• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-INTER

Jovetic decisivo, ma Kondo ancora si nasconde. Malissimo Valdifiori e Mertens nel Napoli


Allan pressa Kondogbia © Getty Images
Lorenzo Bettoni (@lorebetto)

19/01/2016 23:06

ECCO LE PAGELLE DI NAPOLI-INTER:

 

NAPOLI

Reina 6 - Un paio di uscite puntuali nel primo tempo. Non può nulla né su Jovetic né tantomeno su Ljajic.

Hysaj 6 - Aiutato da Callejon in fase difensiva, fa buona guardia su Perisic.

Chiriches 5 – Molte sbavature ed un’intesa con Koulibaly che non sembra delle migliori.

Koulibaly 5 - Che fare? Uscire su Jovetic e lasciare un fianco scoperto oppure affrontare il montenegrino? Lui non decide e Jovetic lo punisce al 74’.

Strinic 5,5 – Quando sale lascia ampie praterie alle sue spalle e di fatto non crossa mai.

David Lopez 5 – Lento, pesante e senza idee. Si incaponisce nel voler cercare spazi anche dove non ce ne sono. Nella ripresa prende una gomitata fortuita da Perisic ed è costretto ad uscire. Dal 66’ Jorginho 6 - Col suo ingresso in campo Valdifiori rimane in cabina di regia e lui si piazza a destra nel centrocampo a tre. Qualche spunto buono e poco più.

Valdifiori 4,5 - Non si è ancora calato nella realtà napoletana e gioca con troppa apprensione di sbagliare, infatti ne azzecca poche. Anche in fase di interdizione è leggerino ed in un paio di occasioni perde palloni che potrebbero mandare l’Inter in porta. Il peggiore in campo con Mertens.

Allan 5,5 – Dà l’impressione di avere un po’ di fiatone. Il suo pressing potrebbe mettere molto più in difficoltà il centrocampo dell’Inter, mentre gli inserimenti di inizio stagione non si vedono. Dal 59’ Hamsik 5 – Sembra poter accendere la miccia, ma anche le sue polveri sono bagnate. Perde il pallone decisivo che manda Jovetic in porta.

Callejon 6,5 – Primo tempo di quantità e qualità, fondamentale per la manovra napoletana. Il calo nella ripresa è naturale, ma resta comunque uno dei più positivi della serata.

Gabbiadini 5 – Non attacca mai la porta ed i suoi rari tentativi di puntare l’uomo vengono sempre frustrati da un ottimo Miranda. Sembra troppo leggero per sorregger da solo l’attacco di Sarri. Tra lui e Higuain c’è un abisso. Dal 71’ Higuain 5,5 – Cerca la porta una volta e Handanovic gli dice di no, ma l’Inter è già sopra 2-0 e mancano tre minuti al termine.

Mertens 4,5 - Al 49’ aggancia al volo un pallone complicatissimo, un secondo dopo prova un colpo di tacco senza nemmeno trovare la palla che esce a lato: è la foto del suo incontro. Riesce a fare di peggio prendendosi un giusto secondo giallo per simulazione.

All. Sarri 5,5 – Fa giustamente rifiatare i big sperando in una prova di personalità di Mertens, Valdifiori e Gabbiadini che però steccano di brutto. Il Napoli senza i suoi tenori è poca roba e paradossalmente questo match conferma che scegliere un turnover minimo in campionato è una scelta più che azzeccata. Unico neo: i suoi dovrebbero aver avuto un approccio migliore alla gara e non sperare di vincerla coi cambi nella ripresa.

 

INTER

Handanovic 7 - Un intervento degno di nota, quello su Callejon, nel primo tempo. Respinge in qualche modo il tentativo dal limite di Mertens nella ripresa. Dice anche di no ad Higuain con la qualificazione già in tasca.

Nagatomo 6,5 - Il lavoro di copertura di Biabiany lo aiuta molto anche se Mertens a volte lo punge, specialmente nel primo tempo. Nella ripresa è un muro.

