• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-HELLAS VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-HELLAS VERONA

Dybala regala calcio champagne. Il Verona pericoloso solo con Pazzini, disastro Helander


Dybala (Getty Images)
Rocco Crea

06/01/2016 17:05

ECCO LE PAGELLE DI JUVENTUS-VERONA HELLAS:

 

JUVENTUS

Buffon 6,5 – Miracola sulla semirovesciata di Pazzini deviando in corner, con le dita, al 10’.

Caceres 6 – Gioca un po’ a sorpresa scavalcando Rugani nelle preferenze di Allegri e si rende autore di una partita ordinata ed attenta. Da quelle parti Souprayen è veloce ma l’uruguayano lo contiene bene anche grazie all’aiuto di Marchisio e Lichtsteiner. Dall’84’ Rugani s.v.

Bonucci 7 – L’incornata su assist del solito Daybala, che sigla il raddoppio bianconero, è furiosa. In difesa è sempre attento a chiudere tutti gli spazi e perfetto nel dare l’input alle azioni dei suoi.

Chiellini 6,5 – Ruspante come sempre ma talvolta anche impreciso quando si tratta di appoggiare ai compagni. Con Pazzini ingaggia un bel duello che alla lunga vince lui.

Lichtsteiner 6,5 – Sembrava dovesse essere la giornata buona per tornare al gol in campionato, perché nei primi 45’ ci va molto vicino per due volte. Molto propositivo.  

Khedira 6,5 – Prezioso nel dare una mano a Marchisio nel recupero palla, il tedesco non disdegna di accompagnare la manovra d’attacco bianconera quando può. Personalità da vendere per lui. Dal 70’ Sturaro s.v.

Marchisio 6 – Partita condotta ad effettuare il lavoro sporco di ripiego e recupero. Poi, poco dopo la prima mezz’ora, si affaccia dalle parti di Gollini calciando a rete ma il portiere gialloblu è bravo a negargli la gioia del gol.

Pogba 6,5 – Quando si cimenta a fare giocate alla Pogba non ce n’è per nessuno, come in occasione dell’assist servito col contagiri per il tris firmato da Zaza. Alterna qualche giocata leziosa di troppo alla concretezza, ma per un giocatore della sua caratura è anche un fattore da mettere in conto.

Alex Sandro 7 – Il brasiliano è velocissimo, ma anche molto preciso e accorto. Compie una buonissima diagonale difensiva nei primi minuti, e poco dopo trotta sull’out di sinistra servendo in mezzo un pericoloso pallone. Nel secondo tempo si ripete nel chiudere bene gli spazi dalle sue parti e ripartire.

Dybala 7,5 – Firma la rete del vantaggio disegnando una parabola su calcio piazzato imprendibile per Gollini. Poi regala spettacolo servendo assist deliziosi ai compagni di squadra, fra cui quello per il raddoppio di Bonucci. La sua tecnica è sopraffina e gli permette di fare quello che vuole palla al piede.

Morata 6 – Un po’ spento sino a quando, dopo venti minuti di gioco, si accentra per concludere a giro, sul secondo palo, ma Gollini devia in corner. Lo spagnolo comunque appare spento, ancora lontano dalla brillantezza espressa la scorsa stagione. Dal 79’ Zaza 7 – Entra e segna sfruttando un bell’assist di Pogba che lo lancia a rete. L’attaccante bianconero non sa fallire e trafigge Gollini.

All. Allegri 7 – Ottava vittoria per la sua Juve. Allegri se la gode e fa bene. La sua squadra accelera quando deve ma non sperpera mai le energie. Sul 2-0 si limita a controllare e poi colpisce ancora non appena ne ha l’occasione.

 

HELLAS VERONA

Gollini 6 – Può solo guardare il perfetto calcio di punizione di Dybala per l’1-0. Bella la parata in tuffo su Morata al 20’. Reattivo sulla conclusione centrale ma forte di Marchisio al 33’. Incolpevole sugli altri gol.

Bianchetti 5 – Adattato come terzino, fa quello che può. In avanti non si vede mai nonostante il credo del suo allenatore imponga un sostegno da parte dei terzini alle ali di centrocampo.

