• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Digne: "Spalletti diverso da Garcia. Futuro? Voglio restare"

Roma, Digne: "Spalletti diverso da Garcia. Futuro? Voglio restare"

Il terzino giallorosso ha parlato del momento della squadra e del suo futuro


Lucas Digne © Getty Images

20/01/2016 11:38

SERIE A ROMA DIGNE SPALLETTI GARCIA / ROMA - Dopo il pareggio con il Verona, le news Roma vedranno la formazione di Spalletti impegnata nel big match allo 'Juventus Stadium' contro i bianconeri. Tra i protagonisti del giallorossi in questa stagione c'è Digne, arrivato in prestito dal Psg e diventato subito un giocatore importante per la Roma. Il terzino francese ha parlato a 'Roma Radio' sia del suo futuro, ma anche del cambio da Garcia a Spalletti. Queste le sue dichiarazioni riportate da Calciomercato.it:

SPALLETTI - Sulll'avvicendamento in panchina: "Spalletti è un allenatore diverso rispetto a Garcia. Sono due grandi tecnici, ma hanno metodi diversi e lavoriamo su altre cose ora. Nuovi movimenti? Per il momento non abbiamo avuto molto tempo per lavorare su questi temi". 

CAMPIONATO - "E' importante tornare a vincere il prima possibile e noi stiamo lavorando duramente per questo. Dobbiamo cercare di trovare quello che volevamo fare all'inizio della stagione, senza perdere ulteriore tempo. C'è stato un periodo in cui non siamo andati bene, ora dobbiamo lavorare sodo per migliorare quanto non è andato per il verso giusto. La Fiorentina è l'avversario più complicato affrontato finora, in particolare Blaszczykowski". 

FUTURO - Digne è in prestito dal Psg e non sa cosa succederà al termine della stagione, ma ha parlato della sua volontà di rimanere in giallorosso: "La Roma è un grande club e qui va tutto per il verso giusto. Sono molto felice, mi piace giocare in Italia e ovviamente mi farebbe molto piacere restare. Siamo una famiglia. Ho legato molto con Nainggolan, Vainqueur e Iago Falque ma mi trovo bene con tutti. Con Radja è stato più facile trovarmi visto che parla francese. Gioco troppo? Più gioco e più mi sento meglio. Il campionato italiano è molto più tattico di quello francese, ma credo che la Ligue 1 sia fisicamente più dura".   




Commenta con Facebook