Miranda 7 - Non ha a che fare con lo spauracchio Higuain per oltre un’ora, smorza Gabbiadini tutte le volte che prova a fare la voce grossa.

Juan Jesus 6 - Attento sia su Gabbiadini che su Higuain.

Telles 6,5 - L’unico terzino tra tutti quelli in campo che ogni tanto fa anche vedere qualche discesa.

Medel 6,5 - Si frappone sempre tra le linee di passaggio azzurre. Ha la prima palla gol per l’Inter nella ripresa, ma il suo tiro al volo termina alto. Recupera il pallone che manda in porta Jovetic per l’1-0 nerazzurro. Dall’86’ Felipe Melo s.v.

Kondogbia 5 - Mr. 40 milioni continua a deludere. Zero personalità  in fase di possesso palla, così come zero è la forza che mette nei contrasti a centrocampo. Inutile dire che avrebbe qualità per fare stra-bene entrambe le fasi. Cresce un po’ nella ripresa ma poca roba.

Biabiany 6 – Corsa costante sull’out di destra, aiuta sempre Nagatomo e qualche volta si fa pure vedere in avanti. Rinato.

Ljajic 7 – Tanto, tantissimo sacrificio fino a quando, al 93’, si fa metà campo da solo palla al piede ed insacca alle spalle di Reina il pallone che vale la qualificazione.

Perisic 5,5 – Non fa la differenza con le sue giocate, ma corre molto ed esce esausto. Dal 72’ Palacio 6 – Dà sostanza al centrocampo nerazzurro.

Jovetic 7,5 - Gol e assist. Jovetic unica punta si scopre un giocatore decisivo per l’Inter. Anche lui come Icardi in campionato, non gode di molti assist da parte dei propri compagni, infatti si deve inventare la rete del vantaggio (seppur lasciato molto libero dai difensori del Napoli).

All. Mancini 7 – L’Inter non è bella, ma stasera non lo è stato nemmeno il Napoli. Le ripartenze nella ripresa hanno messo in ginocchio la farraginosa difesa del Napoli che senza un riferimento in avanti è andata spesso in difficoltà.

 

Arbitro: Paolo Valeri 6 – Paradossalmente azzecca la scelte più difficili ed inciampa su falli ‘comuni’ che spesso non fischia o inverte. L’Inter reclama un rigore nel primo tempo per mani di Koulibaly: non c’è perché la palla sbatte sul fianco del gigante francese. Il Napoli lo richiede nella ripresa, ma anche in questo caso fa bene Valeri a non fischiare perché la palla sbatte prima sul fianco di Miranda e poi sul suo braccio. Giusta il secondo giallo a Mertens, il contatto con Miranda è minimo e certamente non potrebbe in nessun caso portare a quel tipo di caduta.

 

TABELLINO

NAPOLI-INTER 0-2

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Strinic; David Lopez (dal 66’ Jorginho), Valdifiori, Allan (dal 59’ Hamsik); Callejon, Gabbiadini (dal 71’ Higuain), Mertens. A disposizione: Rafael, Gabriel, Maggio, Dezi, Insigne Ghoulam, Albiol, El Kaddouri, Luperto. All. Sarri.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Nagatomo, Miranda, Juan Jesus, Telles; Medel (dall ‘86’ Felipe Melo), Kondogbia; Biabiany, Ljajic, Perisic (dal 72’ Palacio); Jovetic. A Disposizione: Carrizo, Icardi, Montoya, Santon, Ranocchia, Murillo, Gnoukouri, D’Ambrosio, Brozovic, Manaj. All. Mancini.

Arbitro: Valeri di Roma 2

Marcatori: 74’ Jovetic (I), 92’ Ljajic (I)

Ammoniti: 46’ Miranda (I), 71’ Valdifiori (N), 79’ Mertens (N), 80’ Higuain (N)

Espulsi: 88’ Mertens (I)

 




Commenta con Facebook