• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Figo: "La squadra ha di nuovo fame. Per lo Scudetto attenzione alla Fiorentina"

Inter, Figo: "La squadra ha di nuovo fame. Per lo Scudetto attenzione alla Fiorentina"

L'ex nerazzurro su Moratti: "Senza di lui nessun successo sarebbe stato possibile"


Luis Figo © Getty Images
Marco Di Federico

19/12/2015 08:15

NEWS INTER FIGO SCUDETTO MORATTI / MILANO - Luis Figo è stato all'Inter negli anni in cui i meneghini erano padroni assoluti del campionato, tanto da avere conquistato 4 titoli in 4 anni di militanza nerazzurra. Nessuno meglio di lui può analizzare il nuovo ciclo vincente a cui può ambire la squadra di Roberto Mancini - con cui litigò a Liverpool in Champions League -: alla 'Gazzetta dello Sport', l'ex fantasista portoghese ha parlato di tutte le ultime news Inter, dallo Scudetto fino a Moratti.

INTER - "Non sono la persona più adatta per parlare di Mancini, ma se il club vince con lui in panchina io sono contento. - le sue parole - Ha superato bene un momento difficile, ha cambiato la struttura della squadra e ha speso tanto sul calciomercato".

MORATTI - "Senza di lui niente sarebbe potuto accadere e nessun successo sarebbe stato possibile. I risultati sono una questione che dipende dalla squadra e dall'allenatore, ma alla base di un grande ciclo c'è stato lui con la sua passione".

SCUDETTO - "È bello che l'Inter sia di nuovo prima in classifica, però non ridurrei la corsa a due squadre. Ci sono altri club che possono lottare, non sottovaluterei la Fiorentina del mio amico Paulo Sousa. Questa Inter però ha fame. Non aver vinto niente negli ultimi anni aiuta a ricaricarsi".

JUVENTUS - "Il loro punto di forza è l'abitudine a gestire le pressioni e le difficoltà. Credo che questa esperienza possa pesare. Non voglio sminuire il valore della Juve, che ha una grandissima storia. Ma, per esempio, la rivalità fra Real e Barcellona è diversa, perché per l'Inter c'è un derby con il Milan in mezzo che è molto importante".

MOURINHO - "Prevederlo a inizio stagione era impossibile, ma i momenti negativi possono capitare anche a chi ha appena vinto un altro campionato in Inghilterra. Resta un grandissimo allenatore".




Commenta con Facebook