• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, da Moutinho a Zaza: ecco le mosse in entrata ed in uscita per il 2016

Calciomercato Juventus, da Moutinho a Zaza: ecco le mosse in entrata ed in uscita per il 2016

I bianconeri sono a caccia di un centrocampista che possa far rifiatare Marchisio e Khedira


Joao Moutinho ©Getty Images
Michele Furlan (@MicheleFurlan1) e Alessio Lento (@lentuzzo)

31/12/2015 20:00

CALCIOMERCATO JUVENTUS GUNDOGAN LAVEZZI RABIOT MOUTINHO MANDRAGORA SENSI ALLEGRI / ROMA - In casa Juventus il mese di dicembre 2015 porta in dote serenità e tante notizie di calciomercato. I bianconeri di Massimiliano Allegri, infatti, si stanno rendendo protagonisti di una grande rimonta in campionato, tanto che l'Inter capolista è distante ora solamente 3 lunghezze. Il calciomercato Juventus del 2016, dunque, sarà decisivo per le ambizioni scudetto della 'Vecchia Signora', che vuole mettere in bacheca il quinto trofeo consecutivo, strizzando l'occhio anche alla difficile sfida di Champions League contro il Bayern Monaco (senza dimenticare il quarto di finale di Coppa Italia con la Lazio). Calciomercato Juventus edizione 2016: il punto sui nomi in entrata e in uscita. Da Banega a Lavezzi passando per Gündogan, Mandragora, Rabiot, Caceres, Rugani e Zaza.


JUVENTUS: CACCIA AL CENTROCAMPISTA. TRA GÜNDOGAN E MOUTINHO C'E' MANDRAGORA

Il mercato estivo edizione 2015 ha portato cambiamenti in casa Juventus, con tanti nomi in entrata ed uscite illustri. Massimiliano Allegri è riuscito a trovare la quadra dopo un avvio complicato, ma avrà bisogno di rinforzi per quanto riguarda la finestra di trasferimenti di gennaio 2016. Giuseppe Marotta e Fabio Paratici saranno, come sempre, attenti alle occasioni che il calciomercato saprà offrire. L'obiettivo numero uno è un centrocampista, dato che Sami Khedira non offre garanzie in termini di tenuta fisica e gli unici ricambi di Claudio Marchisio per il resto della stagione non possono rimanere i soli Sturaro, Lemina e Padoin. C'è bisogno di un altro mediano di qualità, ecco perché il primo nome sul taccuino è quello di Ilkay Gündogan del Borussia Dortmund. L'operazione si presenta molto difficile e dai costi elevati, magari verrà posticipata a giugno anche perché il club giallonero non vuole mollare uno dei suoi calciatori più rappresentativi. Le alternative si chiamano Ever Banega (argentino in scadenza di contratto con il Siviglia) e Joao Moutinho, centrocampista duttile e di qualità attualmente in forza al Monaco. Un profilo che piace tantissimo al club di corso Galileo Ferraris: qualità e quantità: può fare la mezzala ma anche giocare dietro le punte all'occorrenza. Un eventuale arrivo del portoghese, però, sarà slegato alla situazione di Simone Zaza. Piace anche Adrien Rabiot del Psg, vecchio pallino che ha chiesto al club parigino di andare in prestito, come confermato dal suo avvocato in esclusiva a Calciomercato.it. Altri nomi caldi: William Carvalho dello Sporting (ma su di lui c'è anche l'Arsenal) e Fernando della Sampdoria, profilo concreto e seguito con attenzione. Sta andando in porto invece un un'altra operazione 'alla Sturaro' con gli 007 bianconeri, che continuano a seguire comunque il giovane Stefano Sensi (regista del Cesena che piace anche a Napoli, Genoa e Milan come riportato in esclusiva da Calciomercato.it) e Danilo Cataldi ma che stanno chiudendo la trattativa Rolando Mandragora, mediano classe '97 del Genoa attualmente in prestito al Pescara. Per il centrocampista, considerato uno dei migliori della sua generazione, c'è l'intesa di massima con il club genovese e manca solo l'accordo col giocatore. L'operazione, però, difficilmente sarà concretizzata già per gennaio e Mandragora dovrebbe dunque rimanere al Pescara fino al termine della stagione. Il club abruzzese annovera tra le proprie fila un altro elemento seguito da Marotta e Paratici: l'attaccante classe '90 Gianluca Lapadula, autore di una grande stagione in Serie B e che stuzzica i dirigenti della 'Vecchia Signora'. Gli occhi della Juventus sul 'Louis II' di Montecarlo non riguardano però solo Moutinho ma anche Bernardo Silva, eclettico centrocampista offensivo, e sopratutto Stephan El Shaarawy. Il 'Faraone' piace ai bianconeri dai tempi del Genoa e potrebbe essere un'idea interessante considerando anche l'ottimo rapporto tra l'attaccante esterno e Massimiliano Allegri, che lo ha fatto rendere a livelli altissimi ai tempi del Milan. Capitolo Ezequiel Lavezzi: l'argentino piace molto ma potrebbe essere posticipato a giugno, magari a costo zero come in passato era capitato per Andrea Pirlo, Paul Pogba, Sami Khedira e Neto. Occhio all'Inter, però, che segue il 'Pocho' da tempo e che potrebbe anticipare i tempi per bruciare la concorrenza. La situazione del Chelsea, infine, sta facendo gola a molti club tra i quali anche la Juventus che è piombata su Cesc Fabregas. Lo spagnolo guadagna tantissimo ed ha un cartellino molto oneroso, ma potrebbe essere una seria alternativa a Gündogan. L'assalto decisivo, però, sembra programmato per l'estate 2016.


