• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli-Sassuolo, Sarri: "Juventus favorita per lo scudetto. Se mi chiamasse il Real Madrid..."

Napoli-Sassuolo, Sarri: "Juventus favorita per lo scudetto. Se mi chiamasse il Real Madrid..."

Il tecnico azzurro: "Higuain è il più forte in circolazione ma può ancora migliorare"


Maurizio Sarri ©Getty Images
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

16/01/2016 23:48

NAPOLI SASSUOLO SARRI HIGUAIN CALLEJON INSIGNE/ NAPOLI - Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri, ha commentato così il 3-1 inflitto dagli azzurri al Sassuolo grazie al gol di Callejon e alla doppietta di Higuain: "Non è facile per nessuno giocare contro il Sassuolo, è stata una grande partita. Potevamo chiuderla prima ma la nostra è stata una grande prestazione - ha dichiarato ai microfoni di 'Premium Sport' - Lo scudetto? E' palese che la favorita sia la Juventus, ha vinto quattro scudetti di fila e dispone di un budget doppio rispetto a tutte le altre. L'ho sempre pensato e detto anche quando erano al dodicesimo posto".

CALCIOMERCATO - "Di mercato dovrei parlare su una congettura, senza nomi, ma non m'interessa. Il mercato è soltanto una turbativa per me, ritengo anti-sportivo giocare con il mercato aperto. Penso solo ai miei giocatori".

REAL MADRID - "Se mi chiamasse il Real Madrid? La valigia deve farmela sempre De Laurentiis, è lui che ha in mano il contratto e se volesse farmi restare, io resterei".

CHALOBAH - "Oggi eravamo scossi per la morte della madre di Chalobah, pertanto abbiamo passato una giornata triste. dedichiamo questa vittoria a Nathaniel, che è un gran bravo ragazzo".

CONFRONTO CON LA JUVENTUS - "Se noi pensassimo di poter essere alla pari di una squadra che arriva da quattro scudetti, tre supercoppe italiane, una coppa italia e una finale di Champions League, saremmo dei pazzi scatenati, quindi dobbiamo pensare solo a crescere".

LA PARTITA - "Siamo andati sotto dopo due minuti contro una squadra forte che non era mai stata rimontata da nessuno durante la stagione - ha poi dichiarato a 'Sky Sport' - Mi dispiace per le occasioni sprecate ad inizio ripresa perché la partita andava chiusa prima".

HIGUAIN - "Margini di miglioramento per Higuain? Se facesse sempre il movimento ad attaccare la porta che ha portato al nostro secondo gol, direi che potrebbero esserci ancora dei margini di miglioramento. Detto questo, sono sempre dell'idea che in questo momento Higuain sia il più forte attaccante centrale in considerazione".

CALLEJON - "Callejon è al primo gol in campionato ma al settimo stagionale perché ha segnato molto in Europa League. Spero che la squadra abbia ancora margini di crescita, perché quando si smette di crescere poi si inizia a declinare".




Commenta con Facebook