• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Mancini smentisce: "Quel termine non fa parte del mio linguaggio. Basta strumentalizzazioni"

Inter, Mancini smentisce: "Quel termine non fa parte del mio linguaggio. Basta strumentalizzazioni"

Il tecnico nerazzurro stanco delle polemiche: "Pretendo rispetto"


Roberto Mancini ©Getty Images

21/01/2016 19:07

INTER MANCINI SARRI NAPOLI / MILANO - Si è protratta per giorni la polemica tra Sarri e Mancini, e quest'oggi si è espresso in merito il Giudice sportivo Tosel, decretando dei provvedimenti per entrambi i tecnici di Inter e Napoli. A partire dal post partita di Coppa Italia, è stato difficile leggere sul web di calciomercato o questioni di campo, in merito alle due squadre interessate. Ogni news sembrava ruotare intorno alla diatriba generatasi poco dopo la rete del raddoppio di Ljajic, che ha sancito il passaggio del turno dell'Inter. 

Nelle ultime ore un nuovo capitolo è stato aggiunto alle news Inter in merito a questa vicenda. Mancini è stato infatti 'accusato' d'aver insultato un giornalista, utilizzato lo stesso linguaggio adoperato da Sarri. La vicenda farebbe riferimento al periodo in cui Roberto Mancini era tecnico della Fiorentina, nell'ormai lontana stagione 2001/02. Ecco in merito le parole del tecnico nerazzurro, che ha diramato un comunicato ufficiale sul proprio sito: "Le esternazioni nel dopo gara di Napoli sono semplicemente in linea con la mia storia e la mia cultura calcistica. - si legge sul suo sito ufficiale - Non chiedo di condividere il mio modo di stare nel calcio, ma pretendo rispetto: in queste ore si sta montando una polemica e si stanno creando fazioni che spostano l’attenzione dal vero problema! Per questo vorrei che si mettesse un punto a questa storia che è stata oggetto di fin troppe strumentalizzazioni. Non ultima quella secondo cui, 15 anni fa, sarei stato perfino autore dello stesso insulto nei confronti di un giornalista, cosa non vera: non ho mai utilizzato quel termine perchè non ha mai fatto parte del mio linguaggio. Ribadisco la mia delusione, ma vorrei che la concentrazione tornasse ora sui nostri obiettivi sportivi e sulla prossima partita, fondamentale per il prosieguo della stagione dell'Inter".

L.I.

 




Commenta con Facebook