• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Palermo-Fiorentina, Sousa: "Non ci sentiamo sottovalutati. Non ho parlato con Rossi"

Palermo-Fiorentina, Sousa: "Non ci sentiamo sottovalutati. Non ho parlato con Rossi"

L'allenatore sul futuro: "Voglio costruire qualcosa di importante"


Paulo Sousa ©Getty Images
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

05/01/2016 15:06

PALERMO FIORENTINA SOUSA / FIRENZE - Si ritorna in campo dopo la sosta natalizia. Per le news Fiorentina, la formazione di Paulo Sousa sarà attesa dall'insidiosa trasferta sul campo del Palermo: "Spero di ritrovare la squadra che più mi piace, però era importante staccare la spjna e trascorrere un po' di tempo in famiglia - ha dichiarato il portoghese in conferenza stampa - Sarà una partita difficile, il Palermo è una squadra fisica con otitme individualità. Dobbiamo partire forte, pensando a noi stessi e non agli avversari: facendo così, abbiamo vinto tanto. Non dobbiamo sentirci sottovalutati: altre squadre, più mediatiche della Fiorentina, però vengono attaccante al minimo sbaglio. Dobbiamo guadagnarci, vincendo, la stima di tifosi e appassionati".

FUTURO - "Ho un contratto lungo, sono qui per costruire qualcosa di importante. Io non penso solo ad allenare ma a costruire. L'unico modo di lasciare un qualcosa di importante è lavorare. Sono pochi gli allenatori che restano per dieci anni e tutto dipende dai risultati. Sono contento di vedere la mia società con la voglia di continuare a fare bene. Questo è programmare e consolidare quello che stiamo facendo".

CALCIOMERCATO - "Quale sarà il futuro di Rossi? Non ne abbiamo parlato. Lui si allena e gioca con la ferma volontà di crescere e di migliorare. La mia idea è sempre quella di aiutare ogni mio giocatore. Il calciomercato? Questo è sempre un periodo di instabilità, dobbiamo essere bravi a gestirlo al meglio. I rinnovi? Sono felice del lavoro sui giovani. Bernardeschi conosce bene i valori di questa società, mentre gli stranieri come Babacar e Alonso si sono subito identificati con lo spirito di questa squadra. Il nostro è un processo di crescita: è importante mantenere una buona parte della rosa per permettere ai nuovi di integrarsi al meglio".




Commenta con Facebook