• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-ALESSANDRIA

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-ALESSANDRIA

Storico a Marassi: L'Alessandria batte il Genoa grazie a un super Vannucchi e Marras. Nel Grifone quasi tutti bocciati


Gian Piero Gasperini ©Getty Images
Davide Sperati (@DavideSperati1)

15/12/2015 22:00

ECCO LE PAGELLE DI GENOA-ALESSANDRIA

 

GENOA

Lamanna 5,5 – Qualche parata e poco altro durante i primi qurantacinque minuti, nella ripresa viene fulminato dal diagonale di Marras.

Izzo 5 – Fondamentale nel contrastare Iunco al momento del tiro a botta sicura che poteva valere il vantaggio ospite, viene saltato con troppa facilità dal passaggio di Nicco per Marras. Dal 51' Gakpé 6 – Di sicuro, con il suo inserimento, qualcosa è cambiato nel gioco del Genoa. Cross interessanti che però non vengono capitalizzati in rete. Durante il primo tempo supplementare spreca un'interessante occasione.

Burdisso 5,5 – Il capitano del Genoa prende in consegna Marconi e lo fa senza patemi d'animo. Bravissimo nel finale a servire su di un piatto d'argento, l'assist per Pavoletti.

Ansaldi 4,5 – Terzo di difesa, è un mancino dotato di una buona tecnica individuale ma non perfetto sulla marcatura di Marras. Ha la responsabilità di non seguire il folletto “grigio” nell'occasione del gol e di perdere il contatto fisico nell'azione del definitivo 1-2.

Figueiras 5 - Sulla corsia esterna è sempre troppo timido, comunque apprezzabile lo spunto che pesca Tachtsidis in ottima posizione. Nella ripresa continua a giocare al piccolo trotto e si divora anche il punto del pareggio a dieci minuti dalla fine.

Ntcham 5,5 – Il francese schierato come intermedio non riesce a far ripartire la manovra rossoblu. Meglio nella ripresa, perché ci mette maggior concentrazione. Dal 90' Lazovic 5 – Un tiro potente al 98' che viene respinto da Vannucchi. Nel finale spreca clamorosamente il punto del 2-2.

Rincón 6 – Soffocato dal pressing di Branca, nel primo tempo è spesso costretto a defilarsi sulle fasce. Nella ripresa gioca con maggior grinta e conquista qualche buona palla sulla mediana. Lotta con coraggio fino all'ultimo minuto.

Tachtsidis 4,5 – Il peggiore. Durante il primo tempo, si mangia una ghiotta opportunità per portare in vantaggio i suoi. Nella ripresa sbaglia diversi, facili appoggi, e spesso viene ripreso dal mister.

Laxalt 5 – Alla fine del primo tempo Gasperini inverte gli uomini di fascia perché non  riescono a saltare l'uomo. Nella ripresa qualche spunto interessante sul versante sinistro, ma niente di concreto. 

Pandev 5 – Il Grifone cerca dalle sue giocate la chiave per scardinare l'ordinata difesa dei “Grigi”. Ben marcato da Celjak, non riesce però mai a impensierire la retroguardia avversaria. Dal 51' Perotti 6,5 – Il suo ingresso dà profondità alla manovra rossoblu e aumenta la pressione a ridosso dell'area piemontese. Inoltre è abile nel crearsi varchi per infilarsi nelle maglie avversarie. Nel primo tempo supplementare con un bel diagonale va vicinissimo al gol qualificazione.

Pavoletti 6 – Squalificato in campionato, è suo il tiro più pericoloso del Genoa durante la prima frazione di gioco. Non è preciso nemmeno al 68' quando da ottima posizione, spara alle stelle. Nel finale è lesto a trovare la via del gol.

All. Gasperini 4,5 – Gasperini cambia più volte assetto tattico durante i primi quarantacinque minuti, ma senza trovare il bandolo della matassa. La sua squadra appare presuntuosa sin dai primi minuti di gioco e meritatamente subisce il gol di Marras a inizio della ripresa. La rete di Pavoletti nel finale gli regala altri trenta minuti di sofferenza più che di speranza, in quanto anche con un uomo in più, il suo Genoa traballa in continuazione contro una squadra di rango inferiore fino alla stoccata storica di Bocalon che elimina il Genoa dalla coppa nazionale.

 

ALESSANDRIA

Vannucchi 9 – Il migliore. Il classe '95 para tutto. Nel primo tempo compie un miracolo sulla conclusione di Pavoletti al 40', e sul sinistro di Ntcham a tre minuti dal termine. Bravo anche sulle uscite basse e sicuro su quelle alte. Nel primo tempo supplementare, eccellente l'intervento col piede sul diagonale di Perotti, mentre nel secondo tempo è un muro invalicabile sulla conclusione a botta sicura di Rincon. Prestazione storica.

Celjak 7 - Sicuro nell'intervento di chiusura all'undicesimo minuto, non va mai in affanno, disputando una buon a gara difensiva.

