• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-JUVENTUS

Khedira e Pogba affondano la Sampdoria. Cassano l'unico fra i doriani a mettere in apprensione la Juventus


Khedira © Getty Images
Rocco Crea

10/01/2016 23:00

ECCO LE PAGELLE DI SAMPDORIA-JUVENTUS:

 

SAMPDORIA

Viviano 6 – Un buon intervento su una conclusione potente e dalla traiettoria velenosa di Hernanes intorno al quarto d’ora. Un minuto dopo, però, non può arrivarci sul tiro angolato di Pogba che regala il vantaggio alla Juventus. Esente da colpe anche sul gol di Khedira.  

Cassani 5,5 – Fa girare all’interno dell’area un giocatore del calibro di Pogba troppo facilmente ed il francese lo ringrazia castigando la Samp. Si riprende col passare dei minuti attuando buone diagonali difensive ed ingaggiando un duello sulla corsa con Evra.

Moisander 5 – Peccato per l’espulsione finale perché nel corso della gara riesce a contenere Morata. Ad ogni modo sul 2-0 di Khedira non riesce a limitare Dybala.  

Zukanovic 5 – Disattento nella marcatura di Khedira in occasione del raddoppio. Il tedesco è lasciato da solo il tempo che basta per agganciare l’assist di Dybala e concludere a rete.

Regini 6,5 – Bravo a contenere Lichtsteiner prima e Cuadrado poi. Non disdegna le discese provando a creare superiorità numerica blucerchiata lì davanti. Mai timoroso.

Carbonero 6 – Fisicità e velocità. In mezzo al campo fa la sua figura e prova anche a disturbare spesso Hernanes quando il brasiliano gioca in disimpegno.

Fernando 5,5 – Più diventa dura la partita, più lui si sente a suo agio. Tuttavia soffre la manovra bianconera per larga parte della gara, ma ci può stare quando gli avversari si chiamano Pogba e Khedira.

Barreto 5,5 – Stasera non brilla particolarmente. Fa legna in mezzo al campo con la collaborazione di Fernando ma non sempre è preciso negli appoggi quando i suoi tentano di ripartire. Sostituito da Muriel per un atteggiamento tattico più spregiudicato a causa del risultato. Dal 73’ Muriel s.v.

Soriano 5,5 – Gioca soltanto 36’ uno dei protagonisti più attesi della serata. Sfortunato, è costretto ad uscire a causa di un giramento di testa che non gli permette di proseguire il match. Fino ad allora comunque si fa vedere poco, e la Samp fatica a costruire gioco anche per questo. Dal 36’ Ivan 5 – Dura rimpiazzare Soriano in questo momento, specie a freddo per un ingresso inaspettato. Fa quello che può per entrare in gara ma non ci riesce.

Eder 5 – Vicino al gol quando sale in cielo per colpire di testa un cross di Cassano, ma la palla va fuori. Per il resto delude molto, specie per quanto fatto vedere anche nel derby. Non tiene palla, non offre spunti. Dall’85’ Rodriguez s.v.

Cassano 7 – Il migliore dei suoi. Cerca sempre la giocata e regala ai compagni preziosi suggerimenti, come in occasione del pericoloso colpo di testa di Eder nella ripresa. Bravo ad anticipare i tempi d’intervento di Bonucci e Rugani al momento del gol. Rapido nel pensiero e nelle giocate, il miglior Cassano sta tornando ed è l’unico che tiene davvero a galla la Sampdoria.

All. Montella 5,5 - E' una Samp a due facce la sua, che viene fuori soltanto dopo aver incassato la rete del raddoppio. Troppo tardi per recuperare nonostante la veemente reazione. I cambi non apportano irisultati sperati, e gran parte della pericolosità delle azioni d'attacco lo si deve a Cassano. 

 

JUVENTUS

Buffon 6 – Mai impegnato davvero ed il gol di Cassano è imprendibile anche per lui.

Rugani 6 – Attento a chiudere tutti gli spazi, ma anche piuttosto timido specialmente nel giro palla d’impostazione bianconero, in cui spesso è tagliato fuori da Bonucci. Non riesce a chiudere su Cassano al momento del gol ma il ragazzo di Bari vecchia si dimostra imprendibile in quel frangente.

Bonucci 6 – La gara non è delle più semplice con Cassano di mezzo. Lui è attento a chiudere su ogni pallone proveniente dai traversoni ma, come Rugani, non riesce ad evitare il tiro del barese da centro area.

