• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Atalanta-Napoli, Sarri: "Difficile migliorarci. Ecco la differenza con Inter e Juventus"

Atalanta-Napoli, Sarri: "Difficile migliorarci. Ecco la differenza con Inter e Juventus"

Il tecnico azzurro ha presentato l'ultima sfida del 2015


Maurizio Sarri ©Getty Images

19/12/2015 13:49

SERIE A 17A GIORNATA ATALANTA NAPOLI SARRI / NAPOLI - L'ultima gare del 2015 del Napoli sarà contro l'Atalanta dell'ex Reja. Ecco le parole del tecnico Sarri in conferenza stampa: "Non capisco perché si debba sempre far riferimento a Bologna quando abbiamo vinto sette gare nelle ultime nove partite. A Bergamo sarà difficile, data anche la grande rivalità storica".

ATALANTA - "Ci sono delle partite particolari che possono diventare semplici se sbloccate in fretta, come avvenuto in Coppa Italia. Questa è la storia del calcio. Se gli spazi sono pochi però è difficile per tutti, non soltanto per il Napoli. L'Atalanta però credo voglia giocare. Ha numeri importanti".

GABBIADINI - "Il primo allenamento lo ha fatto soltanto ieri. Oggi deciderò se portarlo con noi o meno".

OBIETTIVI - "Stiamo facendo meglio di quanto previsto. Il percorso è difficile. Manca ancora troppo per poter dire che abbiamo delle ambizioni importanti".

GABBIADINI - "Il primo allenamento lo ha fatto soltanto ieri. Oggi deciderò se portarlo con noi o meno".

HIGUAIN-REINA - "La loro conferenza è stata mistificata. Hanno soltatno detto che vogliono vincere, non che si debba farlo. Il sogno dev'essere la benzina, ma Inter e Juventus restano le candidate allo scudetto".

INTER-JUVENTUS - "I nerazzurri hanno investito molto, mentre i bianconeri sono ormai un gruppo consolidato. Noi stiamo andando bene, ma ci sono stati troppi alti e bassi. Domani sarà importante per capire se riusciamo a tenere alta la tensione".

CALLEJON - "Ci ha dato un buon equilibrio, ma non è detto che a sinistra e destra le manovre offensive siano identiche. Ovvio che Insigne e Mertens abbiamo caratteristiche diverse da lui, ma la squadra gira bene così. Potrei anche rischiare Gabbiadini come esterno, ma soltanto contro una squadra che so ripartire poco".

MIGLIORARSI - "Questi numeri sono difficili da migliorare. In pratica dovremmo vincerle tutte Abbiamo segnato 53 gol e subito 14. I nostri numeri sono pazzeschi. Se poi dovessimo fare meglio, allora saremmo tanta roba".

L.I.




Commenta con Facebook