• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-EMPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-EMPOLI

Tonelli risponde a Paloschi. Male Krunic come vice Saponara


Alberto Paloschi ©Getty Images
Claudio Cafarelli

17/01/2016 17:14

ECCO LE PAGELLE DI CHIEVO-EMPOLI

 

CHIEVO

Bizzarri 5,5 - Mai impegnato nel primo tempo, apre la ripresa respingendo male il tiro di Zielinski e permettendo il facile tap-in a Tonelli.

Cacciatore 6 - A tratti nervoso, tiene bene nel primo tempo e non corre veri pericoli dal suo lato. Nel secondo tempo la crescita dell’Empoli lo mette in difficoltà ma se la cava con mestiere ed attenzione.

Cesar 6,5 - Lavora di reparto con Dainelli, sempre d’anticipo deve vedersela con Pucciarelli che però non riesce mai a sorprendere il difensore centrale. Sicuro sulle palle alte, legge bene ogni situazione pericolosa.

Dainelli 6,5 - Tiene a bada Maccarone, sempre ben posizionato lascia le briciole all’attaccante empolese uscendo spesso a testa alta e palla al piede. Trasmette fiducia a tutto il reparto guidando la linea arretrata con personalità.

Gobbi 6 - Copre bene dal suo lato e con esperienza gestisce le forze e le sortite offensive. Esemplare nelle diagonali, sicuro ed affidabile. Concreto nei minuti finali.

Pepe 6,5 - Subito in palla, l’assistenza di Gobbi gli permette di dare sfogo alle sue qualità offensive. Nel primo tempo pennella il cross per la testa di Paloschi poi si sposta al centro per l’infortunio di Birsa e offre il suo contributo anche lì con applicazione tattica e tanta corsa. Dal 71’ M’Poku 6 -  Qualche spunto brillante in avanti, una sua azione dà il là all’occasione più importante del secondo tempo.

Radovanovic 6 - Schermo difensivo, guadagna la sufficienza grazie ad una buona prova. Interrompe spesso il palleggio degli avversari e aiuta, quando può, il pacchetto arretrato. Soffre il dinamismo di Croce ma compensa con il fisico.

Castro 6 - Quantità e qualità, corre tanto per la squadra ma paga lo sforzo in zona offensiva. Nelle poche occasioni utili ha poca lucidità in avanti ma il suo contributo è fondamentale per l’equilibrio della squadra. 

Birsa 5,5 – Parte male, condizionato da un problema al polpaccio infatti non approfitta del movimento delle due punte che gli permette di avere tantissimo spazio sulla trequarti. Due conclusioni strozzate e nulla più. Dal 41’ Pinzi 5,5 Solito lavoro di rottura per il centrocampista romano, prende un’ammonizione evitabile a pochi minuti dalla fine.

Inglese 6 - Lavora attorno a Paloschi con tanto sacrificio e abnegazione. Il suo movimento mette in difficoltà la difesa dell’Empoli perché lavora di sponda e premia gli inserimenti del trequartista di turno.

Paloschi 6,5 – Le voci di mercato non influiscono sulla sua prestazione infatti dopo sei minuti porta subito in vantaggio i suoi con un pallonetto di testa che sorprende Skorupski. E’ l’unico pallone giocabile di tutto il match, nei novanta minuti però tiene sempre sulla corda la difesa toscana. Dal 81’ Pellissier s.v.

All. Maran 6 – La squadra ha una sua idea di gioco e nel primo tempo la mette subito in pratica trovando il vantaggio. Nella ripresa si fa sorprendere dal ritorno dell’Empoli, poteva osare di più ma si accontenta comunque di un buon pareggio.   

 

EMPOLI

Skorupski 5,5 - Rimane a metà strada in occasione del gol di Paloschi, poteva fare di più. Prova a riscattarsi con qualche intervento ma il suo errore pesa sul primo tempo della squadra.

Zambelli 5,5 – In difficoltà in fase di non possesso, viene preso in mezzo in occasione del gol di Paloschi ed è sempre in ritardo in copertura. Con il passare dei minuti trova le giuste misure ma non guadagna la sufficienza.