JUVENTUS, CAPITOLO USCITE: RUGANI BLINDATO. ZAZA RESTA. CACERES SACRIFICABILE

Non solo nomi in entrata per il calciomercato 2016 della Juventus. Tante le possibilità legate anche alle uscite. Cominciamo dalla porta: nonostante il pochissimo spazio, Neto resterà in bianconero fino a giugno. La permanenza dell'ex Fiorentina ha infatti rallentato l'affare per Alisson, profilo ormai vicinissimo alla Roma come riportato in esclusiva da Calciomercato.it. In difesa c'è chi va e chi resta. Martin Caceres ha la valigia pronta dopo tanti anni passati all'ombra della Mole e sembra essere l'unico sacrificabile della 'truppa'. L'uruguaiano ha il contratto in scadenza ed è ormai ai margini del progetto tecnico: su di lui Milan, Inter e Napoli ma anche Liverpool e Fenerbahçe. Anche Patrice Evra è in scadenza a giugno ma difficilmente lascerà Torino, così come Andrea Barzagli (gli verrà rinnovato il contratto) e Daniele Rugani. Il centrale ex Empoli è al centro dei desideri di tantissime squadre ma il club bianconero ha puntato molto su di lui (specialmente in ottica futura) e non se ne priverà, almeno questa è l'intenzione. Infatti è stata rifiutata un'offerta molto importante fatta pervenire dal Napoli: 25 milioni di euro sul piatto per avere l'ex difensore del'Empoli, pupillo di Maurizio Sarri. Niente da fare, perché Allegri e la società considerano il ragazzo un patrimonio intoccabile. Anche Simone Zaza sarà protagonista del mercato: arrivato in estate dal Sassuolo ha giocato poco ma ha dimostrato il proprio valore realizzando 5 gol in appena 367 minuti disputati. Una media realizzativa pazzesca che sta spingendo Allegri a confermarlo, ma sarà decisiva anche la volontà del giocatore stesso che non vorrebbe perdere il treno per Euro 2016, con Antonio Conte che ne segue attentamente i progressi e gli sviluppi. Zaza non vuole perdere l'occasione di Euro 2016 ma non chiederà la cessione a meno che non si profili la giusta occasione, come riportato in esclusiva da Calciomercato.it. Difficile, come detto in precedenza, che venga attuato lo scambio tra l'attaccante e Moutinho del Monaco.




Commenta con Facebook