• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, da Candreva ad El Shaarawy: ecco le mosse in entrata ed uscita per il 2016

Calciomercato Milan, da Candreva ad El Shaarawy: ecco le mosse in entrata ed uscita per il 2016

I rossoneri vogliono rinforzarsi per centrare gli obiettivi stagionali. Tanti i calciatori in esubero, tre i possibili arrivi


Antonio Candreva ©Getty Images
Jonathan Terreni/ Martin Sartorio (Twitter: @SartorioMartin)

01/01/2016 12:00

CALCIOMERCATO MILAN ACQUISTI CESSIONI GENNAIO MIHAJLOVIC / MILANO - Il Milan inizierà il 2016 tra tanti dubbi, in primis quelli legati alla panchina dove Mihajlovic si giocherà nei prossimi mesi la riconferma per la prossima stagione. Lo strano clima attorno al tecnico serbo non è cambiato: la discontinuità e un equilibrio non ancora trovato sono le principali cause di un avvio così così. Dall'altra parte però c'è il discorso relativo al mercato. Adesso spetta alla società fare la propria parte dopo alcune scelte rivedibili. In ogni reparto sono emerse lacune non colmate in estate e, nonostante il freno imposto da Berlusconi al calciomercato invernale, si prevodono molti movimenti sia in uscita che in entrata.  Per il calciomercato Milan Galliani dovrà lavorare davvero sodo in questo mese. 

 

IL MERCATO DELLE CESSIONI: DA CERCI A POLI IN TANTI CON LE VALIGIE IN MANO

Galliani dovrà fare un gran lavoro soprattutto in uscita. Ci sono in rosa giocatori che non rientrano più nei progetti della società ai quali bisognerà trovare in fretta una sistemazione. Partiamo dalla questione Diego Lopez. Ormai il titolare tra i pali del presente e del futuro è Donnarumma e lo spagnolo non ci sta a guardare le partite dalla panchina. Il suo agente ai nostri miscrofoni ha smentito possiibli rotture con il Milan anche se le sirene della Premier sono sempre più forti. Dietro restano sempre in bilico Mexes e Zapata (per quest'ultimo ci sono la Lazio e il Genoa). Il francese come sappiamo, piace sempre alla Fiorentina che lo accoglierebbe a braccia aperte ma non è escluso che faccia ritorno in patria, magari al Marsiglia anche se resta il grosso scoglio dell'ingaggio. Lo stesso Alex è sempre tentato da chiudere la carriera in Brasile anche se negli ultimi tempi sembra essere stato scelto lui come spalla di Romagnoli.

A centrocampo Nocerino piace a mezza Serie A e nelle ultime ore si registra l'interesse anche del Cagliari. Per de Jong la situazione non è ancora chiara: dovrebbe restare almeno fino a giugno ma se arrivassero offerte a gennaio potrebbe partire senza problemi. Mauri ha bisogno di mettersi in mostra e sarà mandato in prestito a giocare, difficilmente fuori Italia. Poli si aspettava di trovare più spazio e invece quasi sempre è partito dalla panchina. Lui è uno che si mette sempre a disposizione della squadra e vorrebbe restare ma c'è chi potrebbe offrirgli più minutaggio: ci ha pensato anche il NapoliSuso ormai è un giocatore del Genoa mentre Honda è difficile da mandar via per motivi extra campo: il giapponese rappresenta il brand Milan in Asia. Mihajlovic ha provato a dare fiducia a Cerci ma lui ha risposto ad intermittenza senza mai convincere a pieno. L'ex Torino è sempre nella lista delle possibili cessioni. Adesso è il Bologna a provarci, forte del rapporto tra il ragazzo e il Ds Corvino già dai tempi di Firenze.

 

