• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > I CRAQUE DEL MOMENTO - Napoli, è un 'vecchio-nuovo' Hamsik

I CRAQUE DEL MOMENTO - Napoli, è un 'vecchio-nuovo' Hamsik

Grazie a Sarri slovacco sembra aver ritrovato lo smalto di un tempo. Sono tornati anche i gol


Marek Hamsik ©Getty Images
Jonathan Terreni

11/01/2016 12:00

I CRAQUE DEL MOMENTO NAPOLI HAMSIK / NAPOLI - Marek Hamsik è tornato. Era dai tempi del mentore Mazzarri che a Napoli non vedevano un giocatore così. Grazie alla cura Sarri lo slovacco ha ritrovato lo smalto dei giorni passati, quelli che lo avevano consacrato come uno dei migliori centrocampista d'Europa. Con Benitez non c'era feeling, dentro e fuori dal campo. Sarri gli ha trovato una nuova posizione, più congeniale all'evoluzione del suo gioco e ai tempi che passano. Prestazioni di livello e gol sono tornati: con il 'vecchio-nuovo' Hamsik a Napoli sognano lo Scudetto.

1) NUOVO MODO DI GIOCARE - Arrivato a Napoli, Sarri ha preso da parte Hamsik. Lo ha tranquillizzato. Gli ha fatto capire che insieme si poteva tornare al top. Bastava solo qualche correttivo in campo e nella testa. Ecco allora che lo slovacco è stato retrocesso di qualche metro. Non più sulla trequarti ma da mezz'ala. Più nel vivo del gioco e meno spalle alla porta. Hamsik si è trasformato in un centrocampista più di ruolo e meno anarchico, che gioca per la squadra sfornando prestazioni di quantità oltre che di qualità. Qualche responsabilità in meno lo lasciano più tranquillo e anche se fallisce un rigore non gli cade più il mondo addosso.

2) VECCHIO RENDIMENTO E GOL - Il tutto senza perdere le qualità che lo hanno reso grande. L'inserimento è una delle sue caratteristiche migliori e non è stata persa, anzi, perfezionata. Non vuol dire che non possa arrivare in zona gol: meno incursioni ma più letali. E poi le reti; ora arrivato anche quelle. Sono già quattro le realizzazioni dello slovacco in campionato. Tre nelle ultime tre partite, non succedeva da tre anni. Un Hamsik ritrovato potrebbe essere un'arma decisiva per il tricolore.




Commenta con Facebook