• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Prandelli: "Juventus abituata alla pressione, Roma la più forte ma..."

Serie A, Prandelli: "Juventus abituata alla pressione, Roma la più forte ma..."

L'ex ct della Nazionale ha parlato del campionato e del suo futuro


Cesare Prandelli ©Getty Images
Andrea Della Sala (Twitter: @dellas8427)

27/12/2015 11:10

SERIE A PRANDELLI SCUDETTO TORINO  MILAN INTER / ROMA - Le news Serie A hanno visto l’Inter chiudere il 2015 in testa alla classifica, nonostante il k.o. contro la Lazio a ‘San Siro’. Sulla possibile vincente del campionato e sulle sorprese di questa stagione si è soffermato l’ex ct della Nazionale Cesare Prandelli. Queste le sue dichiarazioni a ‘Tuttosport’: 

SCUDETTO - "Sarà una lotta a cinque. L’Inter ha cambiato tanto, troverà il suo equilibrio, nel frattempo si mantiene al primo posto; poi ci sono due squadre dalle grandissime potenzialità come Fiorentina e Napoli. Sousa e Sarri sfruttano il lavoro dei loro predecessori, ma sono riusciti a mettere subito qualcosa di loro. La Juventus ha il vantaggio di essere quella maggiormente abituata alle pressioni e allo stress; Dybala ricorda Del Piero e Manduzkic è un grande trascinatore. La Roma è la più forte dal punto di vista tecnico, ma deve trovare le sinergie giuste, anche se nell’ultima partita hanno dato una grande dimostrazione di forza".

MILAN - "Credo che sia la squadra che sta lavorando meglio sui giovani e lo dimostra il fatto che vediamo in campo Niang, Donnarumma, Romagnoli. Devono avere pazienza. Balotelli? Deve darsi lui delle risposte". 

TORINO - "Ventura rimane uno dei migliori tecnici per come insegna il calcio, ha grande carisma, sa gestire lo spogliatoio e sa trattare i giocatori. Il Torino ha solamente perso un po’ di brillantezza, ma è destinato a tornare in alto. La classifica è corta e possono ancora puntare all’Europa League, anche perché ora c’è anche il calciomercato. Rossi, Diamanti ed El Shaarawy potrebbero dare tanto a questa squadra. Pepito nel gioco di Ventura si inserirebbe alla grande, Diamanti ha uno spirito da Toro, è un trascinatore e l’ex milanista sa saltare l’uomo".

FUTURO - "Ho preferito rimandare l’esperienza in Cina. Per il resto ci sono state tante voci sia sullo Zenit che su Milan e Roma, ma niente di concreto. Io sono il primo tifoso degli allenatori, spero che i miei colleghi facciano bene. Si vedrà, io ho grandi motivazioni e le idee molto chiare".




Commenta con Facebook