Chiellini 7 – Quando c’è da lottare si esalta. Esce sicuro palla al piede, ringhia senza e compie interventi decisi, oltre che buone diagonali. Sul finale è autore di un intervento che salva la porta bianconera dal possibile pareggio. Dalle sue parti non si passa.

Lichtsteiner 6 – Regini non è un cliente facile, specialmente nel secondo tempo quando la Samp alza i ritmi dopo aver incassato la rete del raddoppio. Lo svizzero è costretto anche a contenere dunque e le sue sortite offensive non lasciano il segno. Dal 65’ Cuadrado 6 – Prova ad incrementare la forza d’attacco bianconera sull’out di destra ma entra in un momento in cui la Juve ha poca benzina e finisce col dare una mano in fase di non possesso.

Khedira 7 – I suoi tentativi di ricevere palla nei pressi dell’area della Samp vengono premiati ad inizio ripresa, quando Dybala lo pesca con un filtrante che lo mette dinanzi a Soriano. Il tedesco è freddo e non sbaglia. Per il resto gioca una gara a tutto campo fermando gli avversari e ripartendo, confermandosi ancora una volta pedina importante per il centrocampo di Allegri.

Hernanes 6 – Funge da schermo davanti alla difesa non tanto per i contrasti quanto per la sua presenza fissa tra le line di passaggio blucerchiate che avvengono sulla trequarti bianconera, specie nel primo tempo. Nella ripresa serve a Morata un pallone col contagiri sprecato dallo spagnolo. Non sfigura affatto, anzi. Nel ruolo di regista garantisce una valida alternativa a Marchisio.

Pogba 7 – Stoppa un pallone di petto, spalle alla porta, che se fosse capitato a molti altri si sarebbe rivelato innocuo. Lui invece si gira e con un rasoterra angolato fulmina Viviano per il vantaggio bianconero. Poi ci mette il fisico per ripartire, intercettare giocate in orizzontale azzardate dei doriani e provare anche a concludere.

Evra 5,5 – Non particolarmente brillante questa sera. Il francese difende molto e non attacca praticamente mai. Appare un po’ troppo timido.

Dybala 6,5 – Trova l’imbucata da favola per il raddoppio di Khedira e prova sempre a ricevere il pallone sulla trequarti doriana per inventare, riuscendo sempre ad essere pericoloso. Dall’89’ Padoin s.v.

Morata 5 – Il colpo di testa in tuffo, effettuato davanti a Viviano,  fotografa quello che è il momento vissuto dallo spagnolo ed anche la sua partita. Tanta buona volontà ma anche poca convinzione nel far male. E lo dimostra divorandosi un gol che qualche mese fa non avrebbe fallito. Dal 77’ Zaza s.v.

All. Allegri 7 – La sua Juve continua a vincere come un rullo compressore giocando bene e dimostrandosi ancora una volta solida, e capace di saper soffrire su campi difficili come quello di Genova. Ottima la scelta di affidare ad Hernanes la regia in assenza di Marchisio, dimostrando di riporre fiducia nel brasiliano.

 

Arbitro: Mazzoleni 6,5 – La sua direzione di gara scorre via tranquilla sino a quando, nel finale, la partita s’incattivisce. Lui però non si scompone e prende sempre decisioni corrette. Giusta l’espulsione a Moisander, ma anche il resto dei cartellini estratti.

 

TABELLINO

Sampdoria-Juventus 1-2

Sampdoria (4-3-3): Viviano; Cassani, Moisander, Zukanovic, Regini; Barreto (dal 75’ Muriel), Fernando, Soriano (dal 36’ Ivan), Carbonero; Cassano, Eder. A disposizione: Pereira, Krsticic, Coda, Rodriguez, Puggioni, Correa, Palombo, Christodoulopoulos, Brignoli. All. Montella

Juventus (3-5-2): Buffon; Rugani, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (dal 65’ Cuadrado), Khedira, Hernanes, Pogba, Evra; Dybala, Morata. A disposizione: Sturaro, Padoin, Vitale, Audero, Caceres, Asamoah, Alex Sandro, Zaza, Neto. All. Allegri

Marcatori: 17’ Pogba (J), 46’ Khedira (J), 65’ Cassano (S)

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni (Sez. di Bergamo)

Ammoniti: 38’ Bonucci (J), 47’ Pogba (J), 67’ Cassani (S),  88’ Hernanes (J), 90’ Khedira (J), 91’ Carbonero

Espulsi: 94’ Moisander (S)




Commenta con Facebook