• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS - Aquilani torna al gol. Caldirola e Yanga-Mbiwa: che disastro!

ITALIANS - Aquilani torna al gol. Caldirola e Yanga-Mbiwa: che disastro!

Le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top/flop degli ex stranieri della Serie A


Alberto Aquilani ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

15/12/2015 16:50

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI ITALIANI ESTERO EX STRANIERI SERIE A / ROMA - Calciomercato.it torna per l'appuntamento settimanale con Italians: le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top ed i flop degli stranieri che hanno militano in passato nella nostra Serie A. Questa settimana sugli scudi Alberto Aquilani mentre 'stecca' Caldirola. Ibrahimovic sontuoso, Yanga-Mbiwa da matita rossa. 

 

ITALIANS - LE PAGELLE DEI GIOCATORI ITALIANI ALL'ESTERO

FABIO BORINI (Sunderland): 5 - Stagione decisamente sfortunata per Fabio Borini che non riesce a far decollare il suo Sunderland. Nella sconfitta interna con il Watford fa vedere troppo poco del suo repertorio ed offensivamente parlando la squadra accusa il colpo.

MATTEO DARMIAN (Manchester United): non convocato.

ANGELO OGBONNA (West Ham): 6 - Buona prova nello 0-0 interno con lo Stoke City. La linea difensiva schierata da Bilic regge e questa volta l'ex Juventus dimostra di avere solidità e sicurezza nelle chiusure. Buona intesa con Collins.

VITO MANNONE (Sunderland): in panchina nella partita contro il Watford.

GRAZIANO PELLE' (Southampton): 5 - Entra al 67' della partita esterna con il Crystal Palace ma non riesce a dare il consueto contributo offensivo e il suo Southampton esce sconfitto dal 'Selhurst Park'. Pellè, con ogni probabilità, sta tirando il fiato dopo un avvio spettacolare.

ALESSANDRO DIAMANTI (Watford): in panchina nella partita contro il Sunderland.

FEDERICO MACHEDA (Cardiff City): in panchina nella partita contro lo Sheffield Wednesday.

GABRIELE ANGELLA (Qpr): in panchina nella partita contro il Burnley.

MARCO SILVESTRI (Leeds United): 6,5 - Non deve lavorare tanto ma compie una parata straordinaria nella ripresa che salva il risultato con il Leeds che strappa un buon pareggio sul campo del Charlton. Una vera sicurezza.

MIRCO ANTENUCCI (Leeds United): in panchina nella partita contro il Charlton.

GIUSEPPE BELLUSCI (Leeds United): 5,5 - L'ex difensore del Catania va a corrente alternata. Buona partita nei duelli uno contro uno ma va in difficoltà nei movimenti sincronizzati, creando pericolose falle. Buon per lui che il Charlton non sia in giornata.

TOMMASO BIANCHI (Leeds United): non convocato.

FRANCESCO PISANO (Bolton): non convocato.

FERNANDO FORESTIERI (Sheffield Wednesday): 6,5 - E' fondamentale nel guidare la rimonta del suo Sheffield in casa del Cardiff City. Segna un bellissimo gol (quello che dimezza le distanze) e alimenta la manovra d'attacco dei suoi.

MICHAEL AGAZZI (Middlesbrough): non convocato.

DIEGO FABBRINI (Middlesbrough): s.v.

MARCO VERRATTI (Psg): 6 - Gioca venti minuti al rientro dal lungo infortunio. Tanti applausi e altrettanta accademia in una partita che aveva ancora poco da dire. Fondamentale il suo recupero per Blanc.

THIAGO MOTTA (Psg): 6,5 - Oramai si è assestato su livelli più che buoni. L'italo-brasiliano gioca una gara di sostanza e qualità. Filtro e tempi dettati nei modi giusti, reggendo il centrocampo dei parigini. 

SALVATORE SIRIGU (Psg): in panchina nella partita contro il Lione. 

ANDREA RAGGI (Monaco): infortunato.

STEPHAN EL SHAARAWY (Monaco): in panchina nella partita contro il Saint Etienne. 

PAOLO DE CEGLIE (Marsiglia): non convocato.

CHRISTIAN BATTOCCHIO (Brest): 6,5 - Buona partita quella giocata dal suo Brest che espugna il campo dell'Evian TG. Battocchio gioca una gara concreta e utile, anche se non riesce a segnare. Sempre più imprescindibile.

