• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Lippi: " Ai giallorossi manca Totti. Io... torno presto in panchina"

Roma, Lippi: " Ai giallorossi manca Totti. Io... torno presto in panchina"

L'allenatore: "Sono felice quando vengo accostato a grandi società"


Marcello Lippi ©Getty Images

28/12/2015 09:30

CALCIOMERCATO ROMA INTERVISTA A MARCELLO LIPPI SU IL MESSAGGERO / ROMA - L'edizione odierna de 'Il Messaggero' propone una lunga intervista a Marcello Lippi, commissario tecnico dell'Italia Campione del Mondo nel 2006. Lippi, attualmente senza squadra e accostato alla Roma per il dopo Garcia in panchina, ha commentato le indiscrezioni di calciomercato Roma e non solo. Calciomercato.it vi propone i passaggi salienti dell'intervista a Marcello Lippi.

VOGLIA DI TORNARE IN PANCHINA - "Torno presto. Il campo mi manca e a farmi tornare la voglia è stato il nostro campionato. Incerto e divertente, con cinque squadre in corsa per lo scudetto. Quando ho lasciato la Cina ero convinto che il calcio mi avesse stancato. Invece era solo la lontananza. Appena ho visto qualche partita alla tv, ho capito che dovevo ricominciare. Magari anche in un club. Non mi piace seguire i match in poltrona, mi sento ancora allenatore".

ACCOSTATO A ROMA E LAZIO - "Io posso solo essere felice quando vengo accostato a grandi società. Italiane come spagnole, inglesi e anche turche. Non voglio scendere nei particolari, non mi sembra corretto. Gli ultimi due successi di Roma e Lazio sono stati utilissimi per mettere le cose a posto".

SCUDETTO - "Il torneo adesso è entusiasmante e spettacolarei. Non esiste la favorita per il titolo, tutte hanno le loro chance. Il Napoli e la Fiorentina giocano meglio delle altre, ma l'Inter ha la preparazione di Mancini e la rosa per essere protagonista. La Juve si è ripresa alla grande dopo la rivoluzione estiva e qualche imprevisto iniziale. La Roma ha pagato le assenze, una in particolare. Totti non si sostituisce. E' mancato tantissimo ad allenatore e compagni... e a tutti noi. Il suo rientro sarà decisivo".

NAZIONALE - "So come Conte interpretava da giocatore il lavoro quotidiano. Senza pause. Professionista e combattente".

S.D.




Commenta con Facebook