Tonelli 6,5 – Festeggia al meglio il suo compleanno realizzando il gol del pari. Non brillantissimo in fase difensiva, si fa perdonare insaccando in tap-in da centravanti. La realizzazione lo carica e non sbaglia più nulla lì dietro.

Barba 6 – Anche lui come Tonelli non sembra brillante ad inizio del match, poi con personalità cresce con il passare dei minuti e corre pochi pericoli presidiando bene la zona di competenza.

Mario Rui 6 – Controlla senza affanni dal suo lato. Il Chievo sfonda sul lato destro e così il terzino non deve lavorare molto per contrastare Castro e Cacciatore, quest’ultimo raramente in proiezione offensiva date le sue caratteristiche. 

Zielinski 6,5 – Nel primo tempo si muove poco e dal suo lato il Chievo sfonda facilmente. Sembra non convinto della posizione in campo, nel secondo tempo però un suo tiro respinto da Bizzarri porta al gol dell’1-1 e da lì diventa il migliore in campo sfiorando anche il gol del vantaggio. Tanta personalità e numerose conclusioni ma non riesce ad inquadrare la porta. Dal 88’ Bittante s.v.

Paredes 6 - Prova a mettere ordine in campo ma anche lui è poco brillante. Soffre il dinamismo e la forza del centrocampo avversario, dovrebbe far girare con più velocità il pallone ma si adegua al ritmo dei compagni di squadra. Nella ripresa sale di tono e la squadra cambia registro.

Croce 6 – Il solito dinamismo del centrocampista non viene accompagnato dalla giusta dose di qualità nel primo tempo. Nel secondo tempo suona la carica grazie anche alla sua aggressività, si sposta dietro le punte e sempre con grande generosità prova ad approfittare degli spazi lasciati dal centrocampo clivense.

Krunic 5 – Si muove meno rispetto a Saponara, fatica dietro le punte e non riesce mai ad entrare in partita. Gioca pochissimi palloni, prestazione negativa per lui. Dal 60’ Buchel 6 - Rimpolpa il centrocampo e garantisce la giusta solidità alla manovra.

Pucciarelli 6 - Tanto movimento ma poca concretezza per l’attaccante che paga anche la giornata negativa di Krunic. Ci mette tanto impegno soprattutto in fase di non possesso con il solito pressing per infastidire la costruzione del gioco avversario. Dal 82’ Piu s.v.

Maccarone 5,5 - Partecipa poco alla manovra ma rappresenta un punto fermo per l’attacco dell’Empoli. Non riceve tanti palloni e lascia spazio alle folate offensive di Zielinski.  

All. Giampaolo 6 - Sceglie Krunic come vice Saponara ma la scelta non risulta delle migliori. Nella ripresa la squadra, anche grazie a qualche sua modifica, scende in campo con altro piglio e così raggiunge il pareggio.  

 

Arbitro: Abisso 6,5 – La partita corre liscia senza episodi clamorosi. Fa giocare spesso e distribuisce con intelligenza i cartellini. Dialoga molto con i giocatori soprattutto nei primi minuti, impone una linea ben precisa al match e viene aiutato a dovere dagli assistenti.

 

TABELLINO

CHIEVO-EMPOLI 1-1

Chievo (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Cesar, Dainelli, Gobbi; Pepe, Radovanovic, Castro; Birsa (dal 42’ Pinzi); Inglese, Paloschi. All. Maran

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Zambelli, Tonelli, Barba, Mario Rui; Zielisnki, Paredes, Croce; Krunic (dal 60’ Buchel); Pucciarelli, Maccarone. All. Giampaolo

Arbitro: Abisso di Palermo

Marcatori: 7’ Paloschi (C), 47’ Tonelli (E)

Ammoniti: 11’ Birsa (C), 23’ Krunic (E), 41’ Barba (E), 53’ Paredes (E), 80’ Cesar (C), 91’ Pinzi (C)

Espulsi: -




Commenta con Facebook