LUCA MIRACOLI (Tours): 5,5 - Il centravanti italiano del Tours dimostra di avere le polveri bagnate nella sfida pareggiata 0-0 col Niort, scontro diretto per la salvezza.

GIULIO DONATI (Bayer Leverkusen): 6 - Entra nella ripresa di Bayer Leverkusen-Borussia M'Gladbach, proprio quando la sua squadra dilaga. Lui offre un apporto positivo, limitandosi però a svolgere il compitino. 

LUCA CALDIROLA (Darmstadt): 4 - Il perno della difesa del Darmstadt naufraga con tutta la sua ciurma nel 4-0 interno patito con l'Hertha Berlino. L'ex Inter ha colpe in 3 dei 4 gol incassati, mostrando errori di piazzamento e marcatura.

GIANLUCA CURCI (Mainz): non convocato.

VINCENZO GRIFO (Friburgo): 5 - Non è la sua giornata. Il Friburgo perde in casa del Norimberga e lui non riesce a far vedere le doti per le quali è conosciuto. Apatico e senza idee, sarà per la volta prossima.

CIRO IMMOBILE (Siviglia): non convocato.

MARCO ANDREOLLI (Siviglia): infortunato.

DANIELE BONERA (Villarreal): non convocato.

FRANCESCO BARDI (Espanyol): in panchina nella partita contro il Celta Vigo.

SIMONE VERDI (Eibar): non convocato.

CRISTIANO BIRAGHI (Granada): 6 - Buona partita per lui ed infatti il Granada sbanca il campo del Levante. L'ex Chievo mostra tanta personalità ma compie anche alcuni errori di misura, specialmente nel secondo tempo.

CRISTIANO PICCINI (Betis Siviglia): 5,5 - Nonostante la sconfitta del suo Betis, disputa una gara appena sotto la sufficienza ma comunque con cenni positivi. Spesso sotto pressione, se la cava con qualche affanno di troppo. 

VINCENZO RENNELLA (Betis Siviglia): non convocato.

ROLANDO BIANCHI (Maiorca): 5 - Insufficiente come gran parte del suo Maiorca sconfitto a Tenerife. Non riesce a farsi in avanti ma ha la scusante dell'esser stato poco servito. 

ALBERTO AQUILANI (Sporting Lisbona): 7 - Ottima prova, una delle migliori da quando è allo Sporting. L'ex Roma si piazza nel cuore della mediana e contribuisce con quantità e qualità, dettando passaggi illuminanti e arrivando anche al gol nella vittoria contro la Moreirense. 

BRYAN CRISTANTE (Benfica): non convocato.

PABLO DANIEL OSVALDO (Porto): non convocato.

SALVATORE BOCCHETTI (Spartak Mosca): il campionato russo osserva la consueta pausa invernale.

DOMENICO CRISCITO (Zenit): il campionato russo osserva la consueta pausa invernale.

STEFANO OKAKA (Anderlecht): 6,5 - Non ruba l'occhio in una partita particolarmente anonima da parte dell'Anderlecht. Si merita la sufficienza piena però grazie allo splendido assist di petto per il gol del vantaggio di Suarez.

DAVIDE PETRUCCI (CFR Cluj): 5 - Partita negativa ed il suo Cluj ne risente dato che perde 2-1 in casa del Botosani. Il numero 10 della squadra della Transilvania non porta nè idee nè fosforo nel cuore del centrocampo granata.

ALEX VALENTINI (Lugano): il campionato svizzero osserva la pausa invernale.

ORLANDO URBANO (Lugano): il campionato svizzero osserva la pausa invernale.

MARIO PICCINOCCHI (Lugano): il campionato svizzero osserva la pausa invernale.

ALESSANDRO MASTALLI (Lugano): il campionato svizzero osserva la pausa invernale.

FRANCESCO RUSSO (Lugano): il campionato svizzero osserva la pausa invernale.

STEFANO NAPOLEONI (Atromitos): 6 - Bene nella vittoria interna del suo Atromitos contro il Kalloni anche se da lui ci si aspettava qualche guizzo in più che invece non è arrivato.

RAFFAELE DE VITA (Ross County): 6 - Il Ross County espugna, a sorpresa, il campo dell'Hamilton. L'esterno italiano (piazzato a sinistra) gioca una gara propositiva anche se non indimenticabile. Comunque presente nel vivo dell'azione fino a quando viene sostituito.

