• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-LAZIO

L'Inter si rovina all'ultima gara. Melo disastroso. Ancora in gol Icardi. Nella Lazio doppietta di Candreva, bene anche la difesa.


Antonio Candreva © Getty Images
Davide Sperati (@DavideSperati1)

20/12/2015 22:50

ECCO LE PAGELLE DI INTER-LAZIO

 

INTER 

Handanovic 6,5 – Ancora una volta si conferma come un portiere para rigori, ma sulla respinta non è fortunato perché la sfera arriva proprio sui piedi del centrocampista azzurro che realizza il due a uno definitivo.

Montoya 5 - Ancora titolare, sta guadagnando punti nelle gerarchie del Mancio. Va spesso in difficoltà con Anderson e sbaglia diversi appoggi.

Murillo 6,5 – Fondamentale nel primo tempo l'intervento in scivolata su Anderson che poteva valere il doppio svantaggio.   

Miranda 6 - Utile nelle chiusure, si fa valere anche in qualche disimpegno offensivo.  

Telles 6 - Preferito a Nagatomo per contrastare i temibili esterni laziali, gioca a fasi alterne. Dal 88' Palacio s.v.  

Medel 5 – Insieme a Melo formano una coppia di mastini, ma sono poco abili nel creare geometrie per le ripartenze nerazzurre. Non bene anche nella seconda frazione.

Felipe Melo 3 – Il peggiore. Subito irruento nei confronti di Milinkovic, sin dai primi minuti di gioco lotta in mezzo al campo seppur con poca lucidità. Capitombola nella fase conclusiva del match, “regalando” il rigore alla Lazio e dopo qualche istante rimediare una sciocca espulsione per un brutto fallo su Biglia.

Biabiany 5 – Troppo basso nello scacchiere tattico proposto dal mister, non riesce a creare problemi alla catena di destra biancoceleste. Dopo diverse prestazioni entusiasmanti, stasera non gioca una buona partita. Dal 58' Brozovic 6 – Il più in forma del centrocampo  primo in classifica entra e dopo tre minuti la sua squadra trova il gol del pareggio. 

Jovetic 5 – Concede troppa libertà di manovra al portatore di palla avversario (in questo caso Biglia), non rendendosi mai pericoloso né cercando la profondità, né in qualità di rifinitore. Dal 58' Ljajic 5,5 – Non decisivo come le ultime uscite, non riesce mai a rendersi pericoloso.

Perisic 6 – Nel primo tempo fra i trequartisti interisti è, forse, il meno peggio. Cerca di puntare Konko dando la superiorità numerica, non sempre ci riesce, ma comunque ci prova. Nella ripresa serve a Icardi una grande palla per pareggiare il contro delle reti.

Icardi 6 – Poche le palle giocabili per il capitano dell'Inter durante i primi quarantacinque minuti. Nella ripresa, alla prima occasione utile non sbaglia, regalando il momentaneo pareggio ai suoi.

All. Mancini 5 – Fermo restando, che il gol di Candreva cambia tutta l'impostazione tattica, non convince la scelta di lasciar fuori Brozovic, il giocatore più in forma del centrocampo nerazzurro. Nella ripresa corregge il tiro inserendo il croato e il serbo Ljajic, trovando subito il punto del pari. Regala un tempo alla Lazio e poi, per colpe non sue, subisce una sconfitta che brucia. Poteva andare a più quattro sulla seconda, invece rimane primo a più uno.  

 

LAZIO

Berisha 6 – Bene per tutto l'arco dei novanta minuti, appare più sicuro del solito.

Konko 6,5 – Conferma il suo stato di grazia marcando a dovere Perisic sulla corsia di destra. Se non fosse per la sua poca affidabilità fisica (spesso infortunato), Abdoulay Konko sarebbe un giocatore più interessante.  

Mauricio 6 – Finalmente una prova degna durante la prima frazione, ma soprattutto nessun cartellino giallo ricevuto. Nella ripresa ha la colpa di farsi scappare Icardi sul filo del fuorigioco.

Hoedt 6,5 – Nel primo tempo nulla di problematico per il giovane olandese che mai come stasera riesce a superare un test molto probante. Finalmente un giocatore quantomeno all'altezza della situazione.

