• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, da Kondogbia all'attacco: ecco le spine di Mancini. Che punta tutto sul calciomercato

Inter, da Kondogbia all'attacco: ecco le spine di Mancini. Che punta tutto sul calciomercato

Terza sconfitta nelle ultime sei gare per i nerazzurri. Jovetic e Guarin ancora fuori: sono in uscita?


Roberto Mancini ©Getty Images
Marco Di Federico

11/01/2016 11:50

NEWS SERIE A INTER MANCINI SCUDETTO / MILANO - Ancora un 1-0, ma questa volta Roberto Mancini ha poco da fare ironia. È stata una pessima ultima giornata del girone d'andata per l'Inter. Prima la sconfitta in casa contro il Sassuolo, seconda consecutiva tra le mura amiche dopo quella con la Lazio, poi il sorpasso in classifica del Napoli nel pomeriggio e l'aggancio della Juventus in serata. Soltanto la Fiorentina, sconfitta sabato, è rimasta dietro ai nerazzurri nella volatona per il titolo di campione d'inverno. Le news Inter che arrivano dal giro di boa non sono dunque delle migliori. Quello che conta è essere primi alla fine del campionato e non alla 19a giornata, ma due sconfitte nelle ultime tre gare sono un campanello d'allarme preoccupante per Mancini. Che deve fare i conti anche con alcuni 'casi', come quelli di Kondogbia - ancora male ieri il francese - Guarin e Jovetic, partiti di nuovo dalla panchina. Con il calciomercato alle porte, il tecnico deve fare le ultime valutazioni su chi può servire ancora alla causa nerazzurra nella volata Scudetto, incerta come mai negli ultimi anni. Dalla sconfitta con il Sassuolo all'aggancio della Juventus, passando per il duro calendario che aspetta l'Inter nel girone di ritorno ed il calciomercato, analizziamo il momento dei nerazzurri e le sue chance per lo Scudetto.

MALE KONDOGBIA. JOVETIC E GUARIN, DOVE SIETE? MANCINI CHIEDE AIUTO AL MERCATO, MA LE RIVALI CORRONO

Che succede all'Inter? I nerazzurri, pur al termine di una partita in cui hanno creato molteplici palle gol, non sono riusciti a battere il Sassuolo, collezionando così la seconda sconfitta nelle ultime tre gare, terza nelle ultime sei partite. Nelle quali la Juventus ha guadagnato addirittura 9 punti sui nerazzurri, il Napoli 4, la Fiorentina 1. Ed anche la Roma, che certo bene non sta andando, ha fatto solo 2 punti in meno dell'Inter. Segnali inequivocabili della piccola crisi che stanno avendo i nerazzurri. Che ad Empoli, pur vincendo, non hanno giocato bene e sono stati fortunati nel non vedersi fischiato contro un rigore. Il problema non è difensivo, visto che l'Inter ha comunque la  migliore difesa del campionato, ma resta sempre offensivo. Due gol segnati nelle ultime tre gare, entrambi sull'asse Perisic-Icardi. Se steccano loro due, sono dolori per Mancini. Che al mercato di gennaio continua infatti a chiedere soprattutto un attaccante esterno, con Lavezzi ed Eder primi obiettivi dell'Inter, mentre Candreva non lascerà la Lazio a gennaio. Ma, oltre alle entrate, l'Inter dovrà fare anche valutazioni importanti nelle cessioni. Perché ci sono giocatori che, in questo momento, sembrano fuori dal progetto del tecnico. In primis Stevan Jovetic, anche ieri partito dalla panchina a vantaggio di Ljajic: 4 gol in tutto per il montenegrino, ma solo 1 nelle ultime 17 partite. Attenzione poi al futuro di Guarin, su cui c'è il forte interesse dello Zenit San Pietroburgo, che può offrirgli l'opportunità di disputare la Champions League. Da risolvere, infine, l'enigma Kondogbia. L'acquisto più caro dell'estate è stato anche ieri tra i peggiori in campo. Nel centrocampo a tre non rende come mezzala: con il rientro di Felipe Melo, rischia di finire ai margini.

L'INTER MALE CON LE BIG. ED IL CALENDARIO NON AIUTA MANCINI: SOLO CONTRO IL NAPOLI IN CASA NEL GIRONE DI RITORNO

A frenare l'Inter durante il girone d'andata sono stati soprattutto i big-match. Perché l'Inter non riesce a vincere contro le grandi. Battuta solo la Roma delle prime sei del campionato. Poi tre sconfitte contro Sassuolo, Napoli e Fiorentina, più il pareggio a reti bianche contro la Juventus. Ed il calendario, in questo senso, non aiuta Mancini. Perché nel girone di ritorno soltanto il Napoli, tra queste cinque squadre, sarà di scena a 'San Siro'. Poi tutte trasferte toste, anche se i nerazzurri finora hanno fatto meglio proprio lontano da Milano, compresa quella di Roma con la Lazio. E già sabato pomeriggio a Bergamo contro l'Atalanta ci sarà un crocevia importante nella stagione dell'Inter. Che resta pienamente in corsa per lo Scudetto, ma con meno certezze di un mese fa.




Commenta con Facebook