• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Buffon: "Pallone d'Oro? Non me ne importa nulla. Se sarà Scudetto..."

Juventus, Buffon: "Pallone d'Oro? Non me ne importa nulla. Se sarà Scudetto..."

Il portiere bianconero: "Se vinceremo noi saranno in molti a doversi mangiare le mani"


Gianluigi Buffon ©Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

22/01/2016 07:35

JUVENTUS INTERVISTA A GIANLUIGI BUFFON SU LA GAZZETTA DELLO SPORT / MILANO - L'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' propone una lunga intervista al portiere della Juve e della Nazionale Gianluigi Buffon, di cui Calciomercato.it vi riporta i passaggi salienti sulle ultime news Juventus e non solo.

ADDIO AL CALCIO - "Vorrei lasciare a testa alta, poter guardare dritto negli occhi chi mi sta davanti. E vorrei uscire facendo il giusto rumore, senza esagerare. I 40 anni in campo e il prossimo Mondiale sono i miei ultimi obiettivi da giocatore. Futuro da dirigente o allenatore? Sarebbe davvero molto bello cercare di portare qualcosa di innovativo grazie alla mia esperienza".

DONNARUMMA EREDE? - "Sta facendo cose grandiose anche solo per il fatto che non si è impaurito o impressionato nel fronteggiare uno stadio come San Siro: la maglia del Milan pesa, eccome. Oltre a personalità e serenità, ha importanti doti tecniche e fisiche. Ma la cosa che mi piace di più è che stiamo parlando di un ragazzo per bene, molto posato".

INTER-JUVE - "Lo 0-0 di Milano è stato erroneamente interpretato come un buon risultato per l’Inter e per chi ci stava davanti. In realtà, se avessimo perso sarebbe stata la pietra tombale. I nerazzurri potevano schiacciarci, non l’hanno fatto".

JUVE-ROMA - "Se vinciamo li mandiamo a dieci punti: sarebbe fondamentale, perché parliamo di una squadra pericolosa, temibile. Più lontana è la Roma, meglio stiamo noi".

JUVE FAVORITA PER LO SCUDETTO? - "Lo dicevano anche quando eravamo più lontani in classifica, e mi veniva da sorridere. A un certo punto del campionato tutto era nelle mani delle nostre rivali e nessuno ha avuto la forza di chiudere subito i conti. Credo che in caso di scudetto bianconero saranno in molti a doversi mangiare le mani. Ma i giochi restano aperti".

IL BAYERN MONACO - "E' un turno nel quale si hanno poche possibilità. Serviranno rabbia, cinismo, grande volontà e un briciolo di fortuna".

IL PALLONE D'ORO - "Rispondo senza ipocrisie: davvero non me ne è fregato nulla. Ci sarei magari rimasto male se avessi potuto competere per la vittoria, ma arrivare ventesimo o quarantesimo. Anzi, alla fine ho avuto più pubblicità così (ride, n.d.r)".




Commenta con Facebook