• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, Udinese e Inter: Pioli torna al 4-4-2 per salvare la panchina

Lazio, Udinese e Inter: Pioli torna al 4-4-2 per salvare la panchina

Partito ieri con un inedito 4-3-1-2, il tecnico cambierà ancora modulo già da giovedì


Stefano Pioli © Getty Images
Marco Di Federico

15/12/2015 08:58

CALCIOMERCATO LAZIO NEWS PIOLI MODULO / ROMA - Ennesima occasione persa ieri per la Lazio, bloccata sul pareggio dalla Sampdoria nel posticipo della 16a giornata della Serie A. Al di là delle responsabilità individuali, con Konko che ha clamorosamente regalato l'azione da cui è nato in extremis il pari doriano, salta agli occhi la totale confusione tattica in cui è caduto Stefano Pioli.

Ieri è partito con il 4-3-1-2, passando poi ad un inspiegabile sistema ad albero di Natale con Djordjevic e Candreva dietro Klose, fino ad un 4-3-3. Tutto nei primi 45'. Nella ripresa si è tornati ad un più classico 4-4-2, modulo con cui è stato battuto 3-1 il Dnipro, con l'inserimento di Felipe Anderson e Candreva sugli esterni, che ha dato almeno una conformazione più logica alla squadra in campo. Possibile a questo punto che sia proprio questo il modulo su cui Pioli insisterà anche nelle prossime due gare, determinanti per il suo futuro: l'Udinese giovedì in Coppa Italia e l'Inter domenica a 'San Siro' in campionato. Con Matri di nuovo titolare dopo lo splendido gol di ieri, magari affiancato da Djordjevic o Keita, con cui si può passare anche al 4-2-3-1. Lasciando in panchina un Klose che sembra ormai ai titoli di coda della sua immensa carriera.




Commenta con Facebook