• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Benessere > Benessere, dalla Dash alla mediterranea: ecco le 10 diete più efficaci

Benessere, dalla Dash alla mediterranea: ecco le 10 diete più efficaci

Il "nostro" regime alimentare occupa la quarta posizione dopo Dash, Mind e Tlc


A tavola (Getty Images)

12/01/2016 17:25

BENESSERE LE DIECI DIETE PIU’ EFFICACI / ROMA - La Dash (Dietary approaches to stop hypertension) e la dieta più efficace secondo la classifica dei migliori regimi alimentari pubblicata sul sito US News & World Report. La Dash ha diverse caratteristiche positive: abbassa la pressione sanguigna, il colesterolo, è associata ad un minor rischio di diversi tipi di cancro, malattie cardiache e rischio ictus, calcoli renali, riduzione del rischio di sviluppare diabete e può rallentare il progredire di malattie renali, inoltre, la maggiore percentuale degli utilizzatori, la segue proprio per perdere peso. Lo studio ha preso in esame 38 diete diverse, analizzando diversi parametri come l'efficacia a breve e lungo termine, rischi e benefici per la salute e costi. Anche l’italiana dieta mediterranea è presente nella top 10 delle diete più efficaci: occupa il quarto posto. La dieta vegetariana è invece fuori dalla top 10 e occupa il tredicesimo posto, perché garantisce una perdita di peso minore pur essendo tra le più impegnative da seguire. Ancora più in basso la dieta vegana, ferma al ventunesimo posto.

L’importanza del sale – L’obiettivo della dieta Dash, messa a punto dal National Heart, Lung, and Blood Institute americano, sono i pazienti ipertesi e in particolare contrastare l’ipertensione cardiaca, contenendo alimenti essenziali e allo stesso tempo togliendo i cibi che vanno contro tale obiettivo. La peculiarità principale di questo regime alimentare è la quantità di sale da assumere in una giornata, complessivamente a 2,3 grammi, che equivale a poco più di due cucchiaini da caffè. Gli alimenti che compongono la dieta Dash, sono molto vari, ma selezionati tra i cibi sani e distribuiti senza eccedere ad un singolo alimento. C’è molta frutta e verdura, pochi dolci e merendine sostituiti con frutta fresca di stagione.

Dash più mediterranea: dieta del “cervello” al secondo posto - Al secondo posto si piazza una dieta dedicata al benessere del cervello in grado ridurre il rischio di Alzheimer. Si chiama Mind (Mediterranean-Dash intervention for neurodegenerative delay) e unisce la dieta mediterranea al regime Dash. I cibi consigliati sono verdura, frutti rossi, legumi, pesce e olio d'oliva. La Mind, però, rispetto alla prima in classifica è meno efficace per perdere peso.

La mediterranea al quarto posto - La dieta nostrana è a pari merito con altri regimi alimentari: quello che rende più fertili, quello della Mayo Clinic, quello anticolesterolo e la Weight Watchers.

La classifica: la top ten del US News & World Report

1. Dash

2. Mind, dieta della mente

3. Tlc: indicata per combattere il colesterolo "cattivo" e le malattie cardiovascolari. La raccomandazione è non superare i 200 grammi di grassi saturi al giorno, pari al 7% delle calorie giornaliere.

4. Dieta della fertilità: unisce un regime alimentare proteico e vitaminico a una discreta attività fisica. È una dieta indicata per le donne che vogliono un figlio.

5. Mayo Clinic: visto che lo scopo principale è quello di perdere peso, questo regime alimentare indica i comportamenti quotidiani da evitare per star bene. Un esempio? Non mangiare mentre si guarda la televisione.

6. Dieta mediterranea: fa perdere peso, contrasta le malattie croniche e previene il cancro.

7. Weight Watchers: si perde peso contando le calorie ingerite.

8. Dieta flexitariana: unisce i benefici di una dieta vegetariana alla possibilità di mangiare carne. Sono diversi gli alimenti vegetali suggeriti come legumi, frutta secca, cereali integrali, frutta e verdura.

9. Dieta volumetrica: persegue il raggiungimento del senso di sazietà consumando cibi a bassa densità calorica.

10. Jenny Craig: prevede l’assunzione di pasti congelati e liofilizzati ideati dall'omonima nutrizionista. I primi risultati sono evidenti dopo 28 giorni.

S.C.




Commenta con Facebook