• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Calciomercato, in arrivo gennaio: storia di affari e bidoni

Calciomercato, in arrivo gennaio: storia di affari e bidoni

La sessione invernale partirà da qualche giorno: facciamo un salto indietro nel tempo


Radja Nainggolan ©Getty Images

22/12/2015 16:47

CALCIOMERCATO GENNAIO AFFARI BIDONI / ROMA - Il calciomercato invernale 2016 è ormai alle porte: il 4 gennaio 2016 si aprirà ufficialmente la sessione 'di riparazione', come era chiamata un tempo e si rincorreranno voci su acquisti e cessioni, di big e non. 

Un appuntamento che va avanti dal 1995, quando la sessione invernale si trasferisce dal mese di novembre a quello di gennaio, collocandosi quasi a metà stagione e allargando il suo raggio di azione. Andando indietro con la memoria vengono in mente affari e bidoni collegati collegati con la sessione invernale di calciomercato: per i più recenti affari si possono fare i nomi di Nainggolan (dal Cagliari alla Roma nel 2014) e Gabbiadini (dalla Sampdoria al Napoli, sempre nel 2014) ma di certo esistono altri esempi di buoni acquisti arrivati in inverno. Nell'elenco rientra sicuramente Barzagli, approdato alla Juventus nel gennaio 2011. Tra gli affari più recenti va inserito Salah, che nello scorso anno ha fatto molto bene alla Fiorentina prima del 'tradimento' estivo, e sicuramente ne dimentichiamo più di uno. 

Ma gennaio è anche sinonimo di bidone: come allora non nominare Josè Mauri, arrivato al Milan a peso d'oro e rivelatosi un vero flop. Destino simile per Edu Vargas che in Europa non ha più replicato le prodezze fatte in Cile. E poi Fabio Junior (gennaio 1999).

A metà strada tra top e flop ci sono poi gli esempi di Balotelli e Cassano: entrambi approdati nella sessione di gennaio al Milan, dopo metà anno a buoni livelli non si sono ripetuti nella stagione successiva per poi essere ceduti (e ripresi nel caso di Balotelli). Affari, bidoni e gli altri: a gennaio ce n'è davvero per tutti i gusti. 




Commenta con Facebook