• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, dall'Inghilterra: "Perché il Manchester United non deve comprare Felipe Anderson"

Lazio, dall'Inghilterra: "Perché il Manchester United non deve comprare Felipe Anderson"

Il magazine 'Four Fourt Two' scoraggia i 'Red Devils' sul talento brasiliano


Felipe Anderson (Getty Images)

08/01/2016 20:09

MERCATO LAZIO FELIPE ANDERSON MANCHESTER UNITED PREMIER LEAGUE/ MANCHESTER (Inghilterra) - Da giorni, in Inghilterra, si parla del possibile trasferimento di Felipe Anderson dalla Lazio al Manchester United per una cifra vicina ai 35 milioni di euro. Un affare di mercato che permetterebbe ai Claudio Lotito di concretizzare una grande plusvalenza e rimpinguare le casse societarie. Operazione che però non convince a pieno i tifosi dei 'Red Devils', ancora titubanti sulle qualità del brasiliano. Tanti dubbi attorno a Felipe Anderson che il magazine britannico 'Four Four Two' ha voluto analizzare, con un articolo dal titolo "Perché Felipe Anderson non è la risposta ai problemi del Manchester United" che fa le pulci all'ex Santos e sembra scoraggiare Louis van Gaal a puntare su di lui.

IL TEMPISMO DI LOTITO - Nel gennaio del 2014, la Lazio ha venduto Hernanes all'Inter per circa 20 milioni di euro. Una cessione che ha scatenato la reazione dei tifosi biancocelesti ma che col senno del poi si è rivelata saggia, visto che il 'Profeta' ha iniziato una lenta parabola discendente prima con la maglia nerazzurra e poi con quella della Juventus. Stessa situazione che potrebbe ripetersi anche adesso, dopo che in estate Lotito ha rifiutato ogni offerta arrivata per Felipe Anderson. Lotito potrebbe aver deciso di venderlo adesso proprio per poter ottenere il massimo prima che il valore del suo cartellino scenda ancora. 

PROBLEMI DI AMBIENTAMENTO - Il primo anno di Felipe Anderson alla Lazio è stato tutt'altro che trionfale. Arrivato nell'estate del 2014 dal Santos dopo una lunga trattativa di mercato, il brasiliano ha faticato ad imporsi in maglia biancoceleste, ammettendo poi a più riprese di aver sofferto l'adattamento al nuovo paese e al nuovo campionato. Per questo, sostiene 'Four Four Two', potrebbe essere un azzardo per il Manchester United prendere Felipe Anderson e rischiare di dover aspettare che si abitui alla Premier League e all'Inghiterra.

MANCANZA DI CONTINUITA' - Analizzando le statistiche di Felipe Anderson, 'Four Four Two' ritiene sia un giocatore troppo discontinuo per il Manchester United. I numeri sono abbastanza espliciti: se durante la scorsa stagione il suo rendimento è stato sbalorditivo tra dicembre e aprile, arco di tempo nel quale ha messo a segno 10 gol e fornito 13 assist ai compagni, le prestazioni calano vertiginosamente prima e dopo quella sorta di 'magic moment'.

INADEGUATEZZA - Per il magazine britannico, puntare su Felipe Anderson non varrebbe la pena: per loro, il brasiliano "difficilmente riuscirebbe ad offrire qualcosa in più rispetto a Bale, Ronaldo e Neymar, gli altri tre sogni di mercato dei 'Red Devils'". Inoltre, per 'Four Four Two' Felipe Anderson è stato superato in Serie A da talenti come Bernardeschi, Ljajic e Insigne. Per concludere, il loro giudizio su Felipe Anderson è: "La tendenza a scomparire dalle partite e la difficoltà nel reggere le pressioni, farebbero di Felipe Anderson un investimento rischioso per il Manchester United piuttosto che una soluzione immediata ai problemi". Una stroncatura, o quasi, per un talento iniscusso ma discontinuo: che i 'Red Devils' cambino idea?

S.F.




Commenta con Facebook