• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, Sarri: "Scudetto resta una bestemmia". Poi lancia l'allarme di mercato

Napoli, Sarri: "Scudetto resta una bestemmia". Poi lancia l'allarme di mercato

Il tecnico degli azzurri predica calma in vista del 2016


Maurizio Sarri ©Getty Images
Andrea Della Sala (twitter @dellas8427)

23/12/2015 14:18

SERIE A NAPOLI SCUDETTO SARRI / NAPOLI - Il Napoli chiude il 2015 al secondo posto in classifica in Serie A, alla pari della Fiorentina e dietro alla capolista Inter di solo un punto. Le news Napoli vedranno la squadra di Sarri di fronte al Torino alla ripresa del campionato il 6 gennaio per cercare di proseguire il cammino e continuare la rincorsa al primo posto. La stagione di Sarri è sicuramente positiva, ma il tecnico degli azzurri predica calma: "Non parlo di Scudetto. Continuo a pensare che sia una bestemmia pensarci. Nella passata stagione il Napoli è arrivato a 24 punti dalla Juventus campione. Non si può di certo pensare di colmare un gap così largo al primo anno. Sarebbe un pensiero davvero da presuntuosi". Sul calciomercato non si sbilancia, ma dà il suo commento: "Le persone che più si arricchiscono nel calcio sono i grandi intermediari e i grandi procuratori e questo è di una illogicità enorme". 

L'ex tecnico dell'Empoli, alla prima stagione alla guida dei partenopei ha parlato anche delle sue origini napoletane: "Sono nato a Napoli, in quel periodo mio padre lavorava qui e pensavo fosse normale fare il tifo per la città in cui sei nato. Poi mi sono spostato in Toscana e alle elementari ero l'unico bambino che tifava per gli azzurri. Ora alleno la squadra per cui tifavo da piccolo ed è una cosa fantastica, un'emozione davvero molto forte". Sarri è ritornato anche sull'argomento Maradona; l'argentino inizialmente non vedeva bene il tecnico sull panchina del club di De Laurentiis, ma poi ha dovuto ricredersi: "E' stato davvero un bellissimo gesto ricevere le scuse di Maradona. Poteva benissimo fare finta di niente ma ha voluto farlo pubblicamente. Non l'ho mai incontrato di persona, spero di farlo presto magari a fine stagione, ma ho parlato con persone molto vicine a lui" conclude Sarri




Commenta con Facebook