• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Ronaldinho: "Rossoneri davvero speciali per me. Mi manca Milano"

Milan, Ronaldinho: "Rossoneri davvero speciali per me. Mi manca Milano"

L'attaccante brasiliano: "Ho una tremenda voglia di tornare a giocare"


Ronaldinho © Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

20/12/2015 09:05

CALCOMERCATO SERIE A INTERVISTA A RONALDINHO SU LA GAZZETTA SPORTIVA / MILANO - L'edizione odierna de 'La Gazzetta Sportiva' propone una lunga intervista a Ronaldinho, attaccante brasiliano ex - tra le altre - di Paris Saint-Germain, Barcellona e Milan.

Il fuoriclasse brasiliano, classe 1980, attualmente svincolato dopo l'esperienza in Brasile al Fluminense, ha ripercorso i momenti salienti della sua lunga carriera, con particolare attenzione alla sua esperienza in Serie A con la maglia rossonera e al suo rapporto col presidente Silvio Berlusconi e con l'amministratore delegato Adriano Galliani. La sua carriera calcistica, però, potrebbe presto percorrere una nuova tappa, come ha ammesso lo stesso Ronaldinho ("Ho una voglia tremenda di tornare a giocare" ha dichiarato al quotidiano milanese). Calciomercato.it vi propone i passaggi salienti dell'intervista sulle news Milan e non solo.

PRESENTE E FUTURO - "Ora ho tempo per viaggiare, mi piace vedere paesi differenti, incontrare gente. Quando giochi è solo campo e partita, alberghi, posti che non vedi. In questo momento la mia vita è un’altra, ma otto mesi senza calcio sono già troppi per me. Ho una voglia tremenda di tornare a giocare".

L'ADDIO AL MILAN - "Avevo avuto la possibilità di giocare nel Flamengo, la squadra che sognavo. Avevo la possibilità di giocare la Libertadores, non potevo perderla. E’ stato tutto molto rapido. Pentito? E perché?! La vita è così. Col Flamengo ho vissuto sette mesi meravigliosi senza perdere una partita. Ne è valsa la pena. Berlusconi è stato come un padre per me. E anche Galliani. Il Milan è stato davvero speciale, diverso da tutti. Mi manca Milano, come Barcellona e Parigi".

MESSICO - "In Messico la gente ha una passione fanatica per il calcio, è molto bello. Sono stato bene".

FLUMINENSE - "Quando la squadra ha problemi il giocatore di maggior nome paga più degli altri".




Commenta con Facebook