Sosa 7 – In marcatura su Pavoletti, rischia l'autogol in apertura di match. Poi, col passar dei minuti, riesce a tenere a prendere le distanze al bomber genoano. Crolla all'ultimo minuto, perdendosi Pavoletti nello stacco di testa che regala i supplementari al Genoa. Bene però nei tempi supplemntari.

Sirri 7 – Con Pandev sul lato opposto, a lui tocca il raddoppio di marcatura su Pavoletti e porre attenzione alla corsia di sinistra. Lo fa bene e senza sbavature, fino a quando si perde Burdisso che libero serve Pavoletti. Nemmeno lui si arrende durante i tempi supplementari, ricaricando le batterie per una mezz'ora da leoni.

Manfrin 7 – Molto attento a non abbandonare la posizione, riesce a contenere le giocate degli avversari. Bene anche nella ripresa. S'infortuna a dieci minuti dalla fine, rimanendo per mancanza di cambi, in campo fino al novantesimo. 

Vitofrancesco 7 – Il capitano dei piemontesi gioca allo stesso livello, contro avversari di due categorie superiori. Nella prima parte del match dà il via alle ripartenze dei suoi. Cala nella ripresa. Dal 71' Cittadino 7 – Chiamato in causa per contrastare la pressione dei padroni di casa, disputa venti minuti di buona intensità.  

Branca 7,5 – Interditore di centrocampo, ha in consegna i centrali genoani. Ottimo scudo davanti alla difesa, cala d'intensità nella seconda parte del match, ma cresce nei supplementari. 

Nicco 8 - Il numero dieci della squadra, dimostra di avere una buona tecnica individuale e una visione di gioco davvero interessante. Dopo una grande galoppata sulla sinistra, serve a Marras la palla del vantaggio ospite. Autore di una grande prova di sostanza. 

Marras 8,5 – Pericoloso in ben due occasioni durante il primo tempo, a inizio ripresa realizza un gol, per certi versi storico. Folletto di centrocampo è, fino alla fine, uno dei più in forma fra gli uomini di Gregucci. Nel finale, fantastico l'assist per Bocalon.   

Marconi 7 – La punta centrale è dedita più a far salire gli esterni che altro. Fa il suo dovere senza sbavature. Dal 62' Bocalon 7 – La punta centrale non gioca sullo stesso livello del compagno, consentendo ai genoani di salire col baricentro. Il gol realizzato nel secondo tempo supplementare, lo trascinano però nell'Olimpo degli Eroi del calcio. Un gol dal sapore romantico, da raccontare alle future generazioni.    

Iunco 7 – Spesso cercato dai compagni, ha dalla sua lo spunto in velocità che mette alle corde la difesa rossoblu. Per un soffio non trova la via del gol. Dal 46' Fischnaller 7,5 – Bene il suo apporto al match, sfiora per ben due volte il gol, durante il primo tempo supplementare. La traversa colpita di testa è veramente contraddistinta da molto sfortuna.

All. Gregucci 9 – Il mister che domina la Lega Pro, riesce a giocare un gran primo tempo nonostante non riesca a realizzare la rete del vantaggio che comunque arriva al primo minuto della ripresa. Ha il merito di non rendere manifesta la differenza di due categorie fra le squadre in campo. Dopo il Palermo, stasera è toccato al Genoa diventare vittima dei Grigi. Ora, dovrà affrontare i vicecampioni d'Italia della Roma. Spezia permettendo. Con la vittoria di stasera, entra di diritto nella storia del calcio italiano. Complimenti mister.

Arbitro: Banti 7 – Primo tempo molto semplice da gestire e anche durante son pochi gli interventi dubbi. Da rilevare giusto un contatto fra Pavoletti e Sosa, che lascia il tempo a qualche timida protesta dei padroni di casa. Nessun caso dubbio durante i tempi supplementari.


TABELLINO

GENOA-ALESSANDRIA 1-2

Genoa (3-5-2): Lamanna; Izzo (dal 51' Gakpé), Burdisso, Ansaldi; Figueiras, Ntcham (dal 90' Lazovic), Rincón, Tachtsidis, Laxalt; Pandev (dal 51' Perotti), Pavoletti. A disp: Perin, Muñoz, Ujkani, Capel, De Maio, Tino Costa. All. Gian Piero Gasperini

Alessandria (4-3-3): Vannucchi; Celjak, Sosa, Sirri, Manfrin, Vitofrancesco (dal 71' Cittadino), Branca, Nicco, Marras, Marconi (dal 62' Bocalon), Iunco (dal 46' Fischnaller). A disp: Picone, Loviso, Morero, Terigi, Nordi. All. Angelo Adamo Gregucci

Arbitro: Luca Banti della sezione di Livorno

Marcatori: 45' Marras (A), 90+1 Pavoletti (G), 113' Bocalon (A)

Ammoniti: 38' Celjak (A), 70' Rincon (G), 95' Sirri (A)

Espulsi:




Commenta con Facebook