• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-MILAN

PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-MILAN

Bacca decisivo, Cerci inesistente. Zukanovic perde la testa, Soriano è un leader


GettyImages-499474494.jpg
Lorenzo Bettoni (@lorebetto)

17/12/2015 23:03

ECCO LE PAGELLE DI SAMPDORIA-MILAN

 

SAMPDORIA

Viviano 6 – Salva il salvabile. Esente da responsabilità in entrambi i gol rossoneri.

Cassani 6 - Il suo out è quello più tartassato, perché da quella parte si muove Bonaventura. Nonostante questo non capitola del tutto.

Moisander 5 - Non riesce a gestire Bacca che scarica a Niang l’assist per l’1-0 e il colombiano lo scherza prima di insaccare il raddoppio. Si scioglie quando la pressione si fa appena più insistente.

Zukanovic 4 – Cede subito allo psicodramma una volta che il Milan va in vantaggio. Non c’è nemmeno bisogno di dire che una reazione così spropositata merita solo un cartellino.  

Regini 5 - Messo nel mezzo un paio di volte da Cerci a Niang nel primo tempo, è una sua discesa sciagurata a lasciare il buco in cui si infila l’ex Genoa per segnare la rete del vantaggio.

Ivan 5,5 - Luci e ombre. Alterna recuperi prodigiosi a palloni persi ingenuamente. Si perde da solo strada facendo.

Fernando 6 - Riferimento a centrocampo, cercato spesso dai suoi. Non fa cose trascendentali ma spreca pochissimi palle.

Carbonero 5 – Ha corsa e fisico. Avrebbe le qualità per essere una mezz’ala devastante, invece ci mette una vita per entrare in partita. Un paio di volte potrebbe essere servito a porta quasi sguarnita, ma questo non giustifica una prova inconsistente. Dal 68’ Mesbah 6 – Senza sbavature.

Soriano 6,5 - Raccoglie solo con un giallo per Bertolacci dal contropiede da lui orchestrato in avvio. Se scaricasse a sinistra invece di puntare la porta avrebbe fatto più  male. Prende letteralmente per mano la squadra giocando a tutto campo. Leader.

Muriel 5 - Sfiora il gol a fine primo tempo ma dovrebbe cercare Carbonero alla sua sinistra invece di calciare. Proprio come Soriano ad inizio gara. Nella ripresa, invece, dovrebbe puntare dritto in porta, ma aspetta che rientri tutta la difesa del Milan prima di calciare. Smarrito. Dal 76’ Cassano 6 - Sfiora il gol del pari con un tiro dal limite. Non sarà tanto ma per lo meno ci prova.

Bonazzoli 5 - Gioca largo, molto lontano dalla porta di Abbiati e ci mette un po’ ad adattarsi al ruolo. Lo fa, timidamente, a fine primo tempo, ma nella ripresa abbassa di nuovo il raggio d'azione. Dal 59’ Christodoulopoulos 5 – Impalpabile.

All. Montella 4,5 - Ok il possesso palla, ma se non tiri in porta se ti va bene pareggi. Stasera è andata male e la Samp è fuori dalla Coppa. Gli unici a provarci sono Muriel nel primo tempo e Cassano nella ripresa. In più la Samp appare anche fragile mentalmente.  

 

MILAN

Abbiati 6 - Un paio di buoni interventi nel primo tempo impediscono il vantaggio doriano.

Abate 6 – Più intraprendente di De Sciglio dall’altra parte, ma comunque niente di ché.

Mexes 5,5 - Irruento su tutti i palloni. A volte è un bene altre volte no. Ammonito dopo solo 16’ per un fallo a centrocampo, rischia di mandare in porta Muriel che per fortuna di Mexes dorme più di lui.

Romagnoli 6 – Sbaglia qualche appoggio nel primo tempo, ma dietro è sempre molto attento anche se i suoi ex compagni non gli danno molto lavoro da fare.

De Sciglio 6 – Senza infamia e senza lode. Potrebbe fare più del compitino.

Cerci 5 - Non salta l’uomo praticamente mai, né dà l’impressione di essere fisicamente a posto per abbozzare dribbling vincenti. Poi, non mette un cross che sia uno e si fa trovare un paio di volte a pascolare in fuorigioco nella ripresa. Inesistente. Dal 70’ Honda 5,5 – Non una giocata degna di nota.

Kucka 6 - Pochissima qualità, discreta quantità. Il problema è che se sei un centrocampista del Milan i piedi non possono essere un optional.

Bertolacci 6,5 - Intendiamoci, non è un regista. Dà il suo meglio quando riesce a buttarsi negli spazi aperti. Non a caso è una sua transizione, dopo una discesa a vuoto di Regini, ad aprire la strada al vantaggio del Milan. Dall’ 81’ Mauri s.v.

Bonaventura 6,5 - Si accentra spesso per cercare di dare un po’ di dignità al gioco del Diavolo. Si mette in proprio per confezionare la prima palla gol dei suoi, neutralizzata da Viviano. Nella ripresa la circolazione del Milan si riprende un pò e lui si concede qualche sgroppata sull’esterno. Dal 76’ Poli 6 - Dà un po’ d’ossigeno al centrocampo milanista.

Bacca 7 - Gioca da ‘falso nueve’, il che gli impone di fare una partita di estrema corsa. Nonostante questo non perde lucidità quando c’è da mandare in porta Niang per la rete del vantaggio rossonero. Scherza Moisander prima di insaccare il 2-0 quasi a tempo scaduto. Gol + Assist. Decisivo.

Niang 6,5 - Lezioso nel primo tempo, pratico nella ripresa. E’ il primo a bussare alla porta dei blucerchiati.

All.Mihajlovic 6,5 – Nel primo tempo sembrava il Milan di Inzaghi: tutto in orizzontale e gioco affidato a Bonaventura. Nella ripresa il ritmo sale e il Diavolo riesce a qualificarsi (meritatamente) ai quarti di Coppa Italia dove affronterà il Carpi.

Arbitro: Domenico Celi 6,5 – Il match potrebbe infiammarsi ma non lo fa perché lui riesce a gestirlo bene. Nel primo tempo il Milan si lamenta per le troppe ammonizioni. Quello che gli ha detto Zukanovic lo sa solo lui, ma vista da lontano sembrava proprio una reazione da rosso.

 

TABELLINO

SAMPDORIA-MILAN 0-2

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Cassani, Moisander, Zukanovic, Regini; Ivan, Fernando, Carbonero (dal 68’ Mesbah); Soriano; Muriel (dal 76’ Cassano), Bonazzoli (dal 59’ Christodoulopoulos). A disp. Puggioni, Brignoli, Pedro Pereira, Coda, De Silvestri, Correa, Rocca, Palombo, Rodriguez. All. Montella
MILAN (4-4-2): Abbiati; Abate, Mexes, Romagnoli, De Sciglio; Cerci (dal 70’ Honda), Kucka, Bertolacci (dall’ 81’ Mauri), Bonaventura (dal 76’ Honda); Bacca, Niang. A disp. Livieri, Donnarumma, Calabria, Zapata, Antonelli, Simic, Poli, De Jong, Montolivo, Suso, Luiz Adriano. All. Mihajlovic.

Arbitro: Celi di Bari

Marcatori: 50’ Niang (M), 92’ Bacca (M)

Ammoniti: 4’ Bertolacci (M), 16’ Mexes (M), 34’ Abate (M), 60’ Christodoulopoulos (S), 60’ De Sciglio (M), 64’ Zukanovic (S)

Espulsi: 64’ Zukanovic (S)




Commenta con Facebook