...

Juventus-Roma, Allegri: "Cinque squadre per lo scudetto. Chelsea? Sto bene qui". E su Caceres...

Le parole del tecnico bianconero alla vigilia del big match con i giallorossi


Massimiliano Allegri ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

23/01/2016 12:00

JUVENTUS ROMA CONFERENZA STAMPA ALLEGRI / TORINO - Si gioca allo 'Juventus Stadium' il big match della 21a giornata di Serie A, Juventus contro Roma, sfida importante, una classica. I bianconeri cercano l'undicesima vittoria di fila per sperare di sorpassare il Napoli in vetta, i giallorossi devono invertire la tendenza e vogliono il primo successo della seconda era Spalletti. Alla vigilia dell'incontro, il tecnico juventino Massimiliano Allegri interviene in conferenza stampa per fare il punto sulle news Juventus. Ecco le parole raccolte da Calciomercato.it.

CHELSEA - "Il mio pensiero in questo momento è il campionato, poi la Coppa Italia e dopo la Champions League. Sono legato alla Juve fino al 2017 come già detto varie volte e qui sto bene. E qui chiudo il discorso. Che effetto mi fa essere accostato ad un grande club europeo? Un effetto normale, alleno già la Juventus".

ROMA - "Innanzitutto è ancora candidata a vincere lo scudetto. Ha una rosa importante, ha cambiato allenatore e quindi avrà una reazione. E comunque è sempre Juventus-Roma, sarà una partita complicata. Fino ad ora non abbiamo fatto niente, non è stato centrato alcun obiettivo se non quello di arrivare a marzo in corsa per tutti gli obiettivi stagionali. Poi speriamo che il Napoli molli un po'. Domani dovrà essere una bella partita dentro e fuori dal campo. Qualitativamente la Roma è un'ottima squadra ed è in grado di fare un filotto di vittorie. Le prime cinque del campionato non sono assolutamente tagliate fuori dalla corsa allo scudetto".

AVVERSARIE - "Non ho paura che le concorrenti facciano acquisti importanti perché la Juventus ha ottimi giocatori. Recupereremo Pereyra che praticamente è un nuovo acquisto. Sta lavorando bene anche Lemina e Barzagli è rientrato. Non dobbiamo pensare alle 10 vittorie fatte, ma dobbiamo pensare che da ora a maggio, in queste 18 partite, bisogna fare un tot di vittorie".

OBIETTIVI - "Ci vuole sempre molto equilibrio. Quando eravamo indietro ovviamente avevamo una condizione psicologica diversa, ma nel calcio si fa in fretta a rovesciare le cose e per questo dovremo essere bravi a non pensare a quanto fatto in queste ultime partite. L'obiettivo resta tornare in finale di Champions League ed in Coppa Italia. Nell'ottavo col Bayern abbiamo possibilità di passare perché stiamo crescendo. L'importante, ora, è esserci a questi ottavi. Dobbiamo migliorare singolarmente e di squadra, fatto questo avremo più possibilità di centrare gli obiettivi".

INFORTUNATI - "Barzagli sta bene e lo valuterò oggi, ma potrebbe essere della partita. Khedira avevo già deciso di farlo lavorare tutta la settimana, Evra aveva bisogno di lavorare soprattutto in funzione della gara di domani e ho preferito averlo fresco e riposato per domani. In questi due mesi abbiamo le partite più importanti della stagione. L'importante è mantenere questa condizione fisica e mentale. I ragazzi mercoledì hanno fatto una bella partita. Quelli che hanno giocato meno hanno fatto bene. Caceres è un recupero importante e vi anticipo che rimarrà qui".

FORMAZIONE - "La scelta dei giocatori più che base alla Roma la faccio in base alle condizioni dei miei giocatori e considerando anche che avremo partite ogni tre giorni. I cambi diventano determinanti ed io ho giocatori che negli ultimi 30 minuti possono cambiare la partita".

CUADRADO - "Sono molto contento di lui, è cresciuto sul piano tattico, fisico e tecnico. Poi devo fare le mie scelte. Ha caratteristiche che possono essere molto utili durante la partita, poi può darsi che domani giochi dall'inizio. L'importante è che stia bene come ha fatto mercoledì a Roma con la Lazio".




Commenta con Facebook