• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Frosinone > Torino-Frosinone, Stellone: "Siamo vivi, dimentichiamo la batosta con il Napoli"

Torino-Frosinone, Stellone: "Siamo vivi, dimentichiamo la batosta con il Napoli"

Il tecnico gialloblu: "Per reagire servono risultati. Diakité? Nessun caso, è infortunato"


Roberto Stellone (Calciomercato.it)

15/01/2016 13:07

TORINO FROSINONE CONFERENZA STAMPA STELLONE SERIE A/ ROMA - Il tecnico del Frosinone Roberto Stellone, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro il Torino che arriva dopo il tremendo 5-1 rimediato dai gialloblu con il Napoli: "Archiviata la batosta con il Napoli, abbiamo preparato bene la partita in settimana. Il Torino non sta attraversando un buon momento dal punto dei vista dei risultati ma ha grandi giocatori e cercherà di ottenere il massimo risultato. A noi servirà una partita di sacrificio e attenzione, contro un Torino che gioca a memoria e va contrastato sia dal punto di vista tattico che da quello agonistico".

FORMAZIONE - "Giocheremo con il 4-3-3. Carlini, Diakité, Chibsah e Gori sono indisponibili, Rosi ha recuperato. Cambi in attacco con Ciofani in panchina? Sì, potrebbe tirare un po' il fiato. Soddimo e Frara dal primo minuto? Tutti i giocatori convocati possono partire titolari. Non dico la formazione per pre-tattica, ma aldilà di questo servirà una partita di grandissimo sacrificio, a prescindere di chi giocherà".

REAZIONE - "Dobbiamo reagire subito alla sconfitta di domenica, che c'è stata ma in  un certo senso non fa testo, visto che il Napoli ha rifilato tanti gol a diverse squadre, vedi Milan e Lazio. Noi siamo vivi, non siamo morti: se vogliamo cercare di uscire da questa situazione dobbiamo pensare a noi ed affrontare ogni partita come se fosse l'ultima. Bisogna giocare come con il Sassuolo: prestazione collettiva di squadra, questo serve per ottenere i risultati. Quando i risultati non arrivano vedi tutto nero, al contrario diventa tutto più semplice".

DIAKITE' - "Non c'è nessun caso Diakité, il giocatore è infortunato. Abbiamo aspettato il parere del medico per dirlo. Possibilità per Ajeti e Bertoncini di giocare da titolari? Hanno le stesse 'chanche' dei loro compagni di reparto".

LOTTA SALVEZZA - "La sconfitta con il Napoli sarebbe stata meno pesante senza le vittorie di Bologna e Genoa. Ora vediamo difficile l'obiettivo salvezza che è lontano quattro punti, ma come sta capitando al Frosinone questo momento duro, può succedere anche agli altri. Se molliamo è finita, dipende da noi. Che risultato mi auguro per Genoa-Palermo? Pensiamo a noi, ovviamente sarebbe meglio un pareggio ma non ci penso. La gara col Torino non la vedo impossibile, così come non vedo impossibile che il Frosinone riesca a risalire in classifica nelle prossime giornate. Il morale non è alle stelle, ma basta poco per svoltare".

IL TORINO - "Abbiamo visto e analizzato le ultime prestazioni del Torino. Non sta attraversando un periodo di forma ottimale e viene da tre sconfitte consecutive: vorrà uscire a tutti i costi da questo momento negativo, cercheranno di metterci in difficoltà e noi cercheremo di andare lì per fare una partita di grande sacrificio. Tornare a Torino sarà un'emozione particolare visto che ho passato quattro anni lì".




Commenta con Facebook