• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > L'Editoriale di Marchetti - Gli attaccanti: chi li cerca, chi li compra. Domino, a qualsiasi latitud

L'Editoriale di Marchetti - Gli attaccanti: chi li cerca, chi li compra. Domino, a qualsiasi latitudine...

Appuntamento con il nostro editorialista, esperto di mercato di 'Sky Sport'


Luca Marchetti
Luca Marchetti (@LucaMarchetti)

13/01/2016 12:20

L'EDITORIALE DI LUCA MARCHETTI CALCIOMERCATO SERIE A / ROMA - Aspettiamo Spalletti, aspettiamo la Coppa Italia di stasera per sapere di Mihajlovic (e poi aspettiamo anche il campionato, eventualmente). Ma quello che aspettano tutti è il gol. Con i gol vinci, con i gol ti salvi, con i gol sogni, con i gol vai all'Europeo.

Esattamente come ha fatto Ciro Immobile. Accolto dall'abbracci granata per tornare a fare (con continuità) quello che ha sempre fatto: i gol. Vuole farli nel Toro per farli in Francia. Ecco perché è voluto tornare.

La molla dell'Europeo è molto forte e spinge molti giocatori a chiedere di essere ceduti. Pensate a Pepito Rossi su cui da qualche tempo si sono spenti i riflettori ma che a gennaio con la maglia viola non lo vedrete più: ancora in vantaggo il Genoa, ma per quanto? E la concorrenza di Borriello non la prendete in considerazione, visto che soprattutto lui a Genova ha scritto un pezzo della sua storia personale?

Ecco Borriello, l'uomo dell'ultimo giorno di mercato, quello del 31: o agosto o gennaio poco importa, sa che è una data importante e sembra non aspettare altro. Intanto incassa il gradimento dell'Atalanta che sogna una coppia di attaccanti niente male: Diamanti (già preso, presentazione forse domani) insieme a lui? Usato sicuro, verrebbe da dire.

Per non parlare ancora del Torino che dopo la questione scuse di Quagliarella si è trovato il telefono incandescente (quello del ds Petrachi e del suo agente Bozzo). Perché in tanti si sono interessati a Quagliarella: i più convinti sembrano essere Sassuolo (a cui il Torino vorrebbe "soffiare" Defrel) e Fiorentina che sul versante Giuseppe Rossi e Babacar sa che dovrà rimpastare l'attacco (ed è per questo che non molla la pista Pellé, anche se molto complicata).

E se dovesse essere un ritorno in viola per Quaglia, allora il Torino si butterebbe su Kramaric del Leicester. Nel gioco degli incastri però il Sassuolo ci starebbe comunque. Intanto perché ha ceduto Floccari al Bologna (che nel frattempo ha finalmente concesso a Mancosu di accasarsi a Carpi e quindi Borriello è ancora più libero e quindi torniamo di nuovo in ballo con lo stesso giro!) e poi perché sta per prendere (firma fra poco) Trotta dall'Avellino che lo sostituirà con Comi.

Vi gira la testa? Basta solo essere concentrati! Perché ancora i giri non sono finiti. Cavani ne vorrebbe aprire uno mastodontico: o io o Ibra al PSG. Ma Ibra è a scadenza e può andare dove vuole. Il problema per lui sarebbe se davvero il PSG riesce a convince CR7: a quelo punto o lui o Cristiano Ronaldo? L'unico che non sembra aprire fronti è Luiz Adriano: sta per essere ceduto in Cina. Il Milan riesce a fare plusvalenza in 6 mesi con un giocatore che non considera più titolare. Ma questi soldi non verranno investiti per un attaccante. E allora il giro finisce. Così come le nostre chiacchierate di mercato: chi prende il Milan sarà nelle prossime puntate...




Commenta con Facebook