Helander 4 – Troppo ingenuo. La sua gara è fotografata da due azioni consecutive di cui è protagonista in negativo. Prima atterra Dybala in una zona del campo non pericolosa per poi perdersi Bonucci sul successivo calcio di punizione. Completa l’opera non leggendo l’assist al bacio di Pogba per Zaza che regala il tris alla Juventus.

Moras 6 – Il Verona affonda, lui no. Sempre attento nei duelli con Morata, dove spesso ne esce anche vincitore.

Souprayen 5,5 – Suo l’inutile fallo effettuato su Lichtsteiner  e che scaturisce il calcio di punizione del vantaggio firmato da Dybala. E’, però, anche l’unico a tentare di affacciarsi in avanti quando può.

Wszolek 5 – Deludente. Il giocatore ex Samp combina poco per dare velocità e pericolosità alla manovra offensiva del Verona. Dal 64’ Emanuelson 5,5 – Leggermente meglio del polacco. Emanuelson deve ancora entrare al meglio negli schemi tattici di Delneri, ma allo Stadium si è rivelato quantomeno più pimpante di Wszolek.

Greco 5,5 – Nel primo tempo non sfigura nonostante il Verona  vada subito in svantaggio. Ad ogni modo non concede troppo campo ai rivali di reparto. Ammonito per fallo su Morata nel primo tempo, salterà la prossima partita. Dal 61’ Juanito Gomez 5 – Entrato in campo per cercare di dare più consistenza all’attacco gialloblu, combina però poco e viene inghiottito dalla retroguardia bianconera.

Hallfredsson 5 – Non illumina la cabina di regia del Verona. Il gioco della compagine di Delneri rimane statico e prevedibile per tutta la durata della partita. Dall’82’ Fares s.v.

Siligardi 4,5 – Inconcludente e decisamente poco ispirato. Sbaglia tutto ciò che può lì davanti, soprattutto gli ultimi passaggi. E compiuti da lui, certi errori non possono passare inosservati.

Ionita 5 – Delneri punta molto sugli esterni ma lui, come Ionita, non fa nulla che possa considerarsi degno di nota. Pazzini viene lasciato praticamente da solo e senza assistenza.

Pazzini 6 – Gara difficile per lui. Il duello con Chiellini non è semplice e, di più i compagni non lo aiutano. Impegna Buffon dopo dieci minuti con una conclusione molto insidiosa inventata dal suo genio, che il portierone bianconero devia in corner. Sarà l’unica occasione dei suoi.

All. Delneri 4,5 – Male oggi. Il Verona non esprime gioco e nemmeno velocità. Non si arrende subito alla Juventus e questo gli va riconosciuto, tuttavia soltanto una volta la sua compagine è in grado di rendersi pericolosa. Troppo poco, anzi nulla.

 

Arbitro: Calvarese 6 – Manca l’ammonizione a Chiellini per gomito alto su Pazzini. Giusto non dare il rigore a Pogba al quarto d’ora della ripresa. Il resto della gara è diretto bene. Cartellini estratti solo per falli cattivi.

 

TABELLINO

Juventus-Verona Hellas 3-0

Juventus (3-5-2): Buffon, Caceres (dall’84’ Rugani), Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Khedira (dal 70’ Sturaro), Marchisio, Pogba, Alex Sandro, Dybala, Morata (dal 79’ Zaza). A disposizione: Evra, Padoin, Vitale, Rubinho, Asamoah, Hernanes, Cuadrado, Neto. All. Allegri

Hellas Verona (4-4-2): Gollini, Bianchetti, Helander, Moras, Souprayen, Wszolek (dal 64’ Emanuelson), Greco (dal 61’ Juanito Gomez), Hallfredsson (dall’82’ Fares), Siligardi, Ionita, Pazzini. A disposizione: Checchin, Zaccagni, Jankovic, Coppola, Rafael, Winck. All. Delneri

Marcatori: 8’ Dybala (J), 45’ Bonucci (J), 83’ Zaza (J)

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (Sez. di Teramo)

Ammoniti: 24’ Greco (V), 46’ Marchisio (J), 48’ Hallfredsson (V), 59’ Alex Sandro (J), 77’ Sturaro (J)

Espulsi: 




Commenta con Facebook