Radu 6,5 – Come i suoi colleghi della difesa, disputa un grande primo tempo. Bravo nei movimenti e nelle diagonali costringe Biabiany a cambiare fascia. Tiene un buon ritmo anche nella ripresa.

Milinkovic-Savic 5,5 – Il peggiore. Test complicato contro la cattiveria agonistica di Melo. Ancora una volta la sua prestazione è convincente, anche se deve maturare ancora molto: nel gol del pareggio si fa soffiare palla e poi, con Biglia già ammonito e squalificato per il prossimo turno, rimedia prima il giallo che lo porta alla squalifica, poi il rosso che decreta l'immaturità. 

Biglia 6,5 – Ottimo il passaggio millimetrico per il destro di Candreva, gioca a tutto campo sostenendo ad ampio raggio tutta la manovra. Il cartellino rimediato nella ripresa gli costerà caro. Salterà il prossimo turno di campionato contro il Carpi.

Parolo 6 – Di nuovo su livelli apprezzabili, riesce a dare solidità alla mediana capitolina. Ottimo lavoro sporco al servizio della fase difensiva.

Candreva 7,5 – Il migliore. Dopo appena quattro minuti, realizza un gol bellissimo che gela i sostenitori nerazzurri. Nel finale del primo tempo ha la palla buona per realizzare una doppietta ma la sfera termina sopra la traversa. Nel finale realizza il gol che regala tre punti pesantissimi alla sua squadra. Seppur sbagliando il rigore, fa sua la ribattuta che batte Handanovic. 

Matri 6 – Era dalla trasferta di Bergamo che non partiva titolare. Non segna ma di sicuro è meglio rispetto all'immobilismo di Djordjevic e l'inconsistenza di Klose. Dal 73' Djordjevic 6 – Venti minuti di buona intensità per dare il cambio al compagno stremato. 

Felipe Anderson 6 – Qui lo scorso anno realizzò una fantastica doppietta. Le cose ora sono cambiate e non siamo più a raccontare le fantastiche giocate a cui ci aveva abituato. Dopo un buon primo tempo, cala vistosamente nei secondi quarantacinque minuti. Sufficiente. Dal 82' keita s.v.

All. Pioli 6,5 – Il gol di Candreva lo aiuta a gestire un match delicatissimo per il suo futuro. Grazie anche a una prova super dei suoi giocatori più rappresentativi, riesce a portar via tre punti d'oro in quel di Milano.

Arbitro: Mazzoleni 6,5 – Nel primo tempo Felipe Melo poteva già essere ammonito per delle entrate, come al solito, al limite del regolamento. Nella ripresa da valutare meglio l'episodio che porta l'Inter a calciare una punizione dentro l'area piccola biancoceleste, per un retropassaggio di Radu per Berisha che blocca con le mani. Nessun dubbio sul rigore assegnato alla Lazio per il fallo di Melo su Milinkovic. Giuste le espulsioni per Melo e Milinkovic.


TABELLINO

INTER-LAZIO 1-2

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Montoya, Murillo, Miranda, Telles (dal 88' Palacio); Medel, Felipe Melo; Biabiany (dal 58' Biabiany), Jovetic dal 58' Ljajic), Perisic; Icardi. A disp. Carrizo, Berni, Dodò, D’Ambrosio, Santon, Juan Jesus, Nagatomo, Kondogbia, Gnoukouri, Manaj. All. Roberto Mancini

Lazio (4-3-3): Berisha; Konko, Mauricio, Hoedt, Radu; Milinkovic-Savic, Biglia, Parolo; Candreva, Matri (dal 74' Djordjevic), Felipe Anderson (dal 82' Keita). A disp. Guerrieri, Matosevic, Patric, Prce, Braafheid, Mauri, Oikonomidis, Cataldi, Onazi. All. Stefano Pioli

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo 

Marcatori: 4' Candreva (L), 58' Icardi (I), 86' Candreva (L)

Ammoniti: 48' Biglia (L), 54' Biabiany (I), 65' Milinkovic (L), 90+1 Candreva (L)

Espulsi: 90' Felipe Melo (I), 90' +2 Milinkovic (L)




Commenta con Facebook