• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Calciomercato, da Mourinho a Spalletti: le ultime sul valzer di panchine in Europa

Calciomercato, da Mourinho a Spalletti: le ultime sul valzer di panchine in Europa

Il 2016 porterà in dote tanti cambiamenti a livello di gestione tecnica


José Mourinho ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

23/12/2015 15:04

CALCIOMERCATO SERIE A EUROPA PANCHINE INTER BAYERN MONACO ROMA CHELSEA MANCHESTER UNITED / ROMA - Quasi tutta l'Europa del calcio (importante eccezione l'Inghilterra) è ferma per osservare il periodo di riposo concomitante con le festività natalizie. E quando il calcio giocato rallenta è normale che il calciomercato sia l'argomento principale. La notizia più importante finora è stata sicuramente quella del passaggio di Carlo Ancelotti alla guida del Bayern Monaco a partire dal luglio 2016, in concomitanza con l'addio di Pep Guardiola e con la fine dell'avventura di José Mourinho al Chelsea. E' cominciato sul calciomercato il valzer delle panchine tra Serie A ed Europa: tutte le possibili destinazioni di Mancini, Spalletti, Mourinho, Guardiola, van Gaal e Benitez.


SERIE A: SPALLETTI 'VEDE' LA ROMA. SIRENE INGLESI PER MANCINI

Il calciomercato Serie A non sarà certo esente dal domino degli allenatori nell'estate 2016. Qualche tesserà potrà variare anche di qui a poco. La situazione è calda, ad esempio, in casa con Roma, con Rudi Garcia che sembra essere ai ferri corti e agli sgoccioli della propria avventura in giallorosso. La vittoria con il Genoa (condita dall'abbraccio collettivo tra squadra e tecnico dopo la rete di Florenzi) ha portato una boccata d'ossigeno ma il futuro appare segnato. Quale l'erede di Garcia alla Roma? Il nome in pole position è quello di Luciano Spalletti ma piace anche Mazzarri, ipotesi forse maggiormente praticabili a giugno (ma sullo sfondo il tecnico ex Zenit ode il vociare delle sirene cinesi del Beijin Guoan). Rimane in ballo anche il nome altisonante di Marcello Lippi, disposto a tornare ad allenare in Italia. Senza dimentincare la suggestione Antonio Conte, dato che il tecnico leccese con ogni probabilità lascerà la Nazionale dopo Euro 2016 ed è anche sul taccuino di Silvio Berlusconi per il suo Milan, qualora Sinisa Mihajlovic venisse silurato per mancaza di obiettivi raggiunti. Infine attenzione all'argentino Jorge Sampaoli, che potrebbe gradire un'avventura in Italia come riportato in esclusiva da Calciomercato.it. In Serie A potrebbe non essere salda anche la panchina del primo in classifica. Stiamo parlando di Roberto Mancini, che ha la piena fiducia della dirigenza interista, ma che sembra essere finito nel mirino di Roman Abramovich per il Chelsea edizione 2016/17.


EUROPA: MOURINHO, ANCELOTTI E GUARDIOLA FANNO PARTIRE IL VALZER DELLE PANCHINE

Cominciamo proprio dal Chelsea di Roman Abramovich, che ha esonerato José Mourinho dopo la sconfitta con il Leicester di Claudio Ranieri. La panchina 'Blues' è stata affidata a Guus Hiddink ma per la prossima stagione sarà scelto un sostituto di grido per sopperire all'assenza dello 'Special One'. L'arrivo di Carlo Ancelotti al Bayern Monaco ha liberato Pep Guardiola, ma lo spagnolo sembra essersi promesso al Manchester City (stufo, evidentemente, di Manuel Pellegrini). Altri candidati? Antonio Conte (che, come detto, piace anche in Italia) e Roberto Mancini, senza considerare le possibili sorprese. Non ci dovrebbero essere clamorosi colpi di scena per il City che, come scritto, ha puntato dritto su Guardiola ed è pronto a coprirlo d'oro per provare a vincere in Europa dove, finora, ha sempre stentato nonostante campagne acquisti faraoniche. E José Mourinho? Dipende tutto dagli incastri, anche se il portoghese non è certo uno che si accontenta e detterà le proprie condizioni. Un ritorno all'Inter sembra difficile, più possibile un'altra scelta di cuore: il presidente del Real Madrid Florentino Perez rivorrebbe subito Mourinhoal posto di Rafa Benitez, contestatissimo dal pubblico delle 'Merengues'. Lo 'Special One', però, è soprattutto al centro dei desideri del Manchester United che lo segue con attenzione dai tempi dell'addio di sir Alex Ferguson e che ora è pronto a sacrificare Louis van Gaal (i risultati non giocano certo a favore dell'olandese) per portare il tecnico lusitano ad 'Old Trafford'. Insomma, tra gennaio e l'estate che verrà ne vedremo delle belle. Ancelotti, Mourinho, Guardiola: primi cavalieri di un valzer che è appena cominciato.




Commenta con Facebook