SEBASTIAN GIOVINCO (Toronto FC): la Mls è terminata.

ANDREA PIRLO (New York City): la Mls è terminata.

MARCO DONADEL (Montreal Impact): la Mls è terminata. 

FEDERICO PIOVACCARI (Western Sydney Wandererers): non convocato.


ITALIANS - TOP E FLOP TRA GLI EX STRANIERI DELLA SERIE A

I TOP 3 DEL WEEKEND

ZLATAN IBRAHIMOVIC (Psg): 8 - Ancora Ibrahimovic, sempre Ibrahimovic. L'ex attaccante di Juventus, Inter e Milan torna prepotentemente al top di questa classifica a suon di prestazioni. Nel roboante 5-1 che il Psg infligge al Lione l'ariete svedese è letteralmente immarcabile. Ringrazia Yanga-Mbiwa e segna l'1-0 con un colpo da navigato bucaniere d'area. Poi veste l'abito da sera e si guadagna un calcio di rigore (che lui stesso realizza) con un numero d'alta scuola. Forse così maturo non lo è mai stato: brutte notizie per l'Italia di Antonio Conte che lo affronterà all'Europeo.

MARIO GOMEZ (Besiktas): 7,5 - E' tornato il Mario Gomez dominante che si era visto con il Bayern Monaco e ancora prima con lo Stoccarda. L'attaccante tedesco guida il suo Besiktas in testa alla classifica grazie al 2-1 nello scontro diretto con il Galatasaray. Lui segna la rete dell'1-1 ma, come al solito, non si limita ad entrare nel tabellino dei marcatori. Crea almeno 4-5 occasioni nitide nelle quali è anche sfortunato. Fa salire la squadra e dà fiducia ai suoi dopo lo svantaggio. Leader dal piede caldo, a Firenze cresce il rimpianto.

VALERI BOJINOV (PARTIZAN BELGRADO) 7,5 - In Italia lo conosciamo bene, ha vestito le maglie di Lecce, Fiorentina, Juventus, Parma, Verona, Vicenza e Ternana. Ora gioca nel Partizan Belgrado, lontano dalla corsa per il titolo. Il bulgaro entra al 58' della sfida con il Rad, con la sua squadra che incassa il 2-0 qualche secondo dopo. Si rimbocca le maniche e guida la riscossa segnando la doppietta che vale il 2-2 e sfiorando anche la tripletta personale. Gli anni passano, un certo barlume di classe però è ancora visibile nell'ex bimbo prodigio bulgaro.

I FLOP 3 DEL WEEKEND

YANN M'VILA (Sunderland): 5 - Il Sunderland affonda in casa, preso a pallate dal Watford di Quique Sanchez Flores. I 'Black Cats' sono in una posizione di classifica tragica e questa volta (ma non è la prima) a finire sul banco degli imputati è Yann M'Vila. Dopo alcune buone prestazioni torna ad essere il centrocampista visto all'Inter: abulico, lento e macchinoso. Gli 'Hornets' ringraziano: a metà campo si passa che è una meraviglia.

JUAN VARGAS (Betis Siviglia) 4,5 - Ha seguito Joaquin al Betis Siviglia dopo aver condiviso la militanza nella Fiorentina. Il peruviano viene schierato terzino sinistro nella gara esterna col Las Palmas. Ne indovina poche, pochissime a dire il vero. Spesso in difficoltà, quasi mai propositivo e distante anni luce dal Vargas ammirato in Serie A. Nella ripresa il calo è ancora più vistoso e il gol che vale la sconfitta incassato nel finale è frutto di una sua mancata chiusura.

MAPOU YANGA-MBIWA (Watford): 4 - Come M'Vila anche l'ex difensore della Roma torna in questa speciale graduatoria, non certo per meriti propri. Nel 5-1 esterno del suo Lione sul campo (difficilissimo) del Psg, il centrale difensivo sfodera una prestazione imbarazzante. Serve involontariamente Ibrahimovic in occasione dell'1-0 e poi va in bambola, sbagliando praticamente tutto quello che c'è da sbagliare. Difficilmente il Lione avrebbe sbancato il 'Parco dei Principi', ma così per Ibra e compagni è stato fin troppo facile.




Commenta con Facebook