• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Mancini: "Scudetto? Ne riparliamo alla fine. Se solo fossimo più fortunati..."

Inter, Mancini: "Scudetto? Ne riparliamo alla fine. Se solo fossimo più fortunati..."

Il tecnico nerazzurro ha commentato il 2015 della sua squadra


Mancini © Getty Images

01/01/2016 14:55

INTER MANCINI MANAJ SCUDETTO NAPOLI CHAMPIONS / DOHA (Qatar) - L'obiettivo dichiarato dell'Inter è quello di tornare in Champions League, magari dalla porta principale, evitando i preliminari. Il campionato, ad oggi, parla invece di nerazzurri nel gruppo dei favoriti per il titolo, avendo occupato a lungo la vetta della classifica, chiudendo il 2015 al primo posto. Ecco il commento del tecnico Mancini a riguardo dal ritiro di Doha: "Potevamo fare di certo qualcosa in più. - ha dichiarato a 'Inter Channel' - Il nostro obiettivo resta il ritorno in Champions League. Questo è un bel campionato e nessuno sa come andrà a finire. Parleremo di scudetto se saremo ancora lì a 2-3 giornate dalla fine".

MERCATO - "Spero restino tutti. Manaj non partirà. E' ancora giovane e può imparare da giocatori più grandi".

2015 - "I ragazzi avevano voglia di far bene da subito, ma nei primi mesi abbiamo faticato. Non credo la squadra abbia fatto male, ma nel calcio contano i risultati, e abbiamo perso molte gare che non peritavamo di perdere. Per il blasone che ha l'Inter dovrebbe sempre 
lottare per lo scudetto e giocare in Champions. Negli ultimi anni è stata dove non meritava di essere".

AVVERSARIE - "Ci manca qualche punto. Fino a oggi non abbiamo avuto grande sorte. Penso alle trasferte di Palermo e Genova. Anche nelle gare vinte 1-0 abbiamo difeso bene, concedendo poco. Potremmo far meglio se girasse la fortuna".

NAPOLI - "Se giochi in 10 al 'San Paolo' per tutto il secondo tempo e riesci a metterli sotto, meritando il pareggio, ovvio che le tue convinzioni cambino. Ora la squadra è più consapevole. Quella è stata una gara in grado di trasformare il pensiero".

OBIETTIVI - "Ne parleremo al termine della stagione. Ora occorre restare uniti e concentrarsi sulla delicata sfida della ripresa del campionato. E' un onore per me essere stato richiamato all'Inter. Spero di vivere un buon 2016. Senza Champions questa squadra non può stare".

L.I.




Commenta con Facebook