• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS - Buon ritorno per Darmian. Shaqiri-Arnautovic gemelli del gol

ITALIANS - Buon ritorno per Darmian. Shaqiri-Arnautovic gemelli del gol

Le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top/flop degli ex stranieri della Serie A


Shaqiri e Arnautovic ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

29/12/2015 17:30

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI ITALIANI ESTERO EX STRANIERI SERIE A / ROMA - Calciomercato.it torna per l'appuntamento settimanale con Italians, in versione ridotta visti i tanti campionati fermi per la pausa invernale. Ecco le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top ed i flop degli stranieri che hanno militano in passato nella nostra Serie A. Questa settimana brillano particolarmente Okaka, Darmian e Forestieri. Male Silvestri e Bellusci, straordinari Shaqiri, Arnautovi ed Ighalo.


ITALIANS - LE PAGELLE DEI GIOCATORI ITALIANI ALL'ESTERO


FABIO BORINI (Sunderland): 6 - Strappa la sufficienza per l'atteggiamento. Nel pesante ko con il Manchester City (4-1 per la squadra di Pellegrini) è veramente l'ultimo a mollare e lo si vede quando segna la rete della bandiera, gettandosi sul pallone con rabbia e fame agonistica. L'impegno c'è sempre, impegnato il 30/12 contro il Liverpool.

MATTEO DARMIAN (Manchester United): 6,5 - Indisponibile nella trasferta (poi persa) di Stoke-on-Trent, torna al suo posto nel big match col Chelsea. Gioca 70' di buon livello sulla fascia sinistra. Bene in fase di proposizione, difende con lucidità ed efficacia e i 'Blues' dalla sua parte non riescono mai a sfondare. Recupero importante per van Gaal.

ANGELO OGBONNA (West Ham): 5,5 - 4 punti per il suo West Ham in due partite, ma lui non riesce ad arrivare alla sufficienza. Nel pareggio con l'Aston Villa è colpevole in occasione del rigore procurato (che ingenuità). Va meglio nella vittoria contro il Southampton, anche se non dà mai l'impressione di avere la situazione sotto controllo. 

VITO MANNONE (Sunderland): in panchina nella partita con il Manchester City. 

GRAZIANO PELLE' (Southampton): infortunato. 

ALESSANDRO DIAMANTI (Watford): in panchina nelle partite contro Chelsea e Tottenham. 

FEDERICO MACHEDA (Cardiff City): non convocato.

GABRIELE ANGELLA (Qpr): 5,5 - Non schierato nel pareggio casalingo con l'Huddersfield, gioca titolare nella sconfitta esterna con l'Ipswich Town. Colpevole (ma è un concorso di colpe) in occasione del pareggio dei padroni di casa dove mostra tutti i suoi limiti di marcatura. Non ha particolari demeriti in occasione del vantaggio dell'Ipswich.

MARCO SILVESTRI (Leeds United): 4,5 - Di solito protagonista in positivo, questa volta lo è in negativo. Nella difficile trasfera di Nottingham confeziona assieme a Bellusci la rete del vantaggio Forest con un'uscita spericolata e quanto mai inutile. Per il resto della partita non è particolarmente impegnato e viene salvato dall'imprecisione degli avversari.

MIRCO ANTENUCCI (Leeds United): 5 - Entra al 77' e sembra dare la giusta svolta e il brio all'azione offensiva dei suoi, dato che il Leeds arriva al pareggio poco dopo. La rete sbagliata sotto porta qualche minuto più tardi però grida vendetta. Sarebbero stati tre punti d'oro ed invece l'errore è stato troppo macroscopico.

GIUSEPPE BELLUSCI (Leeds United): 4,5 - Voto identico a quello di Silvestri in virtù del pasticcio in occasione dell'1-0 del Nottingham Forest. Sbaglia nettamente il tempo dell'intervento sul lancio lungo avversario e permette ad Oliveira di segnare il gol del vantaggio. Per il resto della gara dimostra di aver accusato il colpo e va più volte in affanno. 

TOMMASO BIANCHI (Leeds United): non convocato.

FRANCESCO PISANO (Bolton): non convocato.

FERNANDO FORESTIERI (Sheffield Wednesday): 7,5 - Trascinatore dello Sheffield Wednesday. Nel 3-0 col Birmingham c'è tanto del suo zampino: segna una doppietta (il secondo gol è stupendo) dimostrando di essere uomo squadra. Entra nella ripresa della difficile trasferta col Middlesbrough e non riesce a raddrizzare la partita dei suoi che, con lui campo, mostrano un piglio diverso. 

MICHAEL AGAZZI (Middlesbrough): non convocato.

DIEGO FABBRINI (Middlesbrough): 5,5 - Il Middlesbrough è una macchina perfetta ma lui è relegato al difficile ruolo di riserva. Entra nella ripresa sia con lo Sheffield che con il Brighton, ma non riesce ad incidere in maniera particolare. L'impressione è che il 'Boro' se la cavi egregiamente anche senza le sue giocate che saranno necessarie nell'arco di una stagione lunghissima.

STEFANO OKAKA (Anderlecht): 7 - Pericolo costante per la difesa del Westerlo che viene impallinata dall'ex Sampdoria già nei primi minuti. Giocatore fondamentale per l'Anderlecht, bravissimo nelle sponde e nel creare spazi, porta il club biancomalva a due punti dal Gent capolista. Lui è già a quota 9 gol stagionali.

RAFFAELE DE VITA (Ross County): in panchina nella partita con il Dundee Fc.

FEDERICO PIOVACCARI (Western Sydney Wandererers): 6 - Non segna nella vittoria del Western Sydney Wanderers con i Newcastle Jets ma fornisce comunque un buon apporto alla manovra offensiva. Gioca più per la squadra che per sé stesso anche se in certe occasioni lo si vede troppo poco. Comunque strappa la sufficienza. 


ITALIANS - TOP 3 TRA GLI EX STRANIERI DELLA SERIE A

XHERDAN SHAQIRI (Stoke City): 8 - Avvio da motore diesel. Gli ci sono voluti alcuni di mesi per carburare ma adesso il folletto svizzero sembra non volersi fermare più. Protagonista assoluto assieme ad Arnautovic nella vittoria interna con il Manchester United ma soprattutto nel colpo esterno con l'Everton, quando realizza due reti di pregevole fattura (la seconda davvero splendida) lanciando i 'Potters' a due sole lunghezze dalla zona Europa League. 

MARKO ARNAUTOVIC (Stoke City): 8 - Condivide il voto con il compagno di squadra. L'attaccante austriaco è solo lontano parente di quel giovane acerbo e un po' supponente che partecipò da comparsa al Triplete dell'Inter. Ora il numero 10 dello Stoke City è un giocatore vero: classe e potenza. Splendida la rete del 2-0 con lo United, bravissimo nel servire assist e nel trasformare il rigore decisivo nei minuti finali con l'Everton. Mark Hughes gongola, è la Premier League delle sorprese.

ODION IGHALO (Watford) 7,5 - Il suo Watford rallenta ma il 2-2 con il Chelsea e la sconfitta per 2-1 col Tottenham lasciano comunque segnali incoraggianti per Quique Sanchez Flores che può contare sul secondo miglior cannoniere della Premier dopo Vardy e Lukaku: Odion Ighalo. L'ex Cesena ed Udinese è ormai una certezza per gli 'Hornets' e nelle due partite tra il 'Boxing Day' e capodanno mette a referto altrettanti centri. 




Commenta con Facebook