CALCIOMERCATO, PRIORITA' AD UN CENTROCAMPISTA: MIHAJLOVIC HA BISOGNO DI NUOVO FOSFORO

Il primo acquisto in casa Milan - come ormai ampiamento detto - sarà Kevin Prince Boateng.  Il ghanese firmerà un contratto fino al termine della stagione e avrà sei mesi di tempo per guadagnarsi il rinnovo. Il suo arrivo chiaramente non può bastare per colmare il divario con le grandi di Serie A. L'obiettivo dichiarato dalla società è sempre il terzo posto. Traguardo difficilmente raggiungibile senza un calciomercato all'altezza. La priorità è certamente l'acquisto di un centrocampista con i pedi buoni. Le partite fin qui giocate hanno fatto emergere l'esigenza di un metronomo in squadra, di un calciatore che possa dettare i tempi. In cima alla lista dei desideri c'è sempre il nome di Axel Witsel. Arrivare al belga - pallino di Adriano Galliani - sembra ancora più difficile rispetto all'estate scorsa. Lo Zenit, club proprietario del suo cartellino, non avrebbe alcuna intenzione di privarsene: l'ottima Champions League fin qui disputata e la possibilità di andare avanti (il Benfica agli ottavi non è di certo un avversario irresistibile) ha reso il club russo ancora più rigido verso una cessione di Witsel, valutato adesso ben 30 milioni di euro. Le alternative al belga comunque non mancano. E' tornato di moda il nome di Imbula. L'ex Marsiglia, oggi al Porto, è stato cercato in estate e potrebbe essere un obiettivo così come Ever Banega. L'argentino classe 1988 del Siviglia rappresenta un'ottima occasione, essendo in scadenza di contratto il prossimo giugno. I buoni rapporti tra le società, che in estate hanno concluso gli affari Rami e Bacca, potrebbero favorire la trattativa per il calciatore che per caratteristiche potrebbe fare a caso di Mihajlovic più di tutti gli altri, ma sulle tracce dell'ex Boca Juniors ci sarebbe anche la Juventus. Il Milan, inoltre, tiene d'occhio Soriano (pupillo di Mihajlovic) e Marten de Roon. Il calciatore olandese, che sta stupendo tutti con l'Atalanta, piace parecchio alla dirigenza, ma sembra un nome buono soprattutto per l'estate.

UN ESTERNO E UN DIFENSORE PER COMPLETARE LA ROSA

Oltre ad un centrocampista Sinisa Mihajlovic potrebbe avere anche un nuovo difensore centrale da affiancare a Romagnoli. Alex, Zapata e Mexes vanno in scadenza di contratto e al momento nessuno pare vicino ad un rinnovo. Proprio per questo non è escluso che Galliani decida di anticipare i tempi acquistando un difensore già durante il calciomercato estivo. In cima alla lista dei desideri sembra esserci il nome di Joel Matip. Al momento, però, per il calciatore classe '91 in scadenza il prossimo giugno, non risultano trattative con lo Schalke 04. L'alternativa, ancora una volta, porta a Genoa. In questi giorni, infatti, vanno segnalati dei sondaggi per De Maio. Non va scartata nemmeno l'ipotesi che porta a Martin Caceres. L'uruguaiano, in scadenza di contratto con la Juventus, piace però pure all'Inter. Con il 'Grifone' resta in piedi anche l'ipotesi Diego Perotti per rinforzare la corsia destra. Viste le prove non del tutto convincenti di Honda, Cerci e Niang in quel ruolo, l'acquisto di un'ala per il 4-4-2 di Sinisa Mihajlovic potrebbe essere una priorità, così come gli arrivi di un difensore centrale e di un centrocampista. 

EL SHAARAWY: PROBLEMA O OPPORTUNITA'?

Adriano Galliani non avrebbe mai immaginato di dover ritornare a trattare la cessione di Stephan El Shaarawy. L'addio al Milan in estate sembrava definitivo, ma la sua avventura al Monaco pare, invece, proprio essere arrivata al capolinea. Il club francese ha impiegato il 'Faraone' in 24 partite non facendo scattare l'obbligo del riscatto (fissato a 25 match), rispedendo di fatto l'italo-egiziano a Milanello. El Shaarawy finirà così nuovamente sul mercato e difficilmente resterà a disposizione di Mihajlovic. Le squadre sulle sue tracce sono davvero tante: Bologna, Genoa, Juventus, Fiorentina e Roma hanno chiesto informazioni, ma chi tra queste è intenzionata a sborsare i 13 milioni di euro pattuiti con il Monaco? Al momento la risposta sembra proprio nessuna. Il 'Faraone' potrebbe così essere utilizzato come pedina di scambio. In questi giorni è circolata la suggestiva ipotesi di vedere El Shaarawy con la maglia della Lazio in cambio di Candreva. Sul piatto il Milan potrebbe mettere anche il cartellino di Matri e un conguaglio in denaro. Per adesso è solo un'ipotesi, ma la sensazione è che il mercato dei rossoneri possa girare attorno al 'Faraone'.




